Come utilizzare il cercafughe per impianti di climatizzazione

Tramite: O2O 17/11/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

Durante i periodi più caldi dell'anno è piuttosto frequente entrare in luoghi piuttosto fresco ed accoglienti, dove poter trovare sollievo dal caldo afoso che opprime l'aria esterna. Anche quando si è in auto si può trovare sollievo accendendo l'aria condizionata, refrigerando l'interno dell'abitacolo. Gli impianti di climatizzazione, comunemente denominati impianti di aria condizionata, utilizzano, per il loro funzionamento, un gas refrigerante di tipo R134 (per le auto) e R410a per gli impianti casalinghi.
Il loro funzionamento è garantito dalla totale assenza di perdita di gas, che in caso contrario comprometterebbe la possibilità di creare fresco, o caldo, oltre a provocare danni alla salute.
Se siete interessati ad imparare come utilizzare il cercafughe per impianti di climatizzazione, per verificare l'eventuale presenza di perdite di gas, allora siete capitati proprio nel posto giusto! Quindi, vediamo subito come utilizzarlo. In questa guida spiegheremo in maniera semplice ma dettagliata come utilizzare il cercafughe per impianti di climatizzazione. Mettiamoci all'opera.

27

Occorrente

  • Cercafughe r134, r410a o universale
37

Cominciate verificando se, effettivamente, il cattivo funzionamento del vostro impianto di refrigerazione non sia dovuto ad altri fattori, quali i filtri sporchi, oppure il mancato funzionamento del compressore etc. Se tutto risulta in buono stato, ma l'impianto non genere né caldo né freddo, è arrivato il momento di utilizzare il cercafughe.
In commercio se ne trovano di diversi tipi, a diverso prezzo: cercate di acquistare quello specifico al vostro caso, come ad esempio uno per gas R134 (in caso di auto) oppure uno per gas R12, R22 e R410a (per impianti fissi).

47

Ricordate che un cercafughe R134 non può essere utilizzato per verificare le perdite di gas R410a e viceversa, per questo la scelta è molto importante. Anche in caso di modelli universali, potrebbe essere necessario selezionare il tipo di gas da ricercare.
Questo dispositivo è formato da una parte "fissa", che comprende i pulsanti, i led e l'altoparlante e da una parte "mobile" formata, invece, da un'asta pieghevole, fissata ad un manico, che funge da pompa aspirante.
Procedete quindi all'accensione del cercafughe.

Continua la lettura
57

Prendete con una mano la parte fissa e con l'altra la sonda d'ispezione che, opportunamente raddrizzata, o sagomata, dovrete far passare lungo le tubazioni dell'impianto, le valvole, i raccordi etc., per verificare l'eventuale presenza di perdite lungo il percorso che il gas compie nel passare dall'unità compressore all'unità ventilatore.
In caso di presenza di gas, sarete prontamente avvertiti dall'altoparlante che emetterà dei bip, assieme ai led che inizieranno ad accendersi.

67

Interpretate, in base al numero dei led che si accendono, se effettivamente avete trovato una perdita, o semplicemente del gas vagante, mantenendo per qualche secondo la punta della sonda nella posizione in cui ha iniziato ad emettere i bip. Premete il pulsante di azzeramento, presente sul cercafughe, e se l'altoparlante continua ad emettere i bip ed i led restano accesi allora avete trovato un'effettiva perdita di gas, che va necessariamente riparata.
Se invece i led si spengono ed i bip terminano, non vi è una reale perdita.
Utilizzare il cercafughe per gli impianti di climatizzazione non è così complicato, se è la prima volta che lo usate e non sapete ancora bene come adoperarlo al meglio, i consigli di questa guida vi saranno utili, con l'esperienza e l'utilizzo costante riuscirete ad imparare velocemente e a risolvere qualsiasi problema in un baleno. Non mi resta che augurarvi buon lavoro.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Proprietà termiche della ghisa

La ghisa è una lega ferrosa che si ottiene trattando a caldo i minerali del ferro. Questa lega trova una vasta utilizzazione in molteplici settori, in quanto ha delle proprietà davvero molto importanti. Una di queste è rappresentata dalla sua elevata...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un fermentatore

La birra è una bevanda alcolica che da millenni accompagna gli esseri umani. Ultimamente, sempre più persone che amano la birra, hanno cominciato a produrla artigianalmente. Si possono acquistare anche dei kit già predisposti per la produzione della...
Materiali e Attrezzi

Come tagliare i tubi di rame ed eliminare la bava

Per la realizzazione di impianti idrici, sono molto utilizzate le tubazioni di rame, poiché sono molto pratiche e facili da tagliare. Ovviamente ti servirà un po d'impegno per imparare ad eseguire questa operazione e, a tal proposito, questa guida ti...
Materiali e Attrezzi

Come riconoscere le funzioni dei fili elettrici colorati

Come ben sappiamo ogni circuito elettrico per poter funzionare ha bisogno di cavi; questi ultimi sono indispensabili per far arrivare la corrente dal generatore all'utilizzatore. Leggendo questo tutorial si potranno avere delle corrette informazioni su...
Materiali e Attrezzi

Come sdoppiare un cavo elettrico

I cavi sono dei componenti essenziali per un circuito elettrico, insieme alla resistenza ed al generatore di elettricità, se venisse a mancare soltanto uno di tali elementi, il circuito non funzionerebbe. Il compito dei cavi è quello di trasportare...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un locale caldaia in legno

Per riscaldare gli ambienti di casa durante la stagione fredda si usano vari sistemi. Questi si distinguono per tipologia e genere di sorgente. Quest'ultima si può produrre con impianti centralizzati. Oppure producendo calore nei singoli locali. Ovviamente...
Materiali e Attrezzi

Come fare la piegatura dei tubi di rame

I tubi di rame vengono spesso utilizzati per la realizzazione di impianti idrici o per i discendenti e le canaline dei tetti. Tuttavia anche per il gas il loro uso è abbastanza frequente, e nel 90% dei casi sono ricoperti da una guaina in gomma. Premesso...
Materiali e Attrezzi

Come curvare il rame

Negli impianti idraulici i tubi di rame cotto (o ricotto) sono di gran lunga il materiale più usato per via dello loro duttilità, ovvero la capacità di un corpo di deformarsi senza rompersi. Il rame infatti, oltre ad essere un materiale leggero, si...