Come utilizzare il sarchiello

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si parla di sarchiello, si intende un piccolo sarchio, ovvero un attrezzo da giardino munito di lunghi rebbi atto a lavorare la terra, per smuoverla e frantumarla, in modo da renderla morbida e pronta per l'innaffiatura e la semina. Come si può notare è lo strumento ideale per la manutenzione e la cura del giardino, adatto per i nostri fiori ed i nostri ortaggi in quanto, essendo simile ad una lunga forchetta, può essere usato delicatamente per evitare che si formino zolle dure di terra. Non può quindi mancare nel kit dei nostri attrezzi da giardinaggio e poiché il sarchiello, come tutti gli arnesi da lavoro, va saputo utilizzare, la guida ci indicherà, in modo semplice e pratico, come poterci adoperare in tal senso.

26

Occorrente

  • Sarchiello, guanti.
36

Considerato dunque che il sarchiello è un piccolo oggetto usato nei giardini o negli orti con la duplice funzione di spingere o di tirare via la terra, si può notare che, nella sua forma, assomiglia ad un piccolo forcone: è dotato infatti di un manico in gomma o di legno di piccole dimensioni (circa 40 cm), e di tre o cinque denti ricurvi, in genere di metallo o di plastica. Esso viene usato in alternativa alla zappa ed alla zappetta per spostare lo strato primario del terreno, in modo tale da impedire i ristagni d'acqua nella pianta, oppure per smuovere le erbacce, e così via.

46

Il sarchiello è economico (ha un costo che solitamente non supera i 10 €) ed è facilmente reperibile, presso i negozi di bricolage o di ferramenta. Tenuto conto del materiale di cui è composto, si tratta di un attrezzo che si usura con una certa facilità e pertanto, per allungarne la durata, bisognerà averne cura in modo particolare, lavandolo ed asciugandolo dopo averlo usato. Usare il sarchiello è davvero molto molto semplice: esso va impugnato con una sola mano, compiendo sul terreno un movimento di "avanti/indietro", in modo tale da spostare, frantumare e raschiare la terra.

Continua la lettura
56

Cominciate quindi a zappettare leggermente lo strato superficiale del terreno con il sarchiello, in modo da spostare il terriccio, frantumandolo per permettere alla pianta di respirare meglio e di liberarsi anche da eventuali animaletti ed erbacce. Se queste ultime sono presenti, rimuovetele e sistemate nuovamente il terreno, avvalendovi sempre dell'uso del sarchiello. Adesso potrete innaffiare la pianta o il terreno, in modo tale da far "compattare" di nuovo il terriccio. Ogni volta in cui ci sarà bisogno di far arieggiare il terreno o liberarlo dagli animaletti e dalle erbacce, non vi resterà altro che ripetere la semplice ed efficace operazione appena compiuta. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il sarchiello va usato con delicatezza, avendo anche cura di lavarlo e di asciugarlo dopo l'utilizzo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.