Come utilizzare l'impregnante ad acqua

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Prima di vedere qual è la procedura utilizzata per applicare l'impregnante ad acqua, è necessario conoscere le caratteristiche di questo importante prodotto. Nel dettaglio, andremo a vedere cos'è e dove si può impiegare. L'impregnante rappresenta un prodotto che viene utilizzato sul legno per proteggerlo da eventuali aggressioni parassitarie e da deterioramenti provocati dal tempo e dalle intemperie. Le sue peculiarità sono date da una bassa presenza di solventi, e pertanto da una conseguente maggiore salvaguardia dell'ambiente, da un'assenza totale di infiammabilità, da una semplicità di applicazione, da un essiccamento veloce e da una rapida pulizia degli strumenti utilizzati. L'impregnante, inoltre, può essere steso sui mobili che necessitano di particolari attenzioni, oppure sulle grandi strutture che si trovano all'esterno, come le capriate o le coperture lignee in generale. Vediamo, quindi, come utilizzare l'impregnante ad acqua.

27

Occorrente

  • Impregnante ad acqua, carta abrasiva 180, pennelli per legno di varie dimensioni, guanti protettivi, maschera per gli occhi e per le vie respiratorie.
37

Per prima cosa, è necessario pulire accuratamente la superficie che deve essere trattata, ed è necessario rimuovere gli eventuali residui di legno, di schegge, di polvere, di grasso o di sporco che si sono accumulati. Per effettuare questo genere di operazione è possibile utilizzare un po' di carta abrasiva 180, dei pennelli asciutti, dei panni umidi, anche imbevuti con dell'acquaragia o un po' di ammoniaca, e per concludere, dell'aria compressa.

47

Il prodotto generalmente è già pronto per il suo utilizzo. In caso contrario, è necessario leggere accuratamente le istruzioni, per poi diluire con un po' di acqua, a seconda delle indicazioni previste. Successivamente, è necessario mescolare l'agente impregnante, in modo da renderlo omogeneo e per fare amalgamare il deposito che si è sedimentato. A questo punto, siamo ormai pronti per cominciare. Si procederà, dunque, con lo stendere il prodotto in maniera pressoché uniforme, procedendo con delle pennellate rivolte in un verso e successivamente nell'altro, alternando una direzione con delle altre direzioni opposte e trasversali. Praticamente, facendo in questa maniera si creerà una certa uniformità di trattamento, ed il risultato sarà eccellente. Successivamente, occorre lasciare essiccare il prodotto per 24 ore circa.

Continua la lettura
57

A questo punto, siamo ormai pronti per procedere con l'applicazione della seconda mano. Al pari del precedente passo è necessario stendere l'impregnante in maniera omogenea, per poi attendere circa 12 ore, e proseguire con la terza passata. Si deve continuare a procedere fino a quando il legno avrà un bell'aspetto lucido. In ogni caso, già dalla terza e dalla quarta mano si dovrebbe riuscire a vedere quella lucentezza di superficie tanto desiderata. Il legno presenta la qualità di assorbire tutto quanto il prodotto. Inoltre, a differenza degli impregnanti a solventi, quelli ad acqua risultano essere maggiormente trasparenti, e pertanto, anche se non è immediatamente visibile, con la quarta o quinta mano il risultato sarà sicuramente già sufficientemente apprezzabile. Per concludere, è necessario utilizzare un pennello asciutto in modo da riuscire ad uniformare l'impregnante. A questo punto, il nostro manufatto è pronto e protetto in modo ottimale, ed occorre attendere soltanto qualche giorno prima di poter procedere con l'eventuale verniciatura. I risultati, quindi, saranno visibili.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La sicurezza è alla base di un ottimo lavoro, operiamo sempre con le dovute protezioni per le mani, per gli occhi e per le vie respiratorie. Svolgiamo il lavoro in un ambiente pulito e privo di polvere, questo eviterà il suo depositarsi quando l'impregnante non è ancora asciutto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come collegare un tubo dell'acqua a una grondaia

Collegare il tubo dell'acqua alla grondaia può essere utile per molteplici scopi. Ad esempio può essere importante per drenare l'acqua e farla scorrere verso una zona adibita per tale scopo; un altro fine può essere quello di utilizzare l'acqua che...
Materiali e Attrezzi

Come usare il flatting ad acqua

Per proteggere o rinnovare una superficie in legno, uno dei metodi più innovativi e pratici è quello che prevede l'utilizzo del flatting ad acqua. Questo tipo di vernice è ideale sia per mobili o strutture interne come infissi o serramenti, sia per...
Materiali e Attrezzi

Come trovare una perdita d'acqua nella piscina

Se la vostra piscina perde acqua avete bisogno prima di tutto di trovare il punto in cui si sta verificando la perdita. Successivamente potete risparmiare denaro riparando il danno da soli, oppure assumere dei professionisti che facciano il lavoro al...
Materiali e Attrezzi

Come Ottenere L'Acqua Di Calce

Ci sarà sicuramente capitato, di aver bisogno di un particolare composto e generalmente in questi casi preferiamo acquistarlo in appositi negozi, già pronto per essere utilizzato. Una valida alternativa è quella di provare a prepararlo con le nostre...
Materiali e Attrezzi

Come distanziare i pluviali

I pluviali sono degli elementi importanti per la progettazione e la funzione del deflusso delle acque piovane. Ogni casa dovrebbe avere una sorta di sistema progettato per spostare l'acqua lontano dal tetto e dai muri esterni dell'edificio. Quando l'acqua...
Materiali e Attrezzi

Come regolare un'autoclave

L'autoclave è un impianto di regolazione di pressione, spesso usato per modulare la pressione dell'acqua nel suo passaggio dalla rete idrica al circuito idrico degli edifici in genere.Una autoclave è dunque costituita da un serbatoio di immagazzinamento...
Materiali e Attrezzi

Come preparare la malta di calce idraulica

Per preparare la malta di calce idraulica, come tutte le altre tipologia di malta, sono necessari tre elementi: un materiale inerte, un materiale legante e acqua. Il materiale inerte è generalmente sabbia, mentre quello legante calce idraulica; la particolarità...
Materiali e Attrezzi

Come fare manutenzione all'addolcitore

Gli addolcitori sono degli strumenti utilizzati in ambito idraulico, per prevenire e contrastare la "durezza" dell'acqua. Per "Acqua Dura" si intende quella che presenta un'elevata concentrazione di sali minerali, tra cui il magnesio ed il calcio. Quando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.