Come Utilizzare La Cenere Come Concime

Tramite: O2O 04/03/2017
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tutti conosciamo il potere sbiancante delle ceneri, se usate per il bucato dei capi delicati, ma non tutti sappiamo che, questo elemento naturale, può diventare un ottimo alleato nella cura delle nostre piante. Se durante l'inverno e la primavera (per le zone più fredde) utilizzi il focolare a legna come riscaldamento, puoi facilmente usare la cenere prodotta per dare un maggior nutrimento alle patate, o meglio al terreno dove andrai a seminarle tra un po'. Ti bastano pochi passaggi e nutrirai il terreno che produrrà patate più ricche. Ecco come utilizzare la cenere come concime.

26

Occorrente

  • Focolare a legna
  • Cenere
  • Rastrello piccolo
  • Borsa di cartone
36

Il primo accorgimento che dovrai avere è quello di raccogliere la cenere che produci quotidianamente, con la combustione della legna. Questa operazione, va fatta (naturalmente) quando il focolare è freddo. Estrai delicatamente il cassettino della cenere e versala in un sacchetto di cartone o in un contenitore adatto, ripeti questa operazione per diversi giorni in modo da avere un bel po' di cenere; questo, in oltre, aiuterà a tenere pulito il focolare e il cassetto che altrimenti si riempirebbe subito.

46

Scegli la zona dell'orto dove andrai a piantare le patate, prima di procedere con la lettura della guida. Scelto il punto adatto alla piantagione, quando hai cenere a sufficienza, versala spargendola un po'ovunque la cenere, cercando di coprire in modo omogeneo tutto il terreno delle patate. Se non hai cenere a sufficienza non c'è problema, puoi fare questa operazione più volte andando a coprire per intero tutta la superficie. Quando l'hai sparsa, osserva se sulla cenere trovi residui che vanno eliminati, come carta e ferro (a volte si trovano piccoli chiodi nella legna), eventualmente toglili e gettali via.

Continua la lettura
56

Terminato il primo step (in uno o più tempi), armati di un piccolo rastrello per amalgamare la cenere con il terreno. Fai in modo che la cenere stessa non resti in superficie ma penetri anche sotto la superficie più esposta. Esegui questo step su tutta l'area, lascia pure la terra smossa (non occorre passare con qualche attrezzo per renderla omogenea). Lascia riposare e, quando è il momento giusto, semina qui le tue patate. I passaggi sono semplici e non richiedono alcuna accortezza particolare, se non quella di setacciare la cenere prima di cospargerla, affinché sia "pura"; ma con questa semplice operazione si garantisce il giusto nutrimento, perché la cenere nel terriccio apporta potassio. Non resta che metter in pratica quanto appreso e gustare i tuoi frutti

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come realizzare del concime

Nella seguente guida vi sarà spiegato come poter realizzare, con le vostre mani, del concime per le vostre piante, in modo che crescano sane e rigogliose, utilizzando solo ed esclusivamente degli ingredienti del tutto naturali e semplici. Dovete infatti...
Giardinaggio

Come fare il concime

Chi ama io giardinaggio e ha il pollice verde sa bene quanto sia importante prendersi cura delle proprie piante. Qualora alcune di queste venissero utilizzate per fini alimentari, sarebbe bene prendersene cura in maniera più attenta e speciale. Un modo...
Giardinaggio

10 modi per riutilizzare la cenere del camino in giardino

Dopo una bella serata attorno al camino dovrete dedicarvi alla pulitura del caminetto raccogliendo ed eliminando la cenere. Invece di buttarla potrete conservarla e riutilizzarla in giardino. La cenere è perciò un prezioso elemento, economico e possibile...
Giardinaggio

Come preparare un concime naturale per le piante

Le piante hanno bisogno di molte attenzioni e sopratutto di accorgimenti particolari. Ma quando si decide di coltivare qualcosa nel proprio orto, la prima cosa da fare è quella di utilizzare dei concimi per proteggerli. L'orticoltura è un'attività...
Giardinaggio

Come curare il mal della cenere e la fumaggine degli agrumi

Gli agrumi sono un genere di piante che vivono nelle regione a clima mite e che si affacciano sul mare. Il loro fusto è relativamente piccolo e la chioma tondeggiante, mentre la loro corteccia è liscia, di colore marrone tendente al grigio. Le foglie...
Giardinaggio

Come si spargono i concimi

Il concime è l'elemento essenziale per conferire al terreno delle nostre piante tutti gli elementi nutritivi di cui necessitano. Come si spargono quindi i concimi? Questa guida andrà a spiegare tutti i processi della concimazione, come vanno sparsi...
Giardinaggio

come utilizzare le foglie secche degli alberi per concimare e proteggere

Le foglie secche si staccano dai rami degli alberi durante la stagione autunnale, andando quindi a depositarsi sulla superficie erbosa del giardino. Quando ciò avviene, le foglie vengono normalmente rastrellate e poi gettate via senza sapere che in realtà...
Giardinaggio

Come Preparare Fertilizzanti Fatti In Casa

Se siamo degli amanti del giardinaggio e ci piacere avere un piccolo angolo verde nella nostra casa, sicuramente sapremo che per farle crescere sempre belle rigogliose, dovremo curarle costantemente e per fare ciò dovremo utilizzare una serie di prodotti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.