Come utilizzare la potatrice a batteria

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La potatura delle piante è un'operazione molto importante. Essa va effettuata in determinati periodi dell'anno per fare in modo che la pianta cresca sana e rigogliosa. Di solito si utilizzano delle forbici manuali che permettono a colui che le usa di tagliare rami e estremità della pianta vecchie e secche. Ma a queste si aggiungono anche le potatrici a batterie. Quest'ultime sono attrezzi pratici e studiati appositamente per velocizzare il lavoro di potatura. La potatrice a batteria è un arnese molto leggero che svolge un lavoro meccanico e sopratutto preciso. Questa alla fine risulta indispensabile se si riesce ad adoperare nel verso giusto. Per poi, risparmiare tempo e ottenere un lavoro di potatura che restituisce vitalità alle piante. Nella seguente guida spiego come utilizzare la potatrice a batteria.

27

Occorrente

  • Potatrice a batteria
  • Guanti
37

Per coltivare qualsiasi giardino occorre procurarsi vari tipi di attrezzi. Una degli indispensabili è certamente la potatrice. Questa si distingue in manuali e a batteria. Quest'ultima è una delle più pratiche, poiché riesce a fare eseguire il lavoro di potatura in maniera veloce. Inoltre, la potatrice a batteria viene progettata per poter potare tipi di rami e siepi dalla consistenza robusta. Ovviamente ne esistono di vari tipi e la batteria può variare secondo le esigenze. Di solito vengono preferite quelle che hanno una capacità di funzionamento di circa sei ore e con batteria a litio. Una potatrice di questo genere, oltretutto assicura una presa sicura durante il taglio.

47

La prima cosa da fare prima di iniziare è quella di mettere la potatrice a batterie a carica per circa cinque ore. Questa operazione va fatta ogni volta che si usa l'attrezzo. Trascorso il tempo di carica si passa alla fase preparativa. Quindi si indossano dei guanti protettivi e lo zainetto che contiene la batteria. Sistemandolo in maniera adeguato attorno alla vita. Assicurandosi di legarlo bene, per poi poter lavorare in estrema sicurezza. Conclusa questa fase si passa alla potatura delle piante.

Continua la lettura
57

A questo punto occorre impugnare nel verso giusto la potatrice a batteria. Quindi va tenuta con la mano stringendola parte alta e infilando l'indice nel grilletto apposito. Nel momento in cui si è pronti si dirige la potatrice nei rami da tagliare, spingendo indietro. Per poi rilasciarlo quando il lavoro viene terminato. Dopodiché si procede allo stesso identico modo per tagliare il resto dei rami. Una volta finita l'intera operazione è necessario sistemare in modo adeguato la potatrice a batteria. Togliendo i cavi della batteria dalla potatrice e pulendo e asciugando per bene le lame. Infine, è opportuno conservarla in un luogo asciutto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di utilizzare la potatrice a batteria occorre caricarla fino a una presa elettrica.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come ridurre il voltaggio in un alternatore

Ridurre la tensione (voltaggio) di uscita di un alternatore è molto importante al fine di salvaguardare la batteria dell'automobile. Questa, infatti, può incorrere in un sovraccarico e, in questo caso, si renderebbe necessariamente fondamentale sostituita....
Materiali e Attrezzi

Come ricavare oro dai rifiuti elettronici

In questa guida vi spiegherò come ricavare oro dai rifiuti elettronici. Ebbene sì, sapevate che i vostri dispositivi elettronici contengono oro? Proprio così, il vostro smartphone, il vostro portatile, il vostro computer fisso o la vostra TV. Tutti...
Materiali e Attrezzi

Come costruire una luce di emergenza

Una luce emergency è parte integrante degli apparecchi elettronici di oggi. Come ben noto, la luce di emergenza viene utilizzata durante l'interruzione di corrente per illuminare la casa. I LED bianchi utilizzati nelle luci di emergenza, sono generalmente...
Materiali e Attrezzi

Come leggere i Kilowatt su un tester digitale

Il kilowatt è un'unità di misura che non si può misurare in modo diretto con un tester perché viene dalla combinazione della misura della tensione e dell'intensitá di corrente. È però possibile ricavarlo in modo indiretto con alcuni semplici passaggi...
Materiali e Attrezzi

Come controllare la corrente in uscita in un alternatore

L'alternatore costituisce un elemento fondamentale per l'intero impianto elettrico della vostra automobile. Naturalmente, può capitare che qualcosa non funzioni correttamente, compromettendo così la normale ed efficace funzionalità della vostra auto....
Materiali e Attrezzi

Come costruire un gruppo di continuità

Il gruppo di continuità, denominato anche UPS (Uninterruptible Power Supply), è fondamentale per tutte quelle apparecchiature che non possono rimanere senza corrente, come quelle ospedaliere o i supermercati, anche in caso di disservizio della stessa...
Materiali e Attrezzi

Errori da evitare nell'uso dell'ohmmetro

L'ohmmetro è uno strumento del quale ciascuno di noi può avvalersi quando desidera misurare la resistenza elettrica esistente in un circuito o in un qualsiasi componente di tipo elettronico. Le sue utilizzazioni pratiche sono pertanto infinite. Erroneamente...
Materiali e Attrezzi

Come controllare un fusibile termico

Per chi non lo sapesse il fusibile termico è una sorte di dispositivo elettronico in grado di proteggere da eventuali cortocircuiti. È infatti adibito ad interrompere il flusso di corrente elettrica eventualmente se questo supera una data soglia prestabilita....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.