come utilizzare la tecnica decorativa della venatura a palissandro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se abbiamo un mobile di legno magari da noi stesso costruito, possiamo decorarlo con delle aniline e poi adottare la tecnica decorativa della venatura a palissandro. Per ottenerla, è tuttavia necessario usare prodotti e materiali specifici. In riferimento a ciò, ecco una guida su come utilizzare la suddetta tecnica per decorare il nostro mobile di legno.

25

Occorrente

  • Vernice rossa opaca e bianca
  • Colori ad olio
  • Essicante liquido
  • Flatting
  • Anilina
  • Aceto
  • Pennelli
35

Cominciate ad applicare due mani di vernice rossa opaca, e successivamente procedete alla preparazione della vernice con una densità minore di quella normale. Se volete potete anche aggiungere un cucchiaio di essicante per controbilanciare gli oli, e consentire quindi un'asciugatura lenta dei colori. Preparate subito dopo una quantità di vernice necessaria per una mano, e conservatene l'eccedenza in un barattolo sigillato ermeticamente oppure con della semplice pellicola trasparente. Applicate quindi tre mani di vernice rossa su quella opaca.

45

A questo punto, lisciate ogni mano di vernice ad eccezione delle prime due, usando della carta abrasiva e acqua per ottenere una superficie più levigata possibile. Adesso applicate due mani di gommalacca arancione diluita a metà con alcool denaturato per proteggere il colore rosso di fondo, e per una maggiore libertà di azione nell'uso della vernice trasparente scura. Prima di eseguire le striature, pulite accuratamente il rosso con un tampone imbevuto in aceto. A questo punto, intingete la punta del pennello nella vernice e fate una prova di colore e consistenza su un pezzo di carta. Usando una maggiore quantità di terra bruciata di ambra, potete poi ottenere un colore più caldo, ma prestate molta attenzione al fatto che il rosso si intraveda perfettamente attraverso le striature scure. Applicate infine la vernice trasparente tirando le setole con decisione sul fondo rosso, in modo da produrre le suddette striature uniformi e parallele.

Continua la lettura
55

In alternativa alla tecnica appena descritta, vale la pena citarne un'altra molto più semplice; infatti, si tratta di diluire dell'anilina dello stesso colore del palissandro quindi rossiccia in alcool, dopodichè la possiamo applicare direttamente sul mobile di legno, attenderne l'essiccazione e poi procedere con l'applicazione del flatting con un pennello a setole morbide. Prima che questa vernice finale si essicchi del tutto, prendiamo un pennellino sottile per quadri e dopo averlo imbevuto in aceto, lo utilizziamo per creare delle originali striature tipiche proprio del palissandro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come tinteggiare il legno per mettere in evidenza la venatura

Alcune tipologie di legno, come ad esempio quello d'ulivo, quello di castagno, ed anche il legno di noce e rovere, presentano delle venature molto marcate che in alcuni casi, se opportunamente esaltate dalla lucidatura, conferiscono al manufatto un ottimo...
Altri Hobby

Come costruire una chitarra elettrica

Costruire una chitarra elettrica può sembrare un compito difficile, ma in realtà se si è pratici con il fai da te è possibile realizzare una chitarra elettrica in modo semplice e veloce. In questa guida cercheremo di capire come procedere al meglio...
Materiali e Attrezzi

Come modellare il legno bagnandolo

Il legno rappresenta, sicuramente, il più antico materiale da costruzione utilizzato dall'uomo, che ha permesso la risoluzione di grandi problemi strutturali e la produzione di molti oggetti di utilizzo quotidiano, oltre a componenti di arredamento e...
Materiali e Attrezzi

Come preparare lo stucco in polvere

Di tanto in tanto capita di dover eseguire dei lavoretti di manutenzione all'interno della propria abitazione, come stuccare dei buchi nel muro, o qualcos'altro del genere. Se dovete restaurare pareti interne o esterne, mobili in legno, o del ferro potrete...
Casa

Come realizzare un tavolino di legno intarsiato

L'intarsio in legno consiste nell'accostare fra loro dei pezzetti di legno da far combaciare alla perfezione e creare, così, un disegno, in contrasto con la superficie liscia di un mobile. Questa tecnica conferisce eleganza, raffinatezza e stile al vostro...
Bricolage

Come pulire il legno pregiato

Ci sarà sicuramente capitato di dover effettuare la pulizia dei vari arredi presenti all'interno della nostra abitazione, questa operazione è molto importante sia per eliminare la polvere e l'impurità che ogni giorno entra nella nostra casa attraverso...
Casa

Come dare nuova vita ai mobili in legno

Se in casa abbiamo dei mobili in legno che intendiamo rivitalizzare in quanto sporchi oppure scoloriti, possiamo eseguire degli ottimi interventi che ci consentono poi alla fine di dare loro nuova vita. In riferimento a ciò, nei passi successivi parliamo...
Bricolage

Come restaurare un mobile con la gomma lacca

Se possediamo un mobile antico e abbiamo il desiderio di rimetterlo a nuovo e di restaurarlo, ripristinandolo in tutte le sue caratteristiche originali, possiamo intervenire utilizzando alcune tecniche di lavorazione e, soprattutto, dei prodotti particolari...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.