Come utilizzare le parti di recupero di uno scaldabagno

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Lo scaldabagno rappresenta uno degli elettrodomestici più importanti all'interno di una casa, in quanto ha il compito di produrre l'acqua calda sanitaria. Negli ultimi anni, ha preso sempre più piede l'impiego degli scaldacqua a gas. Essi permettono di avere l'acqua calda illimitata e risparmiare sui consumi energetici.
Nonostante ciò, i tradizionali scaldabagni elettrici sono ancora presenti nella maggioranza delle abitazioni. È preferibile eseguire con una determinata costanza la manutenzione di questo genere di elettrodomestico. Specialmente dove l'acqua del rubinetto è piuttosto dura, infatti, si forma del calcare all'interno. Questa sostanza si deposita sulla resistenza che fornisce calore all'acqua da riscaldare.
Il vostro adorato scaldabagno non funziona più, ma desiderate comunque prendere qualche pezzo che vi potrebbe risultare utile in futuro? Nessuna paura, in quanto la seguente guida fa sicuramente al caso vostro. Nei semplici passaggi successivi, vi spiegherò al meglio come bisogna utilizzare le parti di recupero di uno scaldabagno.

27

Occorrente

  • Attrezzi vari
  • Scaldabagno
37

Uno dei componenti dello scaldabagno elettrico che si potrà sicuramente recuperare è la resistenza elettrica. In effetti, quest'ultima è talmente robusta che è particolarmente difficile che si danneggi. Tutt'al più potrebbe staccarsi soltanto il filo elettrico.
Questa tipologia di resistenza serve esclusivamente per generare il calore. Il proprio valore ohmico dovrà risultare compreso tra "35 Ω" e "50 Ω".

47

Un ulteriore componente dello scaldabagno elettrico davvero fondamentale che si potrà estrapolare e in seguito recuperare è il termostato. In generale, quest'ultimo è un componente a scatto che possiede uno stato aperto ed un altro chiuso. Esso si comporta esattamente come un interruttore e viene azionato direttamente dalla temperatura dell'acqua.
Generalmente, il termostato si trova già collegato alla resistenza elettrica, ma avrete l'opportunità di smontarlo con estrema facilità. Precisamente, dovrete innanzitutto aprire l'interruttore elettrico generale e poi rimuovere il coperchio inferiore. Successivamente, staccate gli spinotti dei cavetti della lampadina e togliete il termostato verso il basso con entrambe le mani.

Continua la lettura
57

Un altro componente estremamente utile che potrete trovare in uno scaldabagno elettrico si chiama termometro, il quale si danneggia abbastanza difficilmente come la resistenza elettrica.
Generalmente, quest'ultimo è ad immersione e misura in modo costante e analogico la temperatura dell'acqua.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare un pouf contenitore con materiali di recupero

Per arredare la nostra casa, possiamo sfruttare molti materiali di recupero tra i più svariati, per poi realizzare alcuni complementi di arredo molto eleganti e soprattutto funzionali, come ad esempio un pouf contenitore illustrato in figura. A tale...
Bricolage

Come realizzare un presepe con legno di recupero

Quando il Natale si avvicina, si ha sempre voglia di realizzare piccoli lavoretti per abbellire la propria casa, magari anche con i bambini. Si ha voglia di immedesimarsi il più possibile nello spirito natalizio, si decora l'albero di Natale e non può...
Bricolage

Come realizzare un porta candele con materiali di recupero

Le candele sono l'elemento di arredo adatto per creare un'atmosfera romantica o, semplicemente, per dare un tocco di colore alla nostra casa. Sia le candele che i porta candele possono essere trovati in commercio molto facilmente. Per quanto riguarda...
Bricolage

Come decorare una cornice di metallo con legni di recupero

Molti sono gli oggetti di casa che vengono messi da parte perché non sono più utili o non sono più alla moda. Tra questi oggetti, vi sono anche le cornici di metallo che molto spesso, non vengono più utilizzate perché risultano completamente fuori...
Bricolage

Come costruire uno scaffale con legni di recupero

Capita a tutti prima o poi di non avere più spazio dove riporre ordinatamente le cianfrusaglie che col tempo si accumulano in casa. Se anche voi non avete voglia di spendere una fortuna per un semplice scaffale e avete un minimo di esperienza nel bricolage...
Bricolage

Come realizzare un tavolo da lavoro con materiali da recupero

Qualora nella vostra cantina è presente qualche materiale da recupero, avrete l'opportunità di sfruttarlo per realizzare un tavolo da lavoro: l'assemblaggio potrebbe essere in plastica oppure in legno misto con il ferro e ulteriori leghe (come, ad esempio,...
Bricolage

Come realizzare una libreria originale con materiali di recupero

L'arte del fai-da-te ci permette di realizzare sempre delle idee belle ed originali anche con dei semplici materiali di recupero. Possiamo così riciclare di tutto e dare una nuova vita a degli oggetti inutilizzati, realizzando qualcosa di creativo ed...
Bricolage

Come realizzare un impianto per il recupero delle acque piovane

Le grandi industrie agricole, utilizzano l'acqua piovana per l'irrigazione dei campi, in modo da risparmiare sui costi di gestione dell'impianto idrico convenzionale. Il procedimento avviene in modo semplice ovvero per tracimazione diretta dell'acqua...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.