Come Utilizzare Le Perle D'Acqua

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Le perle d'acqua sono delle palline composte da un materiale idrofilo gli conferisce la capacità di accumulare una grande quantità d'acqua. Questi polimeri, infatti, riescono ad ingrandirsi da un diametro di un paio di mm fino a qualche centimetro e possono essere di vari colori. Vendute in apposite bustine. Grazie alla loro capacità di immagazzinamento dell'acqua, sono ottime per l'idratazione delle nostre piante. Si mettono nei vasi a sostituzione della terra o superficialmente ad essa e, vista la colorazione vanno bene per decorare i vasi delle nostre piante da interno.

26

Occorrente

  • 1 bustina di perle d'acqua
36

Per iniziare ad utilizzare le Perle d'Acqua la prima cosa che dovrete fare è quella di preparare un recipiente, preferibilmente un vaso di vetro, così da far risaltare la bellezza e il colore delle palline. Versare al suo interno dell'acqua, attenendovi alla dose consigliata suggerita dal manuale allegato alla busta acquistata.
Prendete, quindi, la bustina delle perle e, dopo averla aperta, versate il suo contenuto all'interno del vaso. Con una busta, riuscirete tranquillamente a riempire più vasi.

46

Dopo di ché prendete il vaso o il contenitore nel quale avete versato l'acqua con le perline e posatelo in un angolo per permettere alle palline di accumulare l'acqua ed aumentare di volume, attendete circa dodici ore. Vi accorgerete che saranno pronte quando il volume totale sarà aumentato di almeno il doppio e non sarà presente più acqua visibile ad occhio nudo.

Continua la lettura
56

Una volta che il vaso con le palline sarà pronto per accogliere la piantina, non vi resterà che prendere la pianta di appartamento che volete trapiantare e immergerla in modo che la parte con le radici vada in mezzo alle palline. Le perline fungono da terra e da fertilizzante allo stesso tempo e possono stare anche un paio di mesi senza essere innaffiate. Il pregio più grande di questi polimeri sta nel fatto che rilasceranno solamente l'acqua di cui la pianta necessita permettendo così a voi di non dovervi preoccupare dell'annaffiamento e alla pianta di avere sempre a disposizione dell'acqua necessario alla sua salute. Vedrete la tua piantina crescere come se fosse nella terra.

66

Queste palline sono ottime pure per creare colorate composizioni puramente decorative, acquistate buste con palline di colore differente e divertitevi a comporre vasi in vetro sovrapponendo strati differenti di palline colorate. Potrete tranquillamente sfruttare il loro potere assorbente per irrorarle di profumo per ambienti così da avere un vaso profumato che rilascerà la fragranza per lungo tempo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come utilizzare le sfere d'acqua per piante

Le sfere d'acqua per piante rappresentano delle piccole palline decorative a base di acqua, le quali possiedono un aspetto veramente piacevole (grazie alle varianti di colore esistenti in commercio) e hanno la funzione di mantenere sia freschi che intatti...
Giardinaggio

Come raccogliere ed utilizzare l'acqua piovana

L'acqua è un bene prezioso e rappresenta un elemento imprescindibile per la società di oggi. Ai giorni nostri, troppe quantità di acqua vengono sprecate o vanno disperse. Occorre invece una cultura idrica differente, che valorizzi questo bene prezioso...
Giardinaggio

Risparmiare acqua in giardino: 5 consigli utili

Avere un giardino in casa è un aspetto importante: il verde deve essere un qualcosa da salvaguardare per il nostro pianeta ma allo stesso tempo deve essere in grado di non creare degli sprechi per il suo mantenimento. È chiaro che avere un giardino...
Giardinaggio

Come evitare i ristagni di acqua nei vasi

Tra le minacce piú diffuse nei giardini e nelle terrazze, ci sono i ristagni di acqua nei vasi. Questo fenomeno può causare diverse malattie alle piante e, in alcuni casi, può farle morire precocemente. Esistono tuttavia dei piccoli accorgimenti per...
Giardinaggio

Come coltivare il giacinto d'acqua

Il giacinto d'acqua è una pianta acquatica galleggiante che cresce sulla superficie di fiumi, laghi e canali. La pianta è costituita da cespi fogliosi non radicati al suolo, ma che si mantengono in superficie con l'ausilio dei piccioli delle foglie....
Giardinaggio

Come fare coltivazioni in acqua

La “coltura idroponica” (chiamata anche “idrocoltura”) è un particolare tipo di coltivazione eseguita “fuori dal suolo” e quindi senza l’utilizzo di terra o terriccio. Grazie a questo modo di procedere, è possibile eseguire delle vere...
Giardinaggio

Come coltivare i giacinti e i narcisi in acqua

I giacinti ed i narcisi sono i fiori che di solito si usano per abbellire le terrazze, i giardini oppure i viali delle nostre case. I giacinti e i narcisi vengono preferiti a molte altre specie di fiori per la loro versatilità. Il colore ed il profumo,...
Giardinaggio

Come realizzare un giardino d'acqua

Generalmente per giardino si indica uno spazio delimitato e, progettato, alla coltivazione di piante di vario genere. Naturalmente, trattandosi di uno spazio completamente all'aperto, nulla ci vieta d'inserire al suo interno delle fontane o gazebi, per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.