Come utilizzare lo sfagno nei rinvasi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lo sfagno (nome scientifico Sphagnum) è una varietà di muschio con la caratteristica di essere particolarmente leggero e permeabile. Allo stato naturale non possiede radici, ma soltanto dei filamenti bruni, un piccolo fusto, e foglioline verde chiaro. Con questo tipo di struttura esso costituisce un vero e proprio terreno acquifero, per cui le colonie di sfagni (sfagneti) sono come una spugna; assorbono grandi quantità di umidità, e nel tempo riescono a raggiungere estensioni molto ampie (nell'Europa centro-settentrionale, dove questo muschio è molto sviluppato, si parla anche di alcuni chilometri quadrati). Avendo, come detto, una grande capacità di ritenzione idrica, tutti i tipi di sfagni sono indicati per creare substrati e terricci. Vedremo in questa guida come utilizzare questo muschio nei rinvasi.

26

Occorrente

  • Vaso trasparente
  • Sfagno (secco o fresco)
  • Radici di osmunda
  • Cocci di vaso
36

Utilizzare lo sfagno per la coltivazione delle orchidee

Date le sue caratteristiche, lo sfagno è perfetto in particolare nella coltivazione e nel rinvaso delle orchidee, che in natura tendono a crescere poggiandosi proprio su strati di muschio; dunque si cercherà di concentrarsi proprio su questo argomento. Normalmente sarà utilizzato sfagno secco (disidratato), più facilmente reperibile nei vivai; raramente si trova in commercio quello vivo, allo stesso modo valido. In quest'ultimo caso, l'aspetto più importante da considerare non è tanto la specie utilizzata, quanto la dimensione delle fibre: più grandi sono, più aria passerà, e dunque meglio si asciugheranno le radici del fiore.

46

Scegliere un vaso trasparente

Passando agli aspetti più tecnici del rinvaso, una prima considerazione generale è di scegliere un vaso trasparente (le radici delle orchidee necessitano di luce), forato sul fondo e non troppo grande. Se si decide di utilizzare sfagno secco, esso dovrà prima essere sciacquato con acqua calda, poi strizzato, e fatto a pezzetti di dimensioni attorno a 1-2 centimetri. Dopodiché ne sarà posto un primo strato sul fondo del vaso, per poi posizionarvi sopra l'orchidea, a cui saranno state tagliate le vecchie radici. Riempire poi con il restante sfagno, senza comprimere troppo il tutto (per far passare l'aria) e infine liberare i fori sul fondo.

Continua la lettura
56

Creare un composto solo con muschio e radici di osmunda

Se si vuole al contrario rinvasare l'orchidea con lo sfagno fresco, il consiglio è di creare un composto formato solo per un terzo da questo muschio, e per due terzi da radici di osmunda (un tipo di felce che si trova lungo i corsi d'acqua) di lunghezza intorno ai 4 cm. Aggiungere nel vaso cocci di vasi rotti è un'ulteriore aspetto consigliabile, in quanto permette un migliore drenaggio.

66

Prendere le giuste precauzioni

Si ricorda infine, che è assolutamente essenziale prendere le dovute precauzioni, per evitare la diffusione di virus o di batteri, durante il rinvaso, da una pianta all'altra. Gli utensili da taglio devono essere sterilizzati prima dell'uso, immergendoli in una soluzione di 20 Physan per 10 minuti o riscaldandoli con una fiamma. Pulire la lama con un tovagliolo di carta e mettere i taglienti dell'utensile in un contenitore con la soluzione Physan. Lavare l'utensile prima dell'uso. Non riutilizzare pentole, pali, clip, ecc tra le piante a meno che non siano stati sterilizzati prima. I fogli di giornale o la carta assorbente, forniscono una superficie comoda e pulita su cui lavorare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come far rifiorire le orchidee

L'orchidea appartiene alla famiglia delle Orchidacee: tra le numerosissime specie molte sono quelle che crescono nei climi tropicali e subtropicali, particolarmente interessanti per la bellezza e la magnificenza dei loro fiori, sovente profumati e ricercati...
Giardinaggio

Come preparare i recipienti per le piante

Le piante che solitamente si acquistano nei vivai, sono vendute in contenitori di plastica esteticamente non molto belli. Oltre al fattore estetico i vasi di plastica non costituiscono il miglior modo per allevare una pianta, per cui specie se si tratta...
Giardinaggio

Come coltivare il platycerium bifurcatum

La Platycerium Bifurcatum, è originaria di diverse regioni dei Paesi tropicali, dell'Africa, dell'Asia e dell'Australia. Il suo nome deriva da due parole greche, " largo " e " corno ". Esse rappresentano bene l'aspetto della pianta. Difatti, le foglie...
Giardinaggio

Come occuparsi dell'orchidea vanda

In questo articolo vedremo come occuparsi dell'orchidea vanda. Sia selvatiche che coltivate, questi fiori, sono piante erbacee stupende perenni della famiglia delle Orchidaceae. Hanno dei fiori che ammaliano i tanti appassionati di questo genere, per...
Giardinaggio

Come coltivare la pianta di Anthurium

L'Anthurium (oppure Anturio) appartiene al gruppo delle Araceae ed è una pianta originaria delle zone tropicali e sub tropicali dell'America del Sud. Essa è molto ricercata per la particolare forma dei suoi fiori, la cui infiorescenza è composta da...
Giardinaggio

Come Coltivare L'Orchidea Oncidium

L'orchidea necessita tantissima attenzione, poiché è un fiore molto delicato. Ecco dunque perché nel corso di questa guida, che come potremo vedere insieme, sarà composta da pochissimi passaggi, ma allo stesso tempo molto semplici e facili da eseguire,...
Giardinaggio

Come coltivare l'Anthurium Black Queen

Se intendi sapere molto di più a proposito della varietà di pianta da fiore chiamata Anthurium Black Queen, per iniziare diciamo che è originaria dell'Olanda, e che ci sono voluti ben sette anni di ricerca per sviluppare questa variante del classico...
Giardinaggio

Come coltivare le piante nei vasi da appendere

L'estate, si sa, porta voglia di rinnovamento e desiderio di avvicinarsi alla natura. Da anni la passione per il pollice verde ha raggiunto anche i centri urbani, e oggi il concetto di giardinaggio o orto cittadino è sempre più diffuso. Non è affatto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.