Come Utilizzare Un Diserbante

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il diserbante, noto anche come erbicida, combatte la malerba. Utilizzato dopo gli anni Cinquanta, sostituisce egregiamente l'estirpazione manuale o la pacciamatura. Agisce per assorbimento fogliare o direttamente sulle radici. Tuttavia, quest'ultima tipologia è fortemente inquinante per il terreno. Lo stesso diserbante non va utilizzato per più anni. Le erbe infestanti, infatti, potrebbero sviluppare resistenza ai componenti chimici. Ecco comunque come procedere contro le erbacce e quale preferire.

27

Occorrente

  • diserbante a foglia larga
  • diserbante a foglia stretta
37

I diserbanti, detti anche erbicidi, sono sostanze utilizzate per il controllo delle malerbe o piante infestanti. Quelli più comuni sono prodotti chimici di sintesi. Spesso sono xenobionti ossia chimicamente estranei, disaffini, alle sostanze naturalmente presenti in natura. In questi termini si pone il problema dell'impatto ambientale. I diserbanti vengono utilizzati in agricoltura ma anche per uso civile e addirittura militare. Gli erbicidi vengono classificati in base ai principi attivi oppure alle specie vegetali obiettivo. In particolare per le malerbe si usa distinguere il gruppo botanico delle dicotiledoni da quello delle monocotiledoni, note come specie a foglia larga e a foglia stretta.

47

Per le erbacce a foglia larga come per quelle a foglia stretta esistono diserbanti specifici. Alcuni colpiscono le une risparmiando invece le altre, che assorbono il principio attivo ma lo detossificano. Alcuni principi attivi colpiscono indistintamente mono e dicotiledoni, come ad esempio il Glyphosate. Dopo le dovute premesse, veniamo al dunque. Se il tappeto erboso presenta degli infestanti a foglia larga, in questo caso, intervieni con un diserbante specifico. Fatti consigliare al tuo vivaista di fiducia. Leggi attentamente le indicazioni sulla confezione anche se, in genere, il prodotto va distribuito su tutto il manto erboso ben irrorato. Agisci prevalentemente nel tardo pomeriggio, quando il tappeto erboso è asciutto. Cinque giorni dopo il trattamento, esegui lo sfalcio.

Continua la lettura
57

Discorso differente invece per le infestanti a foglia stretta. In questo caso, adotta un diserbante ideale per questa tipologia di erbacce. Utilizza il prodotto chimico su un prato pulito, senza residui di precedenti tagli o foglie secche. Non irrigare nelle tre ore successive dopo il diserbo. Tieni in mente che dovrai sempre valutare le condizioni del tuo manto erboso. Pertanto, se risulta troppo stressato per la scarsa irrigazione o per il caldo eccessivo non trattarlo assolutamente con il diserbante. Attendi tempi migliori. Irriga da uno a sette giorni prima di distribuire il trattamento sul tuo prato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Segui bene la guida passo dopo passo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Utilizzare Un Diserbante

Il diserbante, noto anche come erbicida, combatte la malerba. Utilizzato dopo gli anni Cinquanta, sostituisce egregiamente l'estirpazione manuale o la pacciamatura. Agisce per assorbimento fogliare o direttamente sulle radici. Tuttavia, quest'ultima tipologia...
Giardinaggio

Diserbante: le controindicazioni

I diserbanti sono dei prodotti o sostanze utilizzati sulle piante infettate e malate. Sono, quindi, dei composti chimici che si distinguono in pre e post. I pre-emergenza, sono usati sulle piante prima che germoglino, quelli post- emergenza, invece, agiscono...
Giardinaggio

Come realizzare un diserbante biologico con sale e aceto

Se avete una casa in campagna oppure possedete un ampio giardino, avrete sicuramente il problema dell'erba infestante. Per risolverlo, è importante sapere che in commercio ci sono numerosi prodotti chimici che però danneggiano l'ambiente, mentre in...
Giardinaggio

Come togliere le erbacce con il diserbante termico

Il giardinaggio è un hobby che richiede parecchia competenza e soprattutto parecchia dedizione. Infatti quando ci prende cura del verde non bisogna mai trascurare le proprie piante. Questo potrebbe compromettere in maniera più o meno grave la salute...
Giardinaggio

Come Eliminare La Gramigna Dal Terreno

Avete un pezzo di terreno che, con il tempo, è stato invaso dalla gramigna? Vorreste seminare un bel prato inglese nel vostro nuovo giardino ma vi trovate a lottare con delle infestanti? Se volete liberarvene, dovrete dedicarvi diverso tempo: seguite...
Giardinaggio

Come installare la tela schermante per pacciamatura

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, a capire come poter installare, la tela schermante per la pacciamatura. Cercheremo di realizzare il tutto mediante il metodo del fai da te e del giardinaggio, in modo da poter mettere in pratica...
Giardinaggio

Come impedire la crescita dell'edera selvatica

Se in prossimità dei muri di cinta del tuo giardino cresce a dismisura dell'edera selvatica, c'è il rischio che sia tra le coltivazioni floreali soffocandone le radici e nel contempo togliendone la luce. In tal caso puoi intervenire in modo adeguato,...
Giardinaggio

Come liberare il prato dal dente di leone

Le erbe infestanti che invadono i manti erbosi sono molte e possono essere distinte in 2 categorie principali: quelle a foglia stretta o graminacee e quelle a foglia larga, tipologia cui appartiene il tarassaco o dente di leone. Le malerbe danno al prato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.