Come utilizzare uno stoppino per saldature

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Tutti coloro che si cimentano nelle saldature, devono conoscere le basi di come utilizzare uno stoppino, che non è altro che un filo di rame intrecciato in grado di rimuovere il materiale saldante dai punti di saldatura; è particolarmente utile per coloro che hanno bisogno di rimuovere le saldature dalle schede di circuiti ed altri componenti elettrici. Siccome non è difficile sbagliare, soprattutto per chi è alle prima armi, è sempre bene avere uno stoppino a portata di mano in modo da riuscire a riparare eventuali errori. L'uso di questo strumento è molto semplice e grazie ad esso si può evitare di dover sostituire le parti saldate correttamente. Vediamo allora come utilizzare uno stoppino per saldature.

24

Per prima cosa, occorre preparare i materiali per la sicurezza. Impostare la ventola di scarico in modo che possa portare lontano i fumi della saldatura. Se non si dispone di una ventola di scarico, o se il materiale su cui è necessario lavorare non è in una posizione in cui un c'è spazio a sufficienza, è consigliabile utilizzare una maschera di sicurezza. Non dimenticare mai di indossare gli occhiali di sicurezza per proteggere gli occhi dai fumi e da altri detriti. Collegare il saldatore alla presa e attendere che abbia raggiunto la temperatura di lavoro, assicurandosi che sia in una posizione sicura dove non possa venire a contatto con altri oggetti. La maggior parte dei saldatori impiega generalmente dai 3 ai 5 minuti per per raggiungere la temperatura ottimale.

34

Per utilizzare lo stoppino, afferrarlo e puntarlo dove è necessario rimuovere la saldatura. Quando il saldatore si riscalda, applicare la punta di quest'ultimo alla punta dello stoppino: il calore del saldatore scioglierà la saldatura. Non appena la saldatura si fonde, il materiale saldante verrà trasferito sul cablaggio in rame dello stoppino; il processo attraverso il quale ciò avviene è chiamato azione capillare, che è in grado di rimuovere tutta la saldatura dal giunto.

Continua la lettura
44

Quando lo stoppino viene rivestito con la saldatura che si desidera rimuovere, allontanarlo dal saldatore e tagliare la parte intrisa di stagno con un paio di tronchesi. Controllare qualsiasi delle altre articolazioni che potrebbero aver bisogno della rimozione della saldatura ed eventualmente ripetere lo stesso processo. Se si dispone di un giunto che ha una grande quantità di stagno, potrebbe essere necessario ripetere l'operazione più di una volta. Spegnere il saldatore e attendere che si raffreddi prima di riporlo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come utilizzare un saldatore a filo continuo

Questa riportata di seguito è una guida di base su come saldare utilizzando un saldatore a filo continuo. La saldatura MIG (metal inert gas) è un processo impressionante che utilizza l'energia elettrica per fondere ed unire insieme vari pezzi di metallo....
Materiali e Attrezzi

Come accendere il fuoco con un'arancia

Esistono tantissimi modi per accendere un fuoco senza l'utilizzo di fiammiferi o accendini: con dei bastoncini, con delle lenti, con una pietra focaia... Le possibilità sono davvero innumerevoli, ma senz'altro il modo più originale e simpatico per accendere...
Materiali e Attrezzi

Come regolare la saldatrice a filo

Al giorno d'oggi, esistono tantissime tipologie di saldature, e vanno dalle saldature più classiche a quelle più articolate. Abbiamo quelle classiche come la ossiacetilenica, o ad elettrodo rivestito. Oppure quelle più complesse, come quella a laser...
Materiali e Attrezzi

Come saldare la ghisa sferoidale

I metalli presenti in natura sono molteplici e, grazie all'intervento dell'uomo e allo sviluppo delle tecnologie industriali, sono variamente combinati per ottenere materiali di particolare qualità. La ghisa sferoidale ne è un esempio, con le sue caratteristiche...
Materiali e Attrezzi

Guida alla manutenzione del ferro battuto

Il ferro battuto viene utilizzato spesso per arredare gli appartamenti, ad esempio per impreziosire il letto della camera da letto, per realizzare bellissimi balconi eccetera. Naturalmente, come ogni altro materiale, il ferro ha bisogno di un'accurata...
Materiali e Attrezzi

Come rendere opaca una vernice lucida

Capita, talvolta, di dover ridipingere legno o ferro con della vernice opaca quando ne possediamo soltanto di lucida. Bene, non è necessario acquistarne dell'altra, perché con pochi, semplici passi potremo trasformarla in ciò che ci serve senza ulteriori...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un gazebo in ferro battuto

La stagione calda è arrivata e ci si appresta a rendere più funzionali ed accoglienti i propri giardini per passare delle piacevoli serate in compagnia degli amici. Tuttavia, soprattutto nei casi in cui si abbia una piscina in casa, è utile avere un...
Materiali e Attrezzi

Come saldare le lamiere

Le saldature servono per unire tra loro i diversi pezzi di un metallo. Nel fai da te, si è soliti unire piccoli pezzi o dimensioni di metallo. Tuttavia, con le opportune indicazioni e seguendo la giusta strategia, è possibile unire anche pezzi di metallo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.