Come verificare il funzionamento di una bobina

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

A tutti noi è capitato nella vita di avere problemi con la propria automobile: piccoli imprevisti che possono accadere, per scarsa manutenzione o per l'usura del tempo. Uno degli imprevisti che capita spesso è quello di avere problemi con l'accensione dell'auto: quel girare la chiave ma non ottenere la risposta abituale, quella che desideriamo, quella che precede la partenza. In questi casi il difetto può riguardare la bobina di accensione, anche se non sempre è necessariamente questo il guasto. Come risolvere? Questa guida potrebbe esserci molto utile. Nel breve testo di seguito scopriremo insieme come verificare il funzionamento di una bobina di accensione.  

27

Occorrente

  • Chiavi inglesi per candele
  • Candele dell'auto
  • Cacciavite
  • Chiave di accensione dell'auto
  • Pinze
  • Persona di fiducia
37

La prima cosa da dire è che esistono diversi modi per verificare il funzionamento di una bobina di accensione. Tra questi c'è il testo cosiddetto "della resistenza", ma in questo caso avremo bisogno di un multimetro o ohmmetro, strumenti in grado di misurare proprio la resistenza elettrica. Se ne siamo sprovvisti e abbiamo abbastanza fretta di capire qual è il problema che affligge la nostra automobile, possiamo utilizzare il test della scintilla. Ricordiamo di coprire gli occhi con degli occhiali protettivi e farci sempre aiutare da una seconda persona. Ecco come verificare il funzionamento di una bobina di accensione mediante il test della scintilla.

47

La prima cosa da fare è quella di aprire il cofano della nostra auto, a motore naturalmente spento e dopo aver lasciato abbondantemente raffreddare il veicolo. Una volta individuata la bobina di accensione (solitamente si trova nella parte più esterna dell'auto, sotto lo spinterogeno), dobbiamo staccare almeno un cavo dalla sua candela. Oltre al cavo, per mezzo dell'apposita chiave, procediamo a staccare anche la candela stessa. Ora riattacchiamo la candela al suo cavo, ma fuori dal suo specifico alloggiamento. Utilizziamo sempre strumenti adatti come guanti e pinze isolate per evitare le scosse elettriche. Ora con la parte della candela filettata dovremo toccare una porzione qualsiasi del motore.

Continua la lettura
57

Quando avremo poggiato delicatamente la candela su una porzione del motore, prendendo tutte le precauzioni del caso, chiediamo alla nostra persona di fiducia di accendere l'auto. Se al giro della chiave noteremo delle scintille di colore blu, allora il funzionamento della nostra bobina di accensione è ancora regolare e corretto. Se invece non noteremo nemmeno una scintilla, questo significa che il problema risiede proprio nella bobina e saremo costretti a sostituirla presso un meccanico di fiducia. In bocca al lupo!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Effettuate questa operazione solo se avete un minimo di dimestichezza con motori ed elettricità
  • Indossate sempre degli occhiali di protezione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come verificare un fusibile termico

Quando un elettrodomestico smette di produrre calore, un elemento riscaldante subentra immediatamente nella lista dei sospetti. Ma prima di prendervi la briga di sostituire un elemento riscaldante, testate il fusibile termico dell'apparecchio, un dispositivo...
Materiali e Attrezzi

Come verificare una termocoppia con il multimetro

In casa possono verificarsi diverse situazioni in cui può essere utile misurare una termocoppia con il multimetro. Per fare questa operazione, se non siete esperti, potete chiamare un tecnico, ma con un po' di sano fai da te ed i consigli giusti è possibile...
Materiali e Attrezzi

Come testare un reattore magnetico

Il reattore magnetico è un monoblocco dotato internamente di una bobina e avvolto sopra un nucleo magnetico a base di ferrite, il quale è utile per creare l’innesco dello starter e regolare la tensione espressa in "Volt" dopo l’accensione del neon,...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un mulinello spinning

La pesca è una passione che va per la maggiore tra gli uomini. Chi di voi non ha mai fatto una gita al lago o al fiume insieme al nonno per andare a pescare e riportare a casa un ricco bottino? Ebbene, per avere successo in questa attività non basta...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un espositore a levitazione magnetica

La guida che andremo a produrre nei tre passi che comporranno le nostre argomentazioni, avrà come tematica principale quella della tecnologia. Infatti, come è facilmente comprensibile dalla lettura del titolo che accompagna la guida stessa, ora andremo...
Materiali e Attrezzi

Come riparare un elettrocardiografo

L'elettrocardiografo è uno strumento che si utilizza in medicina diagnostica e ha la prerogativa di eseguire un elettrocardiogramma. Tale strumento consente di registrare e stampare l'attività del cuore ai fini di valutarne il funzionamento e le eventuali...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare il cercafughe per impianti di climatizzazione

Durante i periodi più caldi dell'anno è piuttosto frequente entrare in luoghi piuttosto fresco ed accoglienti, dove poter trovare sollievo dal caldo afoso che opprime l'aria esterna. Anche quando si è in auto si può trovare sollievo accendendo l'aria...
Materiali e Attrezzi

Come lubrificare un motore elettrico

La funzione del motore elettrico è quella di trasformare l'energia elettrica in energia meccanica. Naturalmente per un buon funzionamento, il motore elettrico ha bisogno di una manutenzione e lubrificazione efficienti, specie nei cuscinetti che surriscaldandosi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.