Come verificare l'efficienza delle sospensioni

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Guidare una macchina è certamente uno dei momenti più belli che ognuno di noi possa passare, una delle attività che facciamo nella maggior parte del nostro tempo. Sia per brevi spostamenti, sia per lunghi viaggi, seduti sui comodi sedili disegnati appositamente per mantenere a lungo il comfort e non stressarci ulteriormente. Ma ogni automobile è formata da diversi componenti tutti importanti alla stessa maniera per mantenere la sicurezza durante la guida. L'uso prolungato della vettura però potrebbe con il tempo danneggiare alcuni di questi componenti, come le sospensioni, una delle parti più soggette a sollecitazioni e quindi a rovinarsi in breve tempo.
Le sospensioni costituiscono una parte importante dei mezzi di trasporto (auto e ed altri veicoli motorizzati): racchiudono in sé un ruolo fondamentale per la sicurezza della vettura, poiché in grado di contribuire significativamente alla stabilità ed in secondo luogo al comfort del mezzo stesso. Fare una periodica revisione del proprio veicolo, con particolare attenzione alle sospensioni, contribuisce sicuramente a migliorare le performance del proprio mezzo, ai fini di un corretto comportamento dinamico dello stesso: in tale modo si ridurrà di molto la probabilità di incorrere in pericoli derivanti da una pessima tenuta di strada e da una frenata non ottimale (caratterizzata da maggiore spazio e scivolamento).
Vediamo dunque nel dettaglio come verificare l'efficienza delle sospensioni, attraverso pochi e semplici passaggi daremo utili consigli in merito.

28

Occorrente

  • Chiavi aperte e a bussola
  • Cric e cavalletti
  • Cacciavite
  • Torcia
38

Il primo controllo da effettuare sarà quello sugli ammortizzatori, poiché se danneggiati possono intaccare l'integrità di altri elementi della propria auto come gomme, semiassi e ingranaggi. Gli ammortizzatori svolgono infatti un ruolo fondamentale per quanto riguarda la direzione e la frenata del veicolo.

Per verificarne l'efficienza, sarà dunque necessario far oscillare la vettura sulle sospensioni (controllando in precedenza che tutte le ruote siano ben poggiate a terra).
Tale controllo andrà effettuato imprimendo una pressione sul cofano per poi allentarla:
- se la vettura oscilla una sola volta probabilmente gli ammortizzatori funzionano in modo corretto;
-nel caso in cui la vettura oscilli più di una volta, tali oscillazioni potrebbero essere un segnale di usura degli ammortizzatori stessi.

È fondamentale inoltre accertarsi che sotto l'auto non vi sia la presenza di tracce d'olio.
Nel caso in cui invece le tracce invece vi siano, l'ammortizzatore dovrà probabilmente essere sostituito. La regola che in generale conviene seguire è quella di controllare gli ammortizzatori ogni 20.000 km percorsi, e sostituirli dopo circa 60.000 km di tragitto al fine di garantire la sicurezza per sé e gli altri utilizzatori del proprio veicolo. Nel caso in cui si percorrano terreni particolarmente accidentati, sarà inoltre necessario effettuare i controlli sopracitati con maggiore frequenza.

48

Un'altra fase importante sarà quella in cui si procederà al controllo del fissaggio dei montanti. Bisognerà dunque aprire il cofano e controllare che il supporto superiore del montante, dove è fissato al passaruota, sia ben saldo e in perfetto stato. Sarà utile controllare che anche i componenti del montante siano in perfetto stato. Per controllare in modo ancora più specifico il tutto, si dovrà far oscillare l'auto sulla sospensione da controllare, ed osservare l'eventuale presenza di una flessione nella zona di fissaggio. Un'importante verifica da effettuare, puramente visiva, è quella di controllare che le parti metalliche attorno al supporto del montante non siano arrugginite.

Continua la lettura
58

Un altro controllo essenziale da effettuare è quello che riguarda gli snodi sferici. L'auto andrà sollevata col cric e collocata su cavalletti, in modo da non far toccare le ruote a terra. Andranno controllati i perni dello sterzo alla base: usando una leva fra il bordo della ruota e il braccio inferiore della sospensione bisognerà cercare di sollevare lo snodo: quest'ultimo non deve presentare il minimo gioco. Nel caso in cui il gioco ci sia, significa che lo snodo è usurato e che è necessario sostituirlo (tenendo presente però, che un gioco appena percettibile non è preoccupante). In caso di dubbi, consultare un meccanico potrebbe essere utile.

68

Bisognerà poi controllare l' usura dei cuscinetti a sfere delle ruote anteriori, sollevando la ruota da terra, afferrando lo pneumatico con le mani in alto e in basso e cercando di far oscillare la ruota avanti e indietro. Un ulteriore controllo andrà eseguito sulle molle, alla ricerca di eventuali crepe. Un controllo sulle balestre aiuterà a valutare le condizioni di fissaggio delle boccole e dei biscottini: facendo leva lateralmente con un cacciavite grosso e robusto, si dovrà controllare che i dadi delle staffe a U siano ben stretti. Infine bisognerà controllare la barra antirollio nei punti di collegamento alla sospensione e alla scocca.
Verificare l'efficienza degli ammortizzatori è un lavoro piuttosto importante per assicurarsi la sicurezza della propria vettura, e andrebbe fatto molto spesso. Se non sapete bene come fare non vi preoccupate, vi basterà infatti seguire le istruzioni di questa guida per fare tutto nella maniera più veloce possibile. La vostra auto sarà nuovamente efficiente in breve tempo e potrete rimettervi in viaggio velocemente senza ulteriori ritardi. Vi auguro quindi buon lavoro.
Alla prossima.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nel caso in cui si nutrano dei dubbi su come agire, consultare un meccanico di fiducia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come Aumentare L'Efficienza Del Riscaldamento Casalingo

Quando arriva l'inverno stare al caldo, specie in casa propria, diventa una vera e propria necessità. A volte, infatti, sembra che i termosifoni non bastino per riscaldare l'abitazione e bisogna ricorrere all'utilizzo di stufe elettriche esterne per...
Casa

Come usare e mantenere in perfetta efficienza la stufa economica

Esistono numerosi sistemi di riscaldamento che vanno dal classico caminetto fino alle case solari. La stufa economica è così chiamata perché consente con il suo utilizzo tre funzionalità contemporanee, il riscaldamento degli ambienti, la possibilità...
Casa

Come verificare le condizioni di una batteria

Come si sa, una batteria serve alla carica per il funzionamento di diversi strumenti e attrezzature. Può trattarsi di un semplice orologio, come di un pc o di un veicolo. Trovarsi di fronte alla circostanza di una batteria scarica comporta sicuramente...
Casa

Come verificare se l'addolcitore funziona

Come Verificare Se L'Addolcitore Funziona? Il web pullula di articoli dedicati ai consigli sul miglior addolcitore e ai metodi per conservarlo al meglio. Questa semplice guida tenta di proporre delle soluzioni che, con dei piccoli accorgimenti, vi permettono...
Casa

Come verificare perdite di gas in casa

Un impianto a gas, soprattutto all'interno delle abitazioni, richiede delle verifiche periodiche, per controllare che non ci siano perdite, che potrebbero rivelarsi molto pericolose o addirittura provocare esplosioni. Premesso che di fondamentale importanza...
Casa

Come verificare l'integrità di un condensatore

Il condensatore è un piccolo componente presente ormai in quasi tutti i circuiti elettrici ed elettronici. Ne esistono diverse tipologie: elettrolitici, sferici, a carta o metallici. Il compito principale di un condensatore all'interno di un circuito...
Casa

Come verificare la funzionalità di un diodo

Il diodo è il componente base dell'elettronica a stato solido. Grazie allo studio di questi dispositivi, giunzioni P-N è stato possibile sviluppare i transistor e molta della tecnologia attuale. I diodi sono diffusissimi in ogni circuito elettronico,...
Casa

Come verificare la velocità di un ventilatore

Il ventilatore che avete acquistato non contiene nessuna informazione riguardante la velocità di rotazione delle pale, o il numero di giri per minuto del motore? Avete intenzione di fare un paragone tra diversi ventilatori e vorreste sapere di che potenza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.