Come verificare se l'addolcitore funziona

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Come Verificare Se L'Addolcitore Funziona? Il web pullula di articoli dedicati ai consigli sul miglior addolcitore e ai metodi per conservarlo al meglio. Questa semplice guida tenta di proporre delle soluzioni che, con dei piccoli accorgimenti, vi permettono di verificare se l' addolcitore funziona. Che cos'è un addolcitore? Si tratta di uno strumento progettato per rimuovere la durezza dell'acqua che attua il processo di rigenerazione con un sale sodico di acido forte; inoltre, è un comune pensare che addolcimento e demineralizzazione siano due modi per indicare la stessa cosa, ma, in realtà, un addolcitore non libera dai solidi disciolti, bensì effettua delle modifiche a livello chimico.
Attraverso un dispositivo del genere è possibile liberare l'acqua dall'eccesso di calcio che, per fare un gioco di parole, produce calcare. Ecco perché è fondamentale conoscere delle semplici astuzie che consentono di verificare se l'addolcitore funziona.

26

Occorrente

  • Manuale per la manutenzione di un addolcitore.
36

Controllare la brina prodotta

La prima cosa da fare per verificare se un addolcitore funziona è controllare la brina prodotta. Si cade in errore se si crede che la brina emessa da un addolcitore possa causare dei guasti, in quanto ciò non avviene se l'addolcitore è dotato di un serbatoio settico installato nel modo giusto.

46

Utilizzare prodotti granulati in bustine

Un addolcitore funziona correttamente se le due bombole che compongono questo dispositivo sono in grado di contribuire al passaggio dell'acqua decalcificata e a permettere all'acqua di scorrere agevolmente. Il funzionamento di queste bombole avviene attraverso la presenza di resine scambiatrici di ioni; detto in altri termini, gli ioni di sodio e potassio sostituiscono quelli di calcio e magnesio. Affinché le resine durino più a lungo, di solito si consiglia l'utilizzo di prodotti granulati in bustine che, oltre a tenerle pulite, le proteggono dagli effetti nocivi del ferro e di altri metalli.

Continua la lettura
56

Verificare che ci sia la giusta quantità di sale nel tino

Verificare che ci sia la giusta quantità di sale nel tino. Affinché l'addolcitore funzioni in modo adeguato, bisogna regolare periodicamente il contenuto di sale e procedere anche con operazioni di pulizia. Gran parte dei rivenditori di addolcitori di acqua consigliano di liberare l'accumulo di sale nel tino, nel quale spesso si concentrano delle impurità. Onde evitare che il vostro addolcitore si carichi eccessivamente di sale, è necessario effettuare dei risciacqui continui; naturalmente, oltre a seguire questi accorgimenti, affinché gli addolcitori funzionino e duri a lungo, è buona norma seguire alla lettera le istruzioni fornite dai siti web ufficiali che rivendono tali dispositivi e dagli esperti del settore.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se il vostro addolcitore non funziona e non siete esperti, evitate di ricorrere al fai da te e affidatevi ad un esperto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come eseguire il collegamento idraulico di un addolcitore

La durezza dell'acqua potabile è dovuta essenzialmente alla presenza di sali che vengono considerati solubili, ma una volta sottoposti a riscaldamento o a evaporazione, essi provocano la formazione di depositi calcarei in lavatrici e boiler, diminuendone...
Casa

Come disincrostare la lavastoviglie

In questa guida verrà indicato un metodo semplice che vi permetterà di disincrostare la vostra lavastoviglie. Come ben saprete, tale apparecchio è un utilissimo elettrodomestico che è comunemente presente nella maggior parte delle cucine. Grazie a...
Giardinaggio

Come e quando irrigare un uliveto

L'ulivo è una pianta che predilige degli ambienti aridi, e quindi teme l'umidità eccessiva tranne che in primavera quando è in piena attività vegetativa. Inoltre per crescere ha bisogno di un terreno calcareo e asciutto, anche se si possono ottenere...
Bricolage

Come fissare le gambe della sedia

Se avete una sedia a cui, per un motivo o per un altro, siete legati o semplicemente vi dispiace buttarla perché si tratta di un pezzo antico oppure rappresenta un ricordo la potete andare a riparare. In questo modo andrete a farla ritornare come nuova...
Bricolage

Come Installare Le Bombole Per La Saldatura Ossiacetilenica

Se amate il fai da te o se appartenete alla categoria delle persone tuttofare, allora troverete interessante leggere quanto sto per scrivere, ovvero vi spiegherò come installare le bombole per la saldatura ossiacetilenica. Questo tipo di saldatura è...
Bricolage

Come costruire un tavolo riciclando una vecchia sedia

Se in casa abbiamo una vecchia sedia o magari due, ed intendiamo riciclarle, possiamo sfruttarle per costruire un tavolo per il soggiorno o per la cucina. Se poi le sedie sono antiche, allora la creazione può diventare ideale per inserirla in un contesto...
Altri Hobby

Come costruire un armadio con assi di legno

Se per i nostri lavori di bricolage abbiamo utilizzato degli assi di legno, e ce ne sono avanzati alcuni, possiamo sfruttarli per realizzare mobili per la casa. Se infatti abbiamo ancora degli assi che in genere sono di 4 metri cadauno, allora sono ideali...
Casa

Come ottimizzare il rendimento del frigo

Le nuove tecnologie quali i compressori ad alta efficienza ed i sistemi di isolamento rinforzati ottimizzano il rendimento dei frigo ed allo stesso tempo ne riducono i consumi. Se però si utilizzano alcuni semplici accorgimenti è possibile ridurre ulteriormente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.