Come verniciare i tubi di ghisa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La ghisa (denominata anche fino all'800 "ferraccio") è una lega composta da un'elevata concentrazione di carbonio e una piccola parte di ferro; solitamente essa è impiagata per le lavorazioni e i trattamenti a caldo dei materiali e oggetti ferrosi. La ghisa è un metallo molto resistente e di lunga durata, perciò è ampiamente adoperata nelle nostre abitazioni: dai pluviali, alle grondaie e radiatori (per indicare solo alcuni degli oggetti più comuni). Stranamente questo metallo è molto utilizzato anche in aree in cui è a diretto contatto con l'acqua, e quindi particolarmente predisposto agli attacchi del nemico più temuto dai metalli: la ruggine. Una verniciatura consente di rallentare la penetrazione dell'acqua, quindi ottenere una completa protezione dagli elementi esterni. A tal proposito, in questo articolo illustrerò come verniciare tubi in ghisa. Continuate a leggere per scoprire come fare! Attenzione: questa è una guida redatta a solo scopo informativo.

25

Occorrente

  • Sabbiatrice
  • Prodotti per rimuovere la ruggine
  • Stracci per pulire o spazzole
  • Spazzola metallica
  • Acquaragia
  • Pennello
  • Primer per metalli a base di olio
  • Vernice a olio
  • Dispositivi di sicurezza
  • Vestiti vecchi
35

La prima operazione da effettuare consiste nel pulire il tubo in ghisa da polvere, macchie e ruggine. I leggeri depositi di ruggine potete eliminarli adoperando una paglietta di lana di acciaio o, in alternativa, una carta abrasiva a grana grossa prima asciutta e poi inumidita con dell'acquaragia. Se, invece, è presente della ruggine difficile da rimuovere e aree "tarlate" dalla corrosione, dovete necessariamente impiegare una spazzola metallica; invece, per le zone più corrose, occorreranno delle spazzole metalliche circolari ed a tazza, installate su un trapano elettrico (in alternativa potete optare per l'impiego di una sabbiatrice o prodotti chimici adatti a tale scopo). È essenziale rimuovere, oltre alla ruggine, la vernice esistente, quindi raccogliete e smaltite correttamente la pittura grattata, poiché potrebbe essere a base di piombo.

45

Ora è necessario applicare il fondo per una successiva pittura. In questo caso vi suggerisco di applicare un primer per metalli universale (seguite le indicazione presenti sulla confezione per scoprire quante mani sono necessarie), assicurandovi che la superficie del tubo non presenti tracce di polvere della precedente levigatura. Dopo che avrete eseguito la prima mano di antiruggine, attendete un giorno prima di effettuare la seconda passata così che il prodotto si asciughi perfettamente.

Continua la lettura
55

Per quanto concerne la scelta della vernice, suggerisco di adoperare uno smalto all'acqua servendovi di un pennello o, in alternativa, uno spruzzatore. Prestate attenzione quando diluite tale prodotto poiché se eccessivamente acquoso saranno necessarie molte mani di pittura al contrario invece, se la vernice è densa, potrebbe formarsi uno strato disomogeneo similare alla buccia d’arancia. Alternativamente allo smalto d'acqua, potete impiegare una pittura a base d'olio o una vernice spray, quest’ultima particolarmente adatta per gli oggetti che raggiungono temperatura elevate (ad esempio i termosifoni). Ricordate di non iniziare questo lavoro se non indossate guanti, occhiali di protezione e un respiratore, dal momento che la pittura che rimuoverete può contenere piombo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come verniciare una stufa in ghisa

Le stufe in ghisa sono un elemento di arredo molto in voga negli ultimi tempi. Con il loro stile vintage e la loro utilità possono essere reimpiegate per l'arredamento e il riscaldamento delle nostre case. Una stufa rivestita in ghisa però è in grado...
Materiali e Attrezzi

Come verniciare i tubi flessibili in PVC

Il cloruro di polivinile, conosciuto con la corrispondente sigla "PVC", è un materiale adoperato principalmente nel campo edilizio, in particolare per la creazione di tubi, finestre, pavimenti e in alcuni casi anche per la realizzazione di fibre tessili....
Materiali e Attrezzi

Come filettare la ghisa

La ghisa, come il ferro battuto e l'acciaio, è una lega formata da ferro e carbonio. È una lega contenente dal 2% al 4% di carbonio, nonché quantitativi variabili di silicio e di manganese e tracce di impurità quali zolfo e fosforo. Resistente, malleabile...
Materiali e Attrezzi

Come collegare i tubi in rame ai tubi in polietilene

Se abbiamo un impianto idraulico realizzato con delle tubazioni in rame ed intendiamo sostituire una parte danneggiata, oppure decidiamo di creare una nuova diramazione, è importante sapere come collegare i suddetti tubi a quelli in polietilene. In riferimento...
Materiali e Attrezzi

Come dipingere i tubi in acciaio flessibili

I motivi per decidere di dipingere un tubo in acciaio sono molti. Anzitutto alcuni tubi devono sopportare alte temperature per molto tempo, oppure quelli esterni sono soggetti alle intemperie. Più semplicemente vogliamo dipingere i tubi con lo stesso...
Materiali e Attrezzi

Proprietà termiche della ghisa

La ghisa è una lega ferrosa che si ottiene trattando a caldo i minerali del ferro. Questa lega trova una vasta utilizzazione in molteplici settori, in quanto ha delle proprietà davvero molto importanti. Una di queste è rappresentata dalla sua elevata...
Materiali e Attrezzi

Come saldare la ghisa sferoidale

I metalli presenti in natura sono molteplici e, grazie all'intervento dell'uomo e allo sviluppo delle tecnologie industriali, sono variamente combinati per ottenere materiali di particolare qualità. La ghisa sferoidale ne è un esempio, con le sue caratteristiche...
Materiali e Attrezzi

Come proteggere la ghisa dalla ruggine

La ghisa è un materiale molto resistente alle alte temperature e pertanto viene impiegato in molti modi diversi: per realizzare le piastre per le stufe, per i dischi dei freni delle automobili, per i termosifoni, per le padelle comunemente usate in cucina...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.