Come verniciare il rame

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se intendiamo verniciare il rame, è importante sapere che essendo un metallo molto ossidabile, non è prudente rivestirlo con qualsiasi tipo di vernice, poiché a lungo andare, l'ossido riesce a trapassare attraverso il colore, facendolo diventare nerastro. Per ovviare a questo inconveniente, bisogna adottare un passaggio obbligato, che consiste in un procedimento chiamato decapaggio. In questa breve guida illustrerò come verniciare il rame in pochi e semplici passaggi, perciò continuiamo a leggere questo articolo per scoprire come fare. Attenzione: questa è una guida redatta a solo scopo informativo, pertanto non mi assumo alcuna responsabilità dell'uso che se ne farà.

25

Trattare l'oggetto in rame

Mediante questo procedimento chimico, si ottiene un processo che consente di rimuovere l'ossidazione sulla superficie del rame, rendendolo idoneo a qualsiasi tipo di verniciatura o copertura (porcellana compresa). Nel caso del rame, il procedimento di decapaggio è quindi necessario e deve essere eseguito immergendolo in un apposito liquido (reperibile presso qualsiasi ferramenta o negozi specializzati), dopodiché va risciacquato ed asciugato. Dopo il trattamento, la superficie è pronta per essere colorata.

35

Applicare uno strato di primer

Un secondo sistema per verniciare il rame, è quello di utilizzare delle sostanze isolanti, per essere sicuri che il colore aderisca alla perfezione e, una volta asciugato, non si scrosti. In questo caso, se utilizziamo vernice con solventi, il primer indicato è a base di antiruggine, che applicato con molta cura a pennello, costituisce un ottimo strato per creare la superficie idonea. Dopo l'applicazione della vernice, per evitare brutte e antiestetiche striature o grumi, prima che la vernice si asciughi definitivamente cospargiamo la superficie di talco; a questo punto, con il palmo della mano strofiniamo (non troppo aggressivamente), ottenendo una colorazione compatta e liscia.

Continua la lettura
45

Verniciare l'oggetto in rame

Dopo la preparazione di base il rame va accuratamente satinato, e mediante l'ausilio di una paglietta di ferro, fatta agire in modo circolare su tutta la superficie. Lo scopo è di eliminare lo strato lucido naturale, che con il procedimento appena indicato, viene ulteriormente accentuato. Soltanto adesso, possiamo procedere con l'applicazione delle vernici. Se intendiamo utilizzare pitture acriliche, l'ideale è eseguire la verniciatura con un compressore o una bomboletta spray, che vanno tenute a debita distanza, per evitare bollature. La colorazione per essere uniforme, necessita di almeno due mani (ricordiamo di aspettare 20 minuti tra una mano e l'altra).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come usare lo spray fissativo sul rame

Il rame è un metallo duttile e malleabile e possiede alcune affinità chimiche con l'argento. Oltre ad essere molto resistente e riciclabile, il rame risulta anche un ottimo conduttore di calore ed elettricità e per queste sue caratteristiche viene...
Materiali e Attrezzi

Come smaltare il rame

Quando decidiamo di fare dei lavori con il rame, come ad esempio creare dei bracciali o delle collane, prima di smaltare la superficie, abbiamo la necessità di adottare alcune importanti tecniche per disossidarlo, onde evitare che in fase di cottura...
Materiali e Attrezzi

Come ossidare il rame verde

Ci sono vari metodi per ossidare e di conseguenza cambiare colore al rame. A differenza del ferro che quando si ossida comincia a diventare ruggine, il rame invece reagisce formando una patina sulla superfice a cui seguirà il cambiamento di colore. L'esempio...
Materiali e Attrezzi

Come avvolgere il rame intorno al vetro

Svolgere un'attività lavorativa attraverso l'utilizzo del rame e del vetro, consente di ottenere degli ottimi risultati. Qualora desideriate, ad esempio, realizzare delle lampade oppure delle vetrate bombate, dovrete arrotolare (con estrema precisione)...
Materiali e Attrezzi

Consigli per curvare i tubi in rame

Se abbiamo deciso di installare una condotta idrica per irrigare ad esempio il giardino, ed intendiamo utilizzare dei tubi in rame, sorge il problema su come piegarli per creare le opportune curve o gomiti. Tuttavia ci sono alcune tecniche ben precise,...
Materiali e Attrezzi

Come intarsiare il rame nel legno

Se amiamo fare delle lavorazioni artistiche con il legno, possiamo poi rifinirlo con degli intarsi in metallo che ne esaltano maggiormente il pregio. Usando infatti il rame è possibile inserirlo in apposite calettature che creiamo con un bulino d'acciaio...
Materiali e Attrezzi

Come stagnare una pentola di rame

Molto tempo fa, le pentole che le nostre nonne usavano in cucina erano in rame. Questo pregiato metallo dal colore rosato ha conducibilità elettriche e termiche elevatissime, tuttavia presenta un difetto molto scocciante, vale a dire quello di diventare...
Materiali e Attrezzi

I migliori pluviali in rame

Ogni casa ha bisogno di manutenzione costante che consenta all'edificio di conservare tutte le sue funzionalità e di restare sempre in buone condizioni. Uno degli agenti atmosferici più pericolosi è la pioggia, che può causare infiltrazioni e muffa....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.