Come vetrificare una piastrella con un tovagliolo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Le piastrelle vetrificate sono utilizzate per la pavimentazione nell'architettura moderna. Queste piastrelle sono comunemente usati per case, uffici, studi, parchi, luoghi di culto e in molte altre strutture edilizie. Si tratta di comuni piastrelle di ceramica, ma che non sono fatte solo da argilla, ma anche con plastica, silice e feldspato. I pavimenti in piastrelle vetrificate possono emulare quelle di marmo o in granito, poiché hanno un aspetto lucido e per questo sono ampiamente utilizzate in tutto il mondo. Tuttavia, queste piastrelle costituiscono anche una buona alternativa ai mattoni, poiché hanno le stesse qualità, ma con disegni e modelli ibridi. Sono rigide, forti e di lunga durata. Siccome il prezzo non è accessibile, vale la pena tentare di realizzarle con le proprie mani. Nella seguente guida vedremo in particolare come vetrificare una piastrella con un tovagliolo.

25

Occorrente

  • una tavola per Tiling
  • resina bicomponente
  • pennelli di varie misure
  • tovaglioli
  • gesso acrilico bianco
  • spatola in legno
  • guanti per hobby
35

Per prima cosa stendi una mano di gesso acrilico bianco sulla piastrella. Cerca di farlo in modo uniforme usando l'apposita spatola. Lascia asciugare. Quando il gesso è completamente secco, ripassa una seconda volta e aspetta che si asciughi per un paio d'ore. Stendi una mano di colla su ogni tovagliolo e incollali molto delicatamente sulla piastrella, dando la forma che più soddisfa i tuoi gusti. In questa delicata operazione, aiutati con un pennello asciutto. Devi avere una mano molto leggera per evitare che i tovaglioli possano spezzarsi. Ci sono quelli adatti al tiling quindi ti consiglio di usare questo tipo che non si rompe facilmente.

45

Adesso bisogna preparare il composto che la renderà un cristallo. Prepara una miscela mescolando insieme resina ed indurente. Amalgama bene i due componenti in un contenitore che usi soltanto per questo tipo di lavori, usando una stecca o una spatola di legno e girando con un movimento lento per qualche minuto. Lascia riposare il composto per dieci minuti. In questo modo verranno eliminate le bollicine d'aria che normalmente si formano e che rovinerebbero la tua opera d'arte.

Continua la lettura
55

Adesso viene la fase forse più delicata di tutto il lavoro. Bisogna far colare sulla piastrella il composto per poi distribuirlo con l'aiuto della spatolina in legno su tutta la superficie. È molto importante distribuire bene il materiale evitando di far formare crepe, bolle e imperfezioni. Si deve anche fare in modo che lo spessore della lastra sia uguale su tutta la superficie. In questo modo, avrai vetrificato la piastrella, che sembrerà chiusa in una lastra di vetro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come realizzare un foro perfettamente circolare su una piastrella

Nel settore dell'edilizia, mentre viene realizzata o ristrutturata un'abitazione, non è raro che durante la posa in opera delle piastrelle, si devono effettuare dei fori circolari per contornare un elemento decorativo della casa stessa. Un esempio può...
Casa

Come eliminare una piastrella scheggiata senza far danno

Può capitare che cadendoci sul pavimento qualcosa di pesante, o sbattendo un oggetto alla parete si possa scheggiare una piastrella. Altre volte, un piano non perfetto, specie del pavimento, può causare la rottura di alcune mattonelle. Ecco che diventa...
Casa

Come attaccare una piastrella al muro

A volte può succedere che una piastrella al muro si scheggi oppure, peggio ancora, si stacca e di conseguenza si rompe in mille pezzi. In questi casi bisogna attaccare un'altra mattonella prestando molta attenzione per evitare di scheggiare e/o danneggiare...
Casa

Come piegare un tovagliolo a forma di coniglio

Quando abbiamo degli ospiti a pranzo o cena ci preoccupiamo che tutto sia in ordine, che il cibo sia buono e che possiamo passare del tempo insieme piacevolmente. La tavola riveste un ruolo fondamentale perché se vogliamo impressionare gli invitati dobbiamo...
Casa

Come piegare il tovagliolo a forma di camicia

I tovaglioli, si sa, sono parte integrante di un perfetto arredamento per la tavola e sceglierli con attenzione può fare la differenza. Anche per i commensali, poi, è sempre una piacevole sorpresa scoprire le forme creative ed originali con le quali...
Casa

Come piegare un tovagliolo in un calice

Quando avete un'occasione importante da festeggiare, come una ricorrenza o le semplici festività natalizie e in famiglia avete deciso che il pranzo o la cena si svolgeranno in casa vostra, sicuramente vorrete fare un'ottima figura. Non solo perché le...
Casa

Come sostituire le piastrelle

Quanti di voi stanno lì a guardare la piastrella danneggiata nel bagno, o in cucina, per mesi evitando di riparare il danno perché certi che il piastrellista costerà tanto? Vorreste tanto sostituirla ma al momento semplicemente avete da pensare ad...
Casa

Come cambiare le piastrelle del bagno

Tra tutti gli ambienti domestici, il bagno è sicuramente quello maggiormente soggetto all'aggressione di umidità, prodotti chimici per la pulizia e urti. Con il trascorrere del tempo è quindi molto probabile notare che le piastrelle che lo rivestono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.