Consigli per allargare un foro nel legno

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Spesso, mentre ci dilettiamo nel bricolage, dobbiamo eseguire dei fori nel legno, un'operazione che non sembra molto facile, se non si hanno alcune conoscenze di base.
Inizialmente bisogna segnare con una matita, il punto dove è necessario forare, per essere certi di non sbagliare; con un trapano elettrico, dotato di punte appositamente ideate per il legno, forate la superficie fino a quando la punta rotante non penetra integralmente nel legno.
Dopo questa prima operazione, adesso vediamo quali sono i consigli per allargare un foro nel legno.

26

Misurare il foro

Dopo aver inciso il foro con il trapano, per allargare la superficie, bisogna stabilire la circonferenza del buco nel legno; quindi misurate con un compasso l'ampiezza del foro. La misurazione servirà per scegliere la punta più adatta da applicare al trapano.
In seguito, scegliete se usare un trapano portatile o un trapano a colonna, per forare il legno.

36

Usare una punta forstner

Per forare con precisione il legno, si usano le punte forstner da applicare al trapano; sono punte disponibili in varie misure e specificatamente studiate per incidere il legno. Prima di allargare il foro, praticate un piccolo foro di prova per verificare la velocità e la stabilità del trapano. Partendo dal foro di prova, incidete tutta la superficie delimitata, avendo cura di far penetrare la punta completamente nel legno.

Continua la lettura
46

Montare una sega a tazza

In alternativa al trapano con la punta forstner, è possibile acquistare presso una ferramenta una sega a tazza da applicare sulla punta del trapano. La sega a tazza è dotata di un cilindro circolare, che incide perfettamente il legno.
Al mandrino del trapano, montate la sega a tazza, avendo cura di lasciar sporgere la punta di circa 1 cm per consentire maggiore stabilità; ed assicurati che il fermo e l'attacco siano perfettamente avvitati.

56

Usare una sega a tazza

Dopo aver montato la sega a tazza, misurate con un compasso l'area da allargare ed allineate la punta del trapano con il foro già preesistente, facendo aderire i denti della sega alla superficie del legno. Iniziate ad incidere il legno fino in fondo, e poi ripetete la stessa operazione dall'altro lato, per un taglio perfetto.
Se il foro iniziale è più largo di 3 mm, per evitare che il trapano non esegua un taglio netto, applicate un foglio di compensato per assicurarvi maggiore stabilità.

66

Usare uno scalpello

Se non si dispone di un trapano, o si ha difficoltà nell'usarlo, possiamo allargare il foro con l'aiuto di uno scalpello. Gli scalpelli per il legno, vengono usati per effettuare lavori di precisione, e sono composti da due facce: una piana e l'altra rastremata.
Prima di iniziare il lavoro con lo scalpello, misurate l'area da allargare e delimitatela con una matita, poi con un martello e lo scalpello incidete la superficie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Legno lamellare: consigli per la scelta

Il legno lamellare è un materiale speciale che si presta a numerosissimi utilizzi creativi e di design nel campo dell'arredamento e della costruzione di mobili, oggetti e forniture fai da te. Il legno lamellare rappresenta una tipologia particolare di...
Materiali e Attrezzi

Legno lamellare: consigli di manutenzione

Il legno lamellare è oggigiorno utilizzato in tantissime applicazione. Utilizzato principalmente per la realizzazione di mobili, questo particolare profilato ligneo è usato anche per realizzare strutture più o meno mastodontiche come gazebo o anche...
Materiali e Attrezzi

Consigli d'uso degli scalpelli di legno

Il bulino, meglio conosciuto con il nome di scalpello, non è altro che uno strumento utilizzato per la lavorazione di diversi materiali come il legno, i metalli o la pietra. A seconda dell'utilizzo presentano forme e caratteristiche diverse. In questa...
Materiali e Attrezzi

Consigli e utensili per la piallatura del legno

La vocazione al mestiere di artigiano è una dote innata ma state certi, un po’ pratici si diventa! Sì, soprattutto se siamo un po’ ambiziosi nel voler imparare, curiosi di capire come si possono autonomamente trasformare gli oggetti, se abbiamo...
Materiali e Attrezzi

Come Usare Il Mastice Legno O Legno Fluido

Chi ama dedicarsi ai lavori di bricolage e, in particolare quelli che prevedono l'utilizzo del legno, sicuramente conosce il mastice di legno o legno fluido: un preparato ottenuto impastando della finissima segatura ad un legante (come olio di lino, colla...
Materiali e Attrezzi

Come introdurre le viti nel legno compensato

Il legno compensato è un materiale che si utilizza piuttosto frequentemente nel bricolage. Grazie ad esso possiamo realizzare scatole e cassetti che restano intatti e non si deformano col tempo. Quando montiamo un mobiletto in legno compensato, dobbiamo...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere le viti per il legno

Cominciamo col dire che lo scopo della vite è quello di fissare tra loro due o più parti. Generalmente le viti si avvitano in senso orario e la parte metallica con cui è costituita la vite è filettata per aderire meglio al tipo di materiale che andremo...
Materiali e Attrezzi

Come costruire una casetta di legno

Se sognate di vivere in una baita in montagna, allora potrebbe piacervi l'idea di ricreare un modellino di una casetta in legno per i vostri bambini o da utilizzare come ripostiglio per degli attrezzi, oppure, ancora, sarà possibile sfruttarla come luogo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.