Consigli per il trattamento del cotto

Tramite: O2O 26/11/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il cotto è da sempre utilizzato per realizzare pavimentazioni in case ed uffici, grazie alle sue doti resistenti e durature nel tempo. Tuttavia, come tutte le pavimentazioni, necessita di alcuni trattamenti per mantenere lo stato naturale ed il colore originale (generalmente rossiccio) o per cambiarlo con la realizzazione di effetti speciali. A tal proposito, nei successivi passi di questa guida, vi fornirò alcuni consigli per il trattamento del cotto. Procediamo!

26

Occorrente

  • vernice trasparente
  • olio di lino
  • stucco
  • materiali protettivi e sigillanti
  • vernice isolante
  • cera
  • trementina
  • panno di lana o lucidatrice con spazzole di feltro
36

Innanzitutto, la prima linea di difesa per tenere il cotto pulito, è spazzarlo quotidianamente per evitare che granuli di sabbia o altri materiali introdotti in casa con i piedi, possano creare un effetto smeriglio sul pavimento. Importante, è anche l?intervento di protezione che può avvenire sia con una vernice trasparente acquistabile preconfezionata in negozi specializzati, sia con un semplice e naturale olio di lino. Questo trattamento può essere applicato su vecchie piastrelle per rinvigorirle o a seguito di una nuova posa. L'unica differenza tra le vecchie piastrelle e quelle nuove, consiste nel fatto che, mentre le prime sono già sigillate nelle giunture, le nuove vanno prima stuccate, poi fatte asciugare ed infine trattate con materiali protettivi e sigillanti.

46

Molte persone preferiscono invece trattare la pavimentazione del cotto con degli effetti tali da fargli assumere colorazioni diverse o maggiore lucentezza. Tra questi il più diffuso è l'effetto bagnato. Il trattamento consiste nell'applicazione di un'apposita vernice isolante, che va applicata sulla superficie del cotto ed in seguito lasciata asciugare, per poi aggiungere della cera specifica che fa assumere alla pavimentazione il cosiddetto "effetto bagnato". Esistono poi due metodi principali per l'impregnazione e la sigillatura del cotto tradizionale. Il primo metodo consiste nel saturare prima le piastrelle con più mani di olio di lino mescolati con trementina.

Continua la lettura
56

Il secondo, molto più diffuso perché non prevede la necessità di un tecnico specializzato, si basa sull'applicazione della cera d?api, opportunamente elaborata dalle case produttrici proprio per creare un effetto lucidante e protettivo delle pavimentazioni in cotto. L?applicazione della cera consente, infatti, di compattare le superfici porose facendole diventare lisce, setose e nello stesso tempo idrorepellenti a gocce d?acqua e a macchie. La cera, va applicata a mano su tutta la superficie e poi lucidata con un panno di lana o con una lucidatrice con spazzole di feltro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Consigli pratici per la costruzione di un presepe

In prossimità delle feste natalizie, ogni momento è favorevole per la realizzazione degli addobbi a tema. I preparativi fervono ed in tutte le case c'è fermento. Il più classico degli addobbi, oltre all'albero di Natale, è il presepe. Anche più...
Bricolage

10 consigli per rimuovere i graffi dagli occhiali

Gli occhiali, siano essi da vista o da sole, rappresentano in tutti i casi un indispensabile supporto per ciascuno di noi. Quando però un occhiale si graffia, ciò non rappresenta solo un inconveniente di tipo estetico, ma è un problema che può causare...
Bricolage

Consigli per avvitare un bullone senza la chiave inglese

Quando dobbiamo avvitare un bullone e non abbiamo a disposizione una chiave inglese, è necessario trovare una soluzione alternativa, senza però danneggiare la testa che lo renderebbe inutilizzabile. A tale proposito in questa lista ci sono alcuni consigli,...
Bricolage

5 consigli per costruire una bat box

Le bat box o rifugi per pipistrelli sono simpatiche casette, di solito realizzate in legno, che si usano per attirare questi piccoli animaletti in modo tale che aggirandosi intorno alla nostra abitazione mangino le zanzare, aiutandoci ad evitare di utilizzare...
Bricolage

Consigli per riciclare le luci di Natale non funzionanti

Tra gli addobbi natalizi più caratteristici, le luci rappresentano senz'altro una delle scelte decorative di maggior fascino. Esse possono essere sistemate ovunque, non soltanto attorno al famoso albero. Ma cosa fare quando si fulminano e non riescono...
Bricolage

Consigli per la saldatura ad elettrodo

La saldatura, pur essendo un procedimento non esageratamente complicato, necessita ugualmente di alcune norme per risultare ben fatta e priva di pericoli. Una saldatura compiuta nel modo giusto regge anche alle sollecitazioni più forti. In questa guida...
Bricolage

10 consigli per ammorbidire le scarpe

A chi non è mai capitato di rispolverare un vecchio paio di scarpe che ti piaceva da pazzi ma che una volta indossate erano dure?Oppure di comprare delle scarpe che ti hanno folgorato per la loro bellezza ma che appena provate erano scomode?Anche se...
Bricolage

Consigli per fissare l'asse da stiro alla parete

Tra i molteplici lavori domestici, stirare la biancheria è forse il più estenuante. Spesso alla noia provocata dal lavoro in sé, si aggiungono anche altri due elementi. Il primo è recuperare l'asse da stiro nei meandri dei nostri ripostigli. Il secondo...