Consigli per l'innesto a omega

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

A volte, la natura ha bisogno del lavoro dell’uomo per riprodurre piante che con tale intervento, non vengono alterate le loro caratteristiche, ma diventano più attraenti, producono frutti particolarmente gustosi e di ottima qualità. Si sta considerando, con questa prima puntualizzazione, la pratica dell’innesto che si sviluppa unendo delle parti di due piante, in maniera che si saldino per poter, successivamente crescere, come se fosse un unico vegetale. È una tecnica contadina antichissima che si può effettuare in tanti modi, considerando le giuste direttive, per ottenere buoni risultati ed oggi daremo consigli per l'attecchimento a omega.

26

Si consiglia di scegliere la giusta porzione di ramo provvista di una o più gemme

Per una buona riuscita è importante saper selezionare le marze, scegliendo quella dalle gemme stazionarie, vale a dire ancora non rigonfiate. Si consiglia, a tal proposito di staccare, dalla pianta madre, in inverno inoltrato, i rami che dovrebbero fornici quel che serve, per poi chiuderli in bustine di plastica e conservarli in frigo, valutando una temperatura non inferiore a “0” e non superiore a “3”.

36

Si consiglia di usare una innestatrice manuale.

Solitamente, la tecnica trattata oggi, si pratica sulle rose e sulle viti che sono, entrambe piante ricche di linfa. Quest’ultima cola al momento dell’incisione che, se fatta con l’innestatrice manuale, provoca uno squarcio a forma di occhiello che regolerà la fuoriuscita del citato liquido di nutrimento, portando ad un perfetto risanamento e, conseguenzialmente alla straordinaria crescita tanto desiderata.

Continua la lettura
46

Si consiglia di valutare il periodo più adatto

Si consiglia di praticare l’innesto a omega quando la vegetazione delle piante riposa o sta per riprendere. Potremmo considerare, dunque i mesi che vanno da Settembre a Novembre, introducendo la parte della pianta da tranciare nel cavo del portainnesto.

56

Si consiglia di seguire un corretto taglio

Come si è suscritto è bene utilizzare l’innestatrice manuale ma, in assenza si potrebbe considerare un coltello ben affilato per tranciare non di netto le due parti, senza lacerare la corteccia non recisa. E’, pure importante effettuare nella porzione di ramo un taglio distante dalla gemma di almeno 10 mm per poi introdurre il tutto nella parte incavata da innestare.

66

Si consigliano manovre finali per una perfetta e prolungata presa

Dopo aver seguito i consigli dati è bene far coincidere perfettamente le parti tra loro, avvolgere, in seguito, il tutto con una striscetta di rafia, per poi fermarla perfettamente con quel che si ha a disposizione; potrebbe essere il semplice nastro isolante, o della paraffina sciolta da usare nella zona ultima dell’innesto. Queste manovre sono importantissime perché solo se fatte a regola d'arte porteranno ad un'ottima presa e, conseguenzialmente ad una straordinaria pianta ben cresciuta e da apprezzare pienamente sia per la qualità che per la quantità dei suoi frutti e fiori.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Consigli per l'innesto a triangolo

L'innesto a triangolo è un procedimento che si effettua soprattutto su alberi da frutto; viene così chiamato per la forma del taglio che si pratica sul portainnesto, cioè triangolare. In esso verrà inserita la cosiddetta marza, o nesto. Le probabilità...
Giardinaggio

Consigli per l'innesto a spacco

L’innesto è una tecnica usata da moltissimi anni per riprodurre piante di ogni genere. Esistono vari tipi di innesto. Ogni tipo viene utilizzato per delle piante specifiche. Tramite questo tutorial vi daremo degli utili consigli per l’innesto a spacco....
Giardinaggio

Consigli per l'innesto a corona

Per tutti gli amanti dell'agricoltura e del giardinaggio, questa guida fa al caso vostro.Infatti questa guida si occupa di descrivere e di darvi dei preziosi consigli per l'innesto a corona per le vostre amate piante.  Innanzitutto bisogna saper che...
Giardinaggio

Consigli per l'innesto a incastro

Se abbiamo un albero da frutto come ad esempio quello di limoni, ed intendiamo farlo diventare più prolifico, possiamo adottare la tecnica dell'innesto, che nello specifico per gli agrumi, consiste in quella ad incastro. A tale proposito nei passi successivi...
Giardinaggio

Come realizzare un innesto su pianta da frutto

L'innesto è una tecnica molto utilizzata dagli agricoltori e dai giardinieri, in quanto grazie ad essa è possibile scegliere diverse combinazioni o replicare numerose volte lo stesso frutto mantenendo inalterata comunque la caratteristica della pianta...
Giardinaggio

Come effettuare l'innesto sull'albero di limoni

L'innesto è una delle tecniche maggiormente adoperate in agricoltura per permettere alle piante (soprattutto quelle da frutto) di proliferare. Altre tecniche di propagazione sono la margotta, la propaggine e la talea. L'innesto è tuttavia un'operazione...
Giardinaggio

Come fare l'innesto a spacco

Il giardinaggio è un hobby molto salutare, esso infatti allevia stress e ansia e permette di rilassarsi. Se anche voi siete degli amanti del pollice verde avrete senza dubbio sentito parlare di innesto. L'innesto è senza dubbio la tecnica maggiormente...
Giardinaggio

Come fare un innesto a corona

Un'antica arte dell'agricoltura è l'innesto. L'innesto è una tecnica che consente di far crescere da un albero un ramo aggiunto da noi. Le tecniche di innesto sono molto varie. Le diverse tipologie di innesto permettono di utilizzare la tecnica migliore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.