Consigli per pulire l'acqua di un acquario

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se vorreste lasciare vivere sani i vostri pesci in un acquario pulito, è bene prendersene cura costantemente e adottare alcuni accorgimenti per pulirne l'acqua. Se non sapete come fare, vi basterà continuare a leggere questi consigli. Prima di tutto dovete controllare se possedete tutti gli accessori e strumenti necessari. Vi occorreranno infatti: dell'acqua (della giusta quantità per riempire l'acquario), una spugna per pulire il vetro e fatta apposta per pulire eventuali alghe formatesi, un secchio da circa 10l da impiegare solo per l'acquario, uno aspiratore a sifone, dei mezzi di filtraggio per appunto pulire i filtri, un detergente apposito per pulire gli acquari, una soluzione di candeggina al 10%, lama di rasoio metallica o fatta di plastica.

26

Pulire il vetro interno dell'acquario

La prima cosa fa fare prima di tirare fuori l'acqua dall'acquario, è quella di pulire le pareti interne di vetro tramite un'apposita spugna ma se non basta e di conseguenza lo sporco si è incrostato, usate una lama metallica o di plastica (se il vetro è in acrilico fate molto delicatamente perché rischia di graffiarsi con facilità). Decidete quant' acqua cambiare: ad esempio se i pesci sono sani, ne basterà il 10-20%.

36

Rimuovere l'acqua con un sifone

Tramite un sifone, immergete con un'estremità in tubo nell'acqua che l'aspirerà e uscirà dall'altra estremità che avrete accuratamente direzionato in un apposito recipiente. È bene non usare un contenitore che di solito si usa per le lavastoviglie o la biancheria, ma uno apposito da usare solo per quando si pulisce l'acquario.

Continua la lettura
46

Pulire la ghiaia

È molto importante pulire anche il fondo dell'acquario usando sempre il sifone. Lo sporco e i residui di cibi rimarranno bloccati nell'aspiratore. Se avete pesci molto piccoli fate attenzione a non risucchiarli magari usando dei filtri sicuri.

56

Pulire le decorazioni dell'acquario

Spesso non si fa a caso a pulire un'altra parte fondamentale dell'acquario, ossia le sue decorazioni come rocce o piante finte. Qui infatti si accumulano le alghe nate dall'eccesso di nutrimenti nell'acqua. Prendetele una ad una e pulitele bene con uno spazzolino o una spugnetta. Se il risultato non è ottimale, immergetele in una soluzione di candeggina al 10% in un contenitore per 15 minuti, poi risciacquatele con acqua bollente e fatele asciugare all' aria e vedrete come poi torneranno come nuove!

66

Sostituire l'acqua sorca con quella pulita

A questo punto potrete sostituire l'acqua sporca che avete tolto con quella pulita ricordandovi di mantenere la stessa temperatura della precedente, per questo abbiate a disposizione nell'acquario un termostato che vi indica i gradi. Dopo un paio d'ore che sarà non più torbida ma trasparente, potrete finalmente disporvi all'interno i pesci.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come pulire l'acqua di un acquario

Possedere un acquario è il sogno di molti. Chi non vorrebbe una splendida e decorativa vasca colma di pesciolini dai colori sgargianti? Ma mantenere un acquario non è uno scherzo, anzi, è quasi una missione. Specialmente se si tratta di pesci esotici...
Altri Hobby

Come evitare la formazione di alghe nell'acquario

Tra gli argomenti maggiormente diffusi sui forum dedicati all'acquofilia, quello che riguarda la comparsa di alghe negli acquari è il più gettonato. Sfortunatamente, l'ambiente acquoso popolato da pesci e piante favorisce la produzione di detriti che,...
Casa

Come creare un acquario finto

Esistono diversi modi per creare un acquario finto. Uno di questi, originale ed ecologico allo stesso tempo, consiste nel riutilizzare barattoli e bottiglie per trasformarli in originali oggetti d'arredamento. Tali oggetti andranno riempiti d'acqua, pietre...
Altri Hobby

Come scegliere il fondo per un acquario

Un acquario può diventare un meraviglioso e sorprendente elemento di arredo per un appartamento moderno ed affascinante. Curare un acquario con tanti pesci colorati è rilassante ed interessante, e di certo un acquario curato e ben decorato può veramente...
Casa

Come pulire i filtri dell'acquario

Se abbiamo un acquario sia esso tropicale o marino, è importante periodicamente pulire il filtro, per evitare che possano generarsi dei batteri che poi risultano nocivi per piante e pesci oltre che pericolosi, poiché compromettono la funzionalità...
Casa

Come fare un acquario a filtrazione naturale

L'acquario è un bell'accessorio per arredare la casa. Spesso però l'acquario necessita di molte attenzioni e di manutenzioni accurate per salvaguardare il benessere dei pesci che lo abitano e la sua pulizia. Scoprite come fare un acquario a filtrazione...
Bricolage

Come creare un quadro acquario

Uno degli elementi arredativi in grado di migliorare l'estetica di una casa è rappresentato senza dubbio da un acquario. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, possederne uno richiede impegno e sacrificio, oltre ad una notevole spesa economica per l'acquisto....
Casa

Come costruire un filtro per l'acquario

Sono tantissime le persone che tengono in casa propria un acquario di pesci come "oggetto decorativo", per dare un tocco esotico a qualche angolo buio dell'appartamento o semplicemente per dare alla casa quell'aspetto elegante e raffinato che solo un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.