Consigli per seminare il prato

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Avere un prato verde, rigoglioso e ben curato dove trascorrere il proprio tempo in assoluto relax è il sogno di molti. Il prato infatti, oltre ad essere un elemento che rende più bella la propria abitazione, dona un senso di serenità e di naturalezza in grado di migliorare la qualità della vita. Nella seguente guida in particolare ci occuperemo di come seminare il prato e forniremo dei preziosi consigli per compiere tale operazione nel migliore dei modi.

26

Ripulire l'area interessata

Prima di procedere alla semina, è necessario ripulire completamente l'area interessata. Se sul terreno è presente ancora il vecchio prato, sarà necessario estirparlo completamente. Vanno inoltre rimossi pietre, erbe infestanti, ceppi di alberi morti e qualsiasi altra sostanza dannosa per il terreno formatasi nel corso degli anni. A tale scopo, si consiglia di utilizzare un diserbante sistematico prima della nuova semina in modo da eliminare gli apparati radicali vegeti nel terreno.

36

Rullare il terreno

Dopo aver ripulito completamente il terreno, è bene rullare lo stesso. Utilizzate, a tal fine, dei piccoli rulli trainati a mano perfetti per i prati di piccole dimensioni. L'operazione dovrà essere compiuta più volte fin quando avrete eliminato le irregolarità dal terreno spianando la superficie. Livellate, aggiungendo della terra, se ciò appare necessario. Otterrete così una superficie quanto più regolare possibile.

Continua la lettura
46

Optare per il periodo autunnale

Il periodo migliore per seminare il prato è, senza dubbio, quello autunnale. Il terreno sarà infatti ancora caldo ed umido a causa della pioggia. Prima di seminare, è bene verificare che non vi sia eccessiva umidità e molto vento. Se deciderete di seminare in estate, sarà necessario bagnare in maniera continua il terreno, per evitare che i semi non germoglino.

56

Scegliere la semenza con attenzione

La scelta della semenza è importante; molto dipende dal clima della zona in cui il prato verrà realizzato. In commercio si possono trovare varie specialità di semi, diversificate anche in base all'uso cui è destinato il prato ovvero se ornamentale o calpestabile. Prestate poi attenzione alla qualità dei semi, per evitare di ritrovarsi delle chiazze vuote nel prato.

66

Rastrellare il prato

Dopo aver seminato il prato, sarà necessario rastrellare delicatamente il terreno in modo da far penetrare i semi nello stesso. Il seme appena gettato dovrà essere dunque ricoperto da un piccolo strato di terra, che favorisce l'uniformità della tessitura del manto erboso. Per garantire una crescita regolare, il terreno dovrà essere umidificato costantemente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come seminare il prato

Chi di noi non desidera avere un bel prato verde e rigoglioso, dove passare le giornate con i cari? Il prato infatti oltre ad abbellire la nostra casa, è capace di donare serenità e senso di naturalezza, aspetti fondamentali per accrescere la qualità...
Giardinaggio

10 consigli pratici per un prato perfetto

Sognate da sempre un prato come quelli che si vedono nei giardini delle case inglesi o americane? Avete provato più volte a far crescere nel vostro giardino un prato verde e brillante ma non avete ottenuto i risultati sperati? Allora questa è proprio...
Giardinaggio

Consigli per realizzare un prato inglese

Un prato verde e rigoglioso, come quello inglese, in giardino non possiede solamente un valore estetico. Possiamo definire questo manto erboso il polmone verde della nostra casa: la nostra fonte di ossigeno. Nei mesi più caldi, inoltre, garantisce un...
Giardinaggio

Consigli per scegliere il prato per il giardino

Un giardino curato e in perfetto ordine, come quello che spesso ammiriamo nelle riviste specializzate, non è impossibile da realizzare! Ovviamente per ottenere un manto erboso folto e compatto, è indispensabile prendere in considerazione alcuni aspetti...
Giardinaggio

Consigli per irrigare il prato

Se vuoi che il tuo giardino si conservi bene e che sia sempre di un verde brillante la cosa sicuramente più importante a cui dovrete prestare molta attenzione e un po' di tempo è l'irrigazione. Ovviamente se non irrighiamo il nostro prato con le giuste...
Giardinaggio

5 semplici consigli per ottenere un prato magnifico

Per allestire nel nostro giardino un prato perfetto e in tipico stile inglese, è necessario seguire alcune linee guida, basate in genere sull'uso corretto di terriccio, attrezzi, concimi e antiparassitari. In questa lista troviamo quindi 5 semplici consigli,...
Giardinaggio

5 consigli per mantenere il prato in autunno

La stagione autunnale è quella più indicata per riportare il terreno alle condizioni ideali, per farlo riprendere dallo stress estivo e per prepararlo all'inverno nel migliore dei modi. Con il riscaldamento del terreno dovuto alle temperature dell'estate,...
Giardinaggio

5 consigli per la cura del prato in primavera

L'inverno sembra non abbandonare la sua stretta morsa, ma in molti si è già proiettati verso l'arrivo della tanto attesa primavera. I colori, i profumi, i germogli che spuntano delle piante che abbiamo cercato di preservare dal freddo, la voglia di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.