Consigli per tingere i tessuti in modo ecologico

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quante volte aprendo il vostro armadio vi siete imbattuti in vestiti che avete dimenticato persino di possedere? Le ragioni di un simile abbandono sono varie e spaziano dall'essere un capo d'abbigliamento fuori moda ad un semplice problema di misura. Per il secondo caso, ahimè, non vi resta che separarvi dal vostro amato vestito, ma per il primo caso potreste optare per una soluzione semplice e originale: tingere il tessuto del vostro vestito. Non temete! Non sarà necessario ricorrere a tinture artificiali o seguire procedure complicate: basteranno piccoli accorgimenti per ridare lustro al vostro vecchio capo d'abbigliamento. Come? Provando a seguire i nostri consigli! In questa lista vi proporremo, infatti, 5 consigli per tingere i tessuti e, per di più, in modo assolutamente ecologico. Tuttavia è bene ricordare che non tutti i tessuti possono essere tinti: tutte le fibre sintetiche, infatti, sono colorati tramite procedimenti chimici non reversibili tramite metodi "fai da te". Optate, quindi, per fibre organiche.

26

Metodo di tintura egiziano

Il primo modo che intendiamo proporvi era già conosciuto presso gli antichi egizi. Tutto ciò che vi occorre sono una pentola d'acciaio abbastanza capiente, del sale grosso e, ovviamente, il colorante naturale che intendete utilizzare, che dovrà essere pari alla quantità di tessuto che vorrete colorare. Per prima cosa lavate accuratamente i vestiti che dovrete tingere, onde evitare una tintura non uniforme; riempite la pentola con il sale grosso e con 150cc d'acqua per cucchiaio di colorante e fate bollire il tutto per circa un'ora; una volta ottenuta la tonalità desiderata, lasciate raffreddare il tutto e filtrate l'acqua di tintura. Infine prendete il vostro capo d'abbigliamento e immergetelo nell'acqua di tintura e attendete fino a quando l'acqua non si sarà raffreddata.

36

Tintura a base di aceto

Una prima alternativa al metodo di tintura precedentemente descritto può essere la tintura ecologica a base di aceto. La preparazione e l'occorrente per poter applicare questo metodo sono pressoché identici a quelli utilizzai per la tintura a sale. Le due procedure si differiscono solo per due aspetti: l'utilizzo dell'aceto in luogo del sale e le proporzioni tra soluzione e solvente. Questo tipo di tintura è indicata soprattutto per i coloranti a basi di radici, bacche o fiori. In questi casi le fonti di tintura sono ben protette da strutture esterne e rilasciano colore solo in presenza di soluzioni contenenti l'aceto. La procedura come già accennato è la medesima delle tinture a sale: occorre soltanto far corrispondere ad ogni parte d'aceto 4 di acqua fredda. Mettete insieme colorante e acqua, lasciate bollire per un'ora e setacciate la soluzione. Immergete il vostro abito e il gioco è fatto!

Continua la lettura
46

Tintura a base di carbonato di soda

Un'alternativa alle tinture naturali è rappresentata dalle tinture a base di carbonato di soda. Queste tinture pur essendo a base chimica, sono comunque ecologiche e quindi adatte al nostro scopo. In questo caso occorreranno: una ciotola, il vostro abito, la tintura e dell'acqua. Tuttavia occorre che quest'ultima non sia nè troppo calda nè troppo fredda, in quanto alcune temperature indebolirebbero la tinta. A questo punto immergete la tinta in acqua nelle proporzioni indicate e diluite in base all'effetto che vorrete ottenere, utilizzando più acqua per colori meno accesi e meno acqua per ottenere colori più brillanti. Mettete la vostra tinta nella ciotola e immergete il vostro abito per intero in questa soluzione. Infine avvolgetelo in un sacchetto di plastica per mantenere l'umidità e lasciate riposare per 4 ore circa.

56

Tintura tramite colorante biologico

Se invece siete alla ricerca di una soluzione più rapida al vostro problema potrete optare per i coloranti biologici. Questi coloranti non sono altro che i coloranti che otterreste autonomamente da erbe e radici varie, con la sola eccezione che sono pronti all'uso. Potrete trovarli nelle erboristerie più fornite in vari formati e prezzi, e solitamente essi sono già arricchiti con agenti mordenti. In alternativa, potrete scegliere voi i mordenti, come il bicarbonato o il sale grosso. Il procedimento anche in questo caso non subisce grosse variazioni. L'unico aspetto che cambia è la durata della fase di riposo del tessuto dopo che è stato colorato. Come detto prima i coloranti biologici presi in erboristeria sono opportunamente trattati con agenti fissanti diversi. Ogni agente richiede un tempo diverso per attecchire, pertanto informatevi bene su questo aspetto prima di procedere.

66

Tintura con acido citrico

L'ultimo soluto assolutamente ecologico che potrete usare per la tintura dei vostri capi è l'acido citrico. Esso è una sostanza assolutamente naturale ed ecologica: è presente, infatti, in diversi tipi di frutta soprattutto negli agrumi. L'acido citrico è inoltre l'unico mordente naturale che è in grado di interagire con tessuti sintetici, in particolare il poliestere. Prendete il vostro capo e lavatelo in lavatrice con la temperatura più alta possibile e aggiungete il bicarbonato di sodio. Preparate a parte dell'acqua bollente nelle quale discioglierete il colorante e aspettate che si raffreddi. A questo punto riportate la temperatra a 49 gradi, magari servendovi di un fornello, e aggiungete alla soluzione 1 cucchiaino di acido citrico. Mescolate il tutto per un minuto e attendete qualche ora.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come tingere i tessuti

Quando si comprano delle stoffe, solitamente si preferisce acquistarle già colorate, ma comprarle di colore neutro e provvedere a casa alla loro colorazione può essere una valida alternativa per tutti coloro che soffrono di allergie alla tinture industriali,...
Bricolage

Realizzare La Tintura Naturale Di Un Tessuto

La tintura dei tessuti è un'arte antica e piuttosto affascinante. Essa si basa sull'impiego di materiali di origine vegetale che danno colore alla stoffa mediante un articolato procedimento. Con un po' di pazienza è però possibile acquisire questa...
Cucito

Come tingere la tela Aida

Una tela Aida è un tessuto composto puramente da cotone largamente utilizzato per il ricamo contato ed il canovaccio. Con questo tipo di tessuto è possibile realizzare tovaglie, centrini, copri-materasso, fodere per cuscini e molto altro. L'armatura...
Altri Hobby

Come tingere le scarpe di tela

Le scarpe di tela sono generalmente quelle che vengono maggiormente sfruttate in estate, oppure per fare ginnastica. Naturalmente a seconda dell'uso che se ne fa sono dedite a rovinarsi e scolorirsi. Comunque seguendo delle giuste indicazioni oggi è...
Altri Hobby

Come tingere il cuoio

Il cuoio, chiamato anche pelle, è un materiale ricavato dalla pelle degli animali e viene principalmente utilizzato nel campo dell’abbigliamento, dell'arredamento, nella produzione di interni per auto e per il rivestimento dei libri. Il cuoio è un...
Materiali e Attrezzi

Come tingere il calcestruzzo

Il calcestruzzo è un materiale composito costituito da cemento, acqua e da sabbia o ghiaia. Aggiungere colore e vivacità a questo elemento sta diventando, per molti proprietari di abitazioni, uno dei progetti più popolari. È possibile tingere il calcestruzzo...
Altri Hobby

Come preparare una tintura vegetale

Le donne amano essere sempre in perfetta forma e il proprio look, sempre alla moda e in maniera impeccabile; dalla cura delle proprie mani, facendosi disegnare unghie decorate con la nuova nail art oppure sfoggiando una capigliatura del tutto particolare,...
Cucito

Come tingere i vestiti

Diverse volte, con il passare del tempo, capita che i vestiti perdano il loro colore naturale, e non si possano indossare. Essendo indossati frequentemente, sono proprio i vestiti più belli del nostro vestiario personale a ricadere in questa problematica,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.