Consigli per una perfetta aratura di un terreno argilloso

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se stiamo imparando le tecniche di coltivazione di alcuni tipi di piante o di ortaggi, è importante sapere che prima di tutto chi svolge un ruolo primario per la corretta propagazione dei semi è il terreno, che a seconda delle sue caratteristiche strutturali, si adatta a determinati tipi di colture. Tra questi troviamo quello argilloso che necessita di una lavorazione adeguata, prima di essere utilizzato per la semina specifica. A tale proposito ecco una lista con alcuni consigli, per ottenere una perfetta aratura su un terreno di tipo argilloso.

26

Effettuare l'aratura in inverno

L'aratura da effettuare nei terreni argillosi va fatta in inverno; infatti, sono molto compatti nel tardo periodo di questa stagione, mentre sono più granulosi verso ottobre, allora l'operazione può essere anticipata a metà autunno. In entrambi i casi il terreno va mosso in lungo e in largo per mescolarlo adeguatamente, in previsione della preparazione del letto per la semina.

36

Arare in profondità il terreno

La profondità dell’aratura è molto importante quando si tratta di un terreno argilloso; infatti, essendo quest'ultimo pesante bisogna ararlo in profondità, ad un distanza di 30 centimetri e con una trincea larga almeno venti. Lo scopo è di eliminare la parte superficiale che è meno ricca di granuli di argilla, e quindi non idonea alla coltivazione specifica di alcuni ortaggi, che come caratteristica necessitano solo di un suolo misto ad argilla.

Continua la lettura
46

Rompere le zolle grosse

Per ottenere una perfetta aratura di un terreno argilloso, è importante rompere le zolle piuttosto grosse, poiché con l'umidità e le eventuali piogge fungono da tappo sul letto di semina, vanificando poi il lavoro effettuato. Inoltre è importante precisare che le zolle se spesse impediscono al suolo di respirare, e quindi arricchirsi dell'humus necessario per far proliferare il raccolto.

56

Livellare il terreno

Dopo aver provveduto ad arare un terreno con queste caratteristiche argillose, è necessario livellare per intero il suolo, per evitare che l'acqua ristagni su eventuali dossi che si formano, tracimando poi con un quantitativo esagerato nel sottosuolo, e togliendola di conseguenza al terreno che si trova accanto, che invece è ben compattato.

66

Utilizzare gli attrezzi giusti

Utilizzare gli attrezzi giusti e ben combinati, consente di effettuare in un solo passaggio molti ettari di terreno argilloso, con conseguente risparmio di tempo e di compattamento del suolo. L'aratro, si può quindi corredare di un apposito erpice rotante che a seconda della manovra effettuata, è in grado di sostituire in un solo colpo i classici attrezzi manuali, che sono il rastrello per creare il solco nel suolo e la vanga per compattarlo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come correggere un terreno argilloso

Il terreno argilloso non riesce ad assorbire l'acqua quando piove per cui si generano pozze d'acqua stagnante. Esso è composto da sabbia, limo ed argilla in proporzioni variabili. I suoli di argilla sono presenti in diverse parti del mondo; essi contengono...
Giardinaggio

Come far crescere l'erba in un terreno argilloso

Per ottenere i migliori risultati, sia nell'orto sia i giardino, è necessario conoscere la situazione fisico-chimica del terreno. Vi sono, in natura, terreni più o meno spiccatamente acidi, neutri, alcalini; possono anche essere argillosi, sabbiosi,...
Giardinaggio

Come Arare Il Terreno

Arare un terreno potrebbe sembrare un lavoro da poco, ma chi lo fa da anni sa bene che invece è necessaria molta pazienza e bravura per ottenere degli ottimi risultati e fare in modo che il terreno diventi adatto per la semina. Da secoli gli uomini hanno...
Giardinaggio

Come coltivare un fondo argilloso

I terreni argillosi sono inospitali per natura e si riconoscono facilmente. Difatti, in estate sono secchi e in inverno si inzuppano completamente. Generalmente, un terreno argilloso difficilmente permette alle piante di crescere, e in più rende il suolo...
Giardinaggio

Come rendere più drenante un terreno

Un terreno con problemi di drenaggio risulta essere costantemente umido o bagnato, con conseguente presenza di molte pozze di acqua stagnante. Dopo un temporale, o semplicemente dopo anche una piccola pioggia, alcuni terreni tendono a trattenere l'acqua...
Giardinaggio

Come riconoscere le caratteristiche del terreno e migliorarlo

Chi possiede un piccolo o grande giardino sa bene quanto sia importante possedere le giuste conoscenze e competenze al fine di dare il giusto benessere alle piante che coltiva. L'elemento principale, senza il quale evidentemente le piante non potrebbero...
Giardinaggio

Come concimare il terreno in maniera corretta

La concimazione del terreno è una pratica eseguita ciclicamente per rendere la terra più produttiva e favorire la crescita sana e rigogliosa delle piante. Proprio come noi necessitiamo di cibo, anche la pianta ha bisogno di nutrimento: altrimenti avrà...
Giardinaggio

Come ravvivare il terreno del nostro giardino

Chi ha la fortuna di possedere un giardino, si sarà accorto che con l'alternarsi delle stagioni e con il passare degli anni il terreno perde molte delle sostanze nutritive in esso contenute, che portano ad un minore resa dello stesso. In questa una guida,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.