Consigli pratici su come sostituire la gommatura del teak

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chiunque abbia a che fare con le barche non può non conoscere il teak, termine usato per indicare un pregiatissimo legno, ricavato da varie specie di Tectona, ampiamente diffuse in paesi tropicali. Questo elegantissimo materiale è noto per essere molto resistente all'umidità e per questo motivo viene utilizzato per rivestire la coperta delle imbarcazioni. Tuttavia una coperta in teak richiede molta manutenzione, soprattutto perché, con il tempo, la gommatura tra le doghe tende a consumarsi e aumenta il rischio di infiltrazioni d'acqua. Ecco alcuni consigli pratici su come sostituire la gommatura del teak.

26

Rimuovere la gomma consumata

La prima cosa da fare è eliminare la gommatura vecchia e rovinata con l'utilizzo di una taglierina ben affilata. Bisogna far attenzione ad eliminare per bene ogni parte danneggiata senza tralasciarne alcuna, altrimenti tutto il lavoro andrà perso, è meglio levarne un po' in più per essere sicuri. Ma bisogna far attenzione a non danneggiare le doghe di teak con la punta affilata della taglierina.

36

Pulire il comento

Dopo aver rimosso il grosso della vecchia gommatura, rimarranno nel comento (fessura tra due doghe adiacenti) molti residui, che andranno eliminati con l'aiuto di uno scalpello delle giuste dimensioni. Anche in questa fase è necessario essere molto delicati per non danneggiare il teak. A questo punto bisogna levigare il comento con della semplice carta vetrata, in questo modo si pulirà ulteriormente l'area e la si preparerà alla fase successiva.

Continua la lettura
46

Applicare un primer

Per far durare a lungo la nuova gommatura è necessario passare un primer epossidico bicomponente all'interno del comento, questo farà aderire al meglio la gomma e la terrà ben salda al supporto. Può essere utile diluirlo un po' per facilitare la stesura, ma non oltre il 5% altrimenti perderà in efficacia. Per applicarlo basta un pennellino sottile per raggiungere ogni fessura.

56

Tecnica di applicazione

Ora si può passare alla gomma. In commercio si trova facilmente in una classica pistola da silicone. Utilizzando un beccuccio adatto alla grandezza del comento si deve pompare delicatamente la gomma all'interno avendo cura di non procedere troppo velocemente e di lasciare un sottile strato si gomma che superi di qualche millimetro l'altezza del teak. Questa si uniformerà prima dell'indurimento e lascerà un leggerissimo rialzo.

66

Tecnica con la spatola

Questa è una tecnica di applicazione alternativa a quella vista prima. Si posiziona del nastro adesivo ai bordi del comento da riempire e si applica la gomma con l'aiuto di una spatola, avendo cura di farla penetrare per bene in tutti gli spazi. Una volta finito di spatolare, rimuovere velocemente il nastro prima che la gomma si asciughi e si indurisca.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come sostituire la piletta di scarico di un lavabo

La piletta di scarico è il pezzo del lavabo più soggetto al deterioramento. A volte capita che tale pezzo possa perdere la sua cromatura o che possa presentare delle filature sulla sua superficie, problemi che si presentano inevitabilmente con il passare...
Bricolage

Come sostituire la tavola del water

Sostituire la tavola del water è un'operazione semplice, che nella maggior parte dei casi richiede davvero poco tempo. I sedili dei moderni servizi igienici sono realizzati generalmente in due formati standard e le sedi di sostituzione sono realizzate...
Bricolage

Come sostituire un sottopiede

La guida in questione si occuperà di spiegarvi Come costruire un sottopiede, argomento che ritengo interessante da sviluppare per portarlo a conoscenza dei lettori curiosi del fai da te. Le scarpe sono indispensabili, ma tendono, con l'andare del tempo,...
Bricolage

Come sostituire il W.C.

Può capitare che per svariati motivi vi sia la necessità di sostituire il WC di casa. Si tratta di un operazione che può tranquillamente essere eseguita anche in regime fai da te, la cosa importante è che possediamo un pochino di manualità, la giusta...
Bricolage

Come sostituire la gamba di un tavolo

In casa propria è sempre utile saper effettuare delle piccole riparazioni. Succede sovente, un po' per l'usura ed un po' per la mancanza di un mantenimento adeguato, che ci si debba adoperare in tal senso. Poiché si tratta proprio di piccoli interventi,...
Bricolage

Come sostituire l’anta di un armadio

Può capitare, con il passare del tempo, di dover sostituire un'anta perché rotta, difettosa, o semplicemente perché si desidera dare un nuovo look all'armadio. Se volete farlo senza spendere un sacco di soldi ma non conoscete il modo di procedere,...
Bricolage

Come sostituire la termocoppia del piano cottura

Gli elettrodomestici, anche i più robusti, possono subire danni nel tempo. Usura e logorio colpiscono anche le loro funzionalità. Col passare degli anni potremmo notare un calo nella resa. La fiamma di uno dei fornelli della cucina, per esempio, potrebbe...
Bricolage

Come sostituire la lampadina del forno

Per quanto possa sembrare un'impresa da eroi, sostituire la lampadina del proprio forno si rivela invece un'operazione abbastanza semplice, soprattutto perché non è un compito che si svolge con frequenza. Il materiale di cui è composta l'ampolla di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.