Cura dei gerani: 5 errori comuni da evitare

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il geranio, nome scientifico pelargonium, è una pianta perenne che appartiene alla famiglia delle geraniacee. Diciamo pure che esistono diverse specie di questa pianta; però le più conosciute sono: pelargonium zonale o geranio comune che si presenta con foglie pelose ed a forma di cuore; pelargonium peltatum o geranio edera dalle foglie lucide e carnose; pelargonium grandiflorum o geranio a farfalla con foglie lobate e fiori con 5 macchie; pelargonium odoratissimum o geranio odoroso con foglie piccole e frastagliate e fiori bianchi o rosei; pelargonium graveolens che ha un profumo di rosa e pelargonium radens con un profumo di limone. I più coltivati sono i gerani zonali. Se seguirete attentamente i passi di questa guida scoprirete come prendersi cura dei gerani ed inoltre quali sono i 5 errori comuni da evitare.

28

Occorrente

  • fertilizzante per piante
  • innaffiatura
  • potatura
38

Senza dubbio un errore che si commette con molta frequenza è quello di non bagnare i gerani, bagnarli raramente oppure con scarso quantitativo d'acqua. Essi devono essere bagnati poco, ma in modo irregolare, in modo da non favorire il fenomeno della disidratazione dei tessuti profondi del fiore. È consigliabile mettere poca acqua una volta a settimana e non fare l'errore di metterne molta una volta al mese. Comunque, l'acqua non deve ristagnare nel vaso, per evitare che si formi la muffa.

48

Un secondo errore da non commettere mai è quello di fare una potatura molto energica; basta semplicemente togliere il minimo indispensabile, è importante fare questa operazione solo per ridurre la chioma del geranio. Un terzo errore è quello di mettere i gerani in luoghi chiusi, poco areati o sporchi come per esempio il garage; in questo ambiente ristagnano i gas di scarico che formano sulle foglie dei gerani una patina oleosa e scura. Questa alterazione riduce lo scambio gassoso con l'esterno e quindi riduce la capacità di assorbimento e la capacità luminosa.

Continua la lettura
58

Un quarto errore è quello di aspettare i primi freddi per fare una buona pulizia della pianta; detta pulizia consiste nell'eliminazione del residuo delle foglie e degli steli secchi, nell'eliminare i fiori avvizziti e nel tagliare le estremità degli steli per facilitare la circolazione dell'aria; in poche parole deve restare solo il materiale verde cioè quelle sano. Dopo aver fatto questa operazione, la pianta si deve mettere in una zona protetta, al riparo dal gelo.

68

Un ultimo errore è quello di mettere la pianta in un luogo freddo; se la temperatura scende sotto zero il geranio muore. Con una temperatura di 3/4 gradi la pianta smette di vegetare, ma comunque resta in vita. Nel periodo invernale se si abita in una zona con un clima caldo non bisogna commettere l'errore di non innaffiare la pianta. È opportuno innaffiarla ed utilizzare il fertilizzante perché la pianta è sempre viva e va nutrita.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Cura dell'oleandro: 5 errori comuni da evitare

L'oleandro è una bellissima e fantastica pianta. Essa è conosciuta anche per essere un arbusto sempreverde, cioè per arbusto si intende un vegetale che è simile ad un albero e i propri rami si separano dal tronco principale quando sono posizionati...
Giardinaggio

Cura delle orchidee: 5 errori comuni da evitare

Chi ha la passione per il giardinaggio sa bene quanto sia importante curare le piante. Ne esistono diverse specie, alcune delle quali più delicate e bisognose di attenzioni. Molte di queste ultime rientrano nel gruppo delle piante da interno e decorative....
Giardinaggio

Cura della mimosa: 5 errori comuni da evitare

Se amiamo i fiori e siamo appassionati di giardinaggio e soprattutto abbiamo la fortuna di disporre di uno spazio idoneo a poterli coltivare, potremo scegliere di piantare la mimosa. Simbolo della festa della donna, la pianta fu scelta per celebrare appunto...
Giardinaggio

Cura delle margherite: 5 errori comuni da evitare

Le margherite sono un gruppo eterogeneo di fiori a forma di stella, che include i classici fiori bianchi, come la margherita oxeye annuale (Leucanthemum vulgare) e altri gruppi di fiori colorati e perenni, come la Susanna dagli occhi neri (Thunbergia...
Giardinaggio

Come prendersi cura dei gerani

Il Geranio è una delle piante più comuni nei giardini o sui balconi e con i suoi colori dona vita in qualsiasi angolo della tua casa. È una pianta molto resistente al freddo ed è essenzialmente facile prendersene cura. In questa guida vedremo come...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura dell'arancio

L'arancio è uno degli alberi più belli da tenere in un terreno o in un grande giardino. La sua potatura è semplice da effettuare, ma per fare in modo che l'arancio sia sempre sano e produca dei frutti succosi e genuini bisogna prestare attenzione ai...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura dell'albero di limoni

L'albero dei limoni fa parte della famiglia degli agrumi in cui rientrano anche, aranci, cedri, mandarini, mandaranci, pompelmi; tutti frutti ricchi di preziose vitamine che regalano abbondanti fioriture profumate e fruttificazioni, se ben coltivate....
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del nespolo

Il nespolo, è un meraviglioso albero da frutta che necessita di determinate cure e di determinati passaggi precisi per crescere bene, sano, robusto e in forma. Per chi non è pratico con il giardinaggio, esistono delle tecniche speciali per la potatura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.