Errori da evitare nella coltivazione dell'orto

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Molte persone che vogliono entrare nel campo della coltivazione dell'orto, tendono a fare errori che spesso vengono sottovalutati per mancanza di tempo o per fare meno lavoro perché non si ha voglia. A dispetto di tutti i libri di giardinaggio o corsi appostiti per tutto ciò, gli errori vengono comunque fatti. In questo articolo vedremo alcuni errori da evitare nella coltivazione dell'orto e qualche possibilità di rimedio per avere un orto sano a fiorito di piante e ortaggi.

26

Non preparare il terreno

La maggior parte delle persone fa spesso questo errore di non preparare il terreno prima, un po' per ignoranza e anche per causa di pigrizia. Quando i semi e le piantine sono in una terra umida in primavera, i fori fatti tendono ad allargarsi e dopo di che diventa per loro troppo spazioso e non trovano una regolare crescita. Con il tempo il terreno si asciuga presto e diventa molto duro. Se le radici delle piante nasciture non possono penetrare nel terreno, vi ritroverete con piante gracili. Scavando bene nel terreno potete aggiungere dei composti di foglie muffa che renderanno il vostro terreno abbastanza sciolto per avere una buona radice delle piante. Anche se può essere una lavoro massacrante deve assolutamente essere fatto prima della impiantagione.

36

Non controllare lo stato del terreno

Tendiamo a dimenticare che il suolo è come un organismo vivente, in continua evoluzione. Le condizioni del suolo possono variare con la quantità delle precipitazioni, con il deflusso del terreno e la mancanza di drenaggio. Alcune piante riducono alcuni nutrienti del suolo rispetto agli altri. Le forti piogge possono far fuoriuscire via il calcare che avete aggiunto recentemente per aumentare il pH del vostro terreno per i broccoli o altro. Vale la pena controllare il terreno per il livello di pH e dello stato minerale di ogni stagione di crescita e così che rendere necessarie le modifiche a poche settimane prima della semina. Poi provate di nuovo per assicurarvi che le cose siano perfette per le piante.
La materia organica ha un effetto modulante sulla chimica del suolo, in modo che più è sano il vostro terreno, meglio è. Aggiungete un sacco di compost di letame stagionato per i vostri letti vegetali. Un buon terreno è particolarmente importante per le verdure in quanto è necessario che crescano piante sane che producono alimenti di alta qualità.

Continua la lettura
46

Irrigazione sbagliata

Questo è un altro errore, ciò è l'irrigazione che è commesso da coloro che innaffiano le loro piante con un tubo da giardino palmare. Preoccupandosi soltanto di levare via la sporcizia dalle foglie, incuranti del fatto che le radici hanno avuto pochissima acqua. Quando vedete le piante asciutte nel pomeriggio stancanti dal sole, dare una spruzzata di acqua veloce. Le piante bevono acqua attraverso le radici.

I risultati di irrigazione poco profonda rendono le radici poco profonde. Le piante con il tempo diventano dipendenti dalle frequenti irrigazioni. E sono predisposte a cadere e all'avvizzimento rapido dato che le loro radici non sono cresciute in profondità del terreno. Puntate su una irrigazione a goccia o di un sistema di tubi di irrigazione, garantisce una irrigazione sicura profondo. E vi aiuteranno a risparmiare acqua.

56

Sbagliare zona climatica

Sappiamo tutti che le piante hanno questa capacità unica di diventare un alimento, grazie alle loro foglie e con la luce del sole, acqua e aria.
Ci sono alcune piante del bosco che si sono evolute per sopravvivere in zone ombreggiate, e altre no. Se si impianta delle piante che sono predisposte al sole lì, non prospereranno. Per esempio i pomodori e la maggior parte di altre verdure, devono essere impiantati in zone dove possono avere la luce del sole sempre, per tutta la giornata. Se avete un giardino ombreggiato, non potete sperare nella crescita di un sacco di verdure diverse.

66

Piantare piante invasive

Quasi ogni giardiniere si è ritrovato ad avere una bella pianta comprata in uno dei suoi viaggi e poi portata a casa, senza rendersi conto che sono considerate erbe infestanti. Solo perché non trovate certe piante nella vostra località, non significa che non siano invasive. Ma ormai da anni varie località stanno prendendo misure di eradicazione e regole severe che riescono a tenere fuori tutto ciò. Sia che si raccolgano semi o piante da un ambiente naturale, o ricevere piante e altri materiali da amici o parenti lontani e se vengono acquistati on line, dovete documentarvi bene se sono invasivi o no, poi una volta stabilito può diventare un lavoro duro perché potrebbero rovinare il vostro orto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Errori da evitare nella coltivazione dell'aloe vera

Se intendiamo coltivare l'aloe vera, e sfruttarne i suoi tantissimi principi attivi per tonificare la nostra pelle o purificare il corpo, bisogna prestare molta attenzione, poiché se si commettono degli errori sia nelle primissime fasi che in quelle...
Giardinaggio

10 errori da evitare quando si fa un orto urbano

L'orto urbano rappresenta una soluzione "green" davvero molto di moda. Sono infatti molte le persone che, pur abitando in contesti cittadini, desidera vivere nel verde e al tempo stesso beneficiare di tutte le bontà che la terra può offrire. Ecco quindi...
Giardinaggio

5 errori da evitare nella coltivazione del pomodoro

La coltivazione dei pomodori è un llavoro relativamente semplice. Si tratta di una pianta annuale i cui frutti sono fondamentali in vari tipi di cucina. Fortunatamente si tratta di una pianta che si adatta a vari climi, temperature e tipi di terreno....
Giardinaggio

10 errori da evitare quando si inizia a coltivare un orto

Si fa sempre più diffusa l'intenzione di iniziare a coltivare un orto. Che sia in un angolo del giardino o in una piccola area del balcone o del terrazzo sempre più italiani abbracciano questa passione. Alcuni lo fanno semplicemente come hobby altri...
Giardinaggio

Achillea: coltivazione e proprietà

L'achillea è una pianta aromatica appartenente alla famiglia delle Asteraceae. La pianta dal sapore aromatico e poco edulcorato gode di molteplici proprietà ed è ideale per la coltivazione domestica. In questa lista vi sarà illustrato tutto quello...
Giardinaggio

Pomodori neri: proprietà e coltivazione

I pomodori neri sono delle particolari varietà di pomodori molto famosi nel mondo, anche per le sue proprietà anti-tumorali. Inoltre non hanno niente a che vedere con gli OGM, ma sono delle varietà sanissime, che apportano tanti benefici per la nostra...
Giardinaggio

Come coltivare un orto biodinamico

Se abbiamo un pezzettino di terra e decidiamo di coltivare degli ortaggi, possiamo realizzare un orto biodinamico che si basa sulla coltivazione solo di prodotti naturali; infatti, anche i concimi e i pesticidi sono di questa origine. A tale proposito...
Giardinaggio

Le migliori piante per l'orto in terrazzo

Se avete intenzione di allestire un bellissimo e funzionale orto in terrazzo, potete farlo documentandovi però sulle varie tipologie di piante che si prestano per questa coltivazione; infatti, si tratta di sapere se richiedono un certo quantitativo di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.