Errori da evitare nella cura delle gerbere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le gerbere sono piante che appartengono alla specie delle Asteraceae con bellissimi fiori colorati che vanno dal fuxia, al rosa, all'arancione. Se si vuole stupire qualcuno con un mazzo di fiori, sicuramente in esso ci saranno delle gerbere, perché questi fiori sono prodotti anche a livello industriale proprio per l'utilizzo dei fiori recisi. La gerbera è una pianta molto elegante ed esteticamente piacevole, che si può coltivare seguendo alcuni semplici suggerimenti. Sebbene questa pianta non abbia bisogno di attenzioni e cure eccessive, ci sono alcune cose che è meglio evitare per far sì che la pianta non muoia prematuramente. Ecco un'utile guida con i principali errori da evitare nella cura e coltivazione delle gerbere.

26

Annaffiare troppo la pianta

Il primo errore da evitare nella coltivazione delle gerbere è quello di annaffiarle troppo spesso. Questa pianta è facilmente soggetta alla comparsa di marciume, dovuto proprio a un'eccessiva irrigazione. Le annaffiature devono essere sporadiche, ma non rare: occorre sempre verificare che il terriccio abbia assorbito tutta l'acqua, prima di darla di nuovo.

36

Esporla alla luce del sole diretta

La gerbera ama molto la luce del sole, ma un'esposizione troppo diretta, in particolare in estate e nelle zone in cui le temperature raggiungono i 35-37 gradi centigradi, potrebbe bruciarne irrimediabilmente le foglie. È opportuno quindi far raggiungere la pianta dai raggi solari, ma in modo non troppo diretto.

Continua la lettura
46

Usare un terriccio sbagliato

Tra gli errori da evitare nella cura della gerbera c'è quello di utilizzare un terriccio sbagliato. La gerbera ha bisogno di un terriccio molto drenante, che filtri ed assorba abbondantemente l'acqua. La pianta soffre molto i ristagni ed un terriccio sbagliato porterebbe alla formazione di muffe e micosi.

56

Tenere il vaso in una zona poco ventilata

Le gerbere sopravvivono e fioriscono in un ambiente luminoso, particolarmente asciutto e ben ventilato. Senza un'adeguata areazione ogni annaffiatura potrebbe risultare fatale alla gerbera. È opportuno quindi coltivarla in una zona naturalmente ventilata, ma al riparo da eventuali gelate e piogge troppo forti. L'ideale è un terrazzo riparato sui tre lati ed aperto su uno.

66

Trattare le infezioni con prodotti sbagliati

La gerbera è una pianta molto resistente e non è facile che sia attaccata da insetti. Il suo nemico più acerrimo sono funghi e micosi, che si presentano in caso di ristagni, piogge frequenti o annaffiature eccessive. Per la cura di queste infezioni fungine esistono molti prodotti in commercio, ma non sempre essi sono efficaci. L'ideale è l'utilizzo di prodotti a base di rame o, ancor meglio, naturali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Cura della azalea: 5 errori comuni da evitare

Durante la festa della mamma o qualche altra campagna benefica, vi sarà certamente capitato di intravedere nelle piazze dei bellissimi fiori colorati in vaso: questi erano probabilmente i fiori dell'azalea. Durante la primavera, queste meravigliose piante...
Giardinaggio

Cura dell'oleandro: 5 errori comuni da evitare

L'oleandro è una bellissima e fantastica pianta. Essa è conosciuta anche per essere un arbusto sempreverde, cioè per arbusto si intende un vegetale che è simile ad un albero e i propri rami si separano dal tronco principale quando sono posizionati...
Giardinaggio

Cura delle piante rampicanti: errori da evitare

Tra le piante ornamentali che non possono mancare nel proprio giardino sono sicuramente le rampicanti. Sono delle piante che non richiedono molta manutenzione ma che comunque bisogna prestare le giuste cure per mantenerla rigogliosa e ordinata. Ma come...
Giardinaggio

Cura delle piante aromatiche: 5 errori comuni da evitare

Le piante aromatiche sono degli ospiti indispensabili dei nostri balconi o dei terrazzi. Non soltanto in quanto le erbe da cucina tenute in casa sono sicuramente più economiche e genuine rispetto ad altre, ma anche e soprattutto perché la cucina...
Giardinaggio

5 errori da evitare nella cura di una pianta grassa

Se abbiamo intenzione di coltivare e curare una pianta grassa, è importante conoscerla a fondo per evitare di commettere degli errori, che potrebbero vanificare il lavoro. Si tratta infatti, di una tipologia di pianta che richiede una cura appropriata...
Giardinaggio

Cura della mimosa: 5 errori comuni da evitare

Se amiamo i fiori e siamo appassionati di giardinaggio e soprattutto abbiamo la fortuna di disporre di uno spazio idoneo a poterli coltivare, potremo scegliere di piantare la mimosa. Simbolo della festa della donna, la pianta fu scelta per celebrare appunto...
Giardinaggio

Cura delle orchidee: 5 errori comuni da evitare

Chi ha la passione per il giardinaggio sa bene quanto sia importante curare le piante. Ne esistono diverse specie, alcune delle quali più delicate e bisognose di attenzioni. Molte di queste ultime rientrano nel gruppo delle piante da interno e decorative....
Giardinaggio

Cura delle margherite: 5 errori comuni da evitare

Le margherite sono un gruppo eterogeneo di fiori a forma di stella, che include i classici fiori bianchi, come la margherita oxeye annuale (Leucanthemum vulgare) e altri gruppi di fiori colorati e perenni, come la Susanna dagli occhi neri (Thunbergia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.