Gli errori più comuni nella potatura del mandorlo

Tramite: O2O 17/06/2015
Difficoltà: media
17

Introduzione

La Potatura è un operazione che viene fatta agli alberi e alle piante per migliorare le fioriture successive. Per tutto il periodo invernale le piante si trovano in uno stato vegetativo, ma con l'arrivo della primavera inizia la fase del risveglio. La bella stagione, infatti, è il momento adatto per attuare degli interventi per migliorare la loro crescita. I motivi della potatura sono di fondamentale importanza, poiché sistemando e togliendo alcune parti, la pianta ne ritrae beneficio. I modi di potatura vengono eseguiti quasi sempre allo stesso modo per tutte le piante. Infatti anche il mandorlo riceve questa cura. Essa consiste nel ridurre la chioma, e eliminare i rami secchi o danneggiati. La potatura del mandorlo non è facile da eseguire. Fatta male può provocare dei danni irreparabili. Ecco gli errori più comuni nella potatura del mandorlo.

27

Potare nel periodo sbagliato

Potare nel periodo sbagliato il mandorlo è un errore da evitare. Di solito la potatura va eseguita al'inizio della primavera e mai prima. Anticipando i tempi si rischia il ricaccio anticipato del germoglio. Con risultati sfavorevoli in caso di gelate.

37

Tagliare i rami producenti

Errore più comune e quando vengono tagliati i rami producenti. Effettuando questa potatura provoca una mancata crescita del frutto. Quindi è necessario tagliare i rami soltanto i rami danneggiati e secchi che non presentano gemme. Pertanto il taglio non va mai fatto in un internodo del ramo.

Continua la lettura
47

Tagliare troppo vicino al tronco

Tagliare troppo vicino al tronco il mandorlo è una potatura completamente errata. In questo modo una volta eseguito il taglio l'albero smetterà di produrre per molto tempo. Quindi è opportuno evitare di eseguire tagli drastici e irreversibili.

57

Non strappare la corteccia

Un altro errore comune è lo strappo della corteccia. Questa operazione può costare la vita della pianta. Considerato uno degli errori più gravi in campo della botanica. Va quindi evitato. Infatti, il taglio va fatto netto senza sbavature. Rispettando il collare dell'attaccatura dei rami. Così evitando le scorticatura del mandorlo.

67

Non potare l'albero che da frutti

Il mandorlo è una pianta che di solito produce molti frutti. In considerazione a questa caratteristica, a volte molte coltivatori inesperti pensano che in relazione a questa vivace produzione la pianta non necessita di potature. Niente più sbagliato! Il mandorlo va potato comunque. Anzi la potatura aiuterà a produrre più frutti. È tuttavia importante attuare questa operazione, poiché il mandorlo risponderà al meglio alle fioriture successive. Garantendo frutti ancora più sani.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del nespolo

Il nespolo, è un meraviglioso albero da frutta che necessita di determinate cure e di determinati passaggi precisi per crescere bene, sano, robusto e in forma. Per chi non è pratico con il giardinaggio, esistono delle tecniche speciali per la potatura...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del pesco

Il pesco, è un albero da frutto molto esigente, che richiede una potatura specifica per poter crescere in maniera sana e forte. Questa pianta da frutto, è molto delicata e deve sempre essere ben curata per poter crescere in modo efficiente e robusto.Per...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura dell'ulivo

L’ulivo è un albero dalla forma cespugliosa, con una chioma eccessivamente ampia e cilindrica. La pianta, visto la sua grandezza, è sostenuta sempre da fusti robusti, insediati fortemente nel terreno. Tenendo in considerazione che qualsiasi tipo di...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del fico

Secondo recenti sondaggi su tutto il territorio nazionale, sono sempre di più le persone che si dedicano al giardinaggio, occupandosi soprattutto di piante da frutto. Tra gli alberi più coltivati in tutto il paese, vi è sicuramente il fico per via...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura dell'albero di limoni

L'albero dei limoni fa parte della famiglia degli agrumi in cui rientrano anche, aranci, cedri, mandarini, mandaranci, pompelmi; tutti frutti ricchi di preziose vitamine che regalano abbondanti fioriture profumate e fruttificazioni, se ben coltivate....
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del mandarino

Le piante da mandarino sono piante che necessitano di condizioni appropriate per poter crescere rigogliose e produttive. Le condizioni migliori per questo tipo di piante che crescono ottimamente in climi temperato-caldi (range di temperatura tra i 13°C...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura della vite

La vite è una pianta che per avere una crescita regolare deve essere seguita e curata con sapienza e maestria, specialmente quando bisogna eseguire la potatura. Quest'ultima è una delle operazioni più delicate; infatti, bisogna avere una certa esperienza...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura dell'albicocco

Le albicocche sono i frutti più buoni dell'estate, morbide e gustose imbastiscono la tavola da maggio a giugno. L'albero che le produce (se collocato su un terreno idoneo e un clima adeguato), non ha bisogno di particolari cure, ma non bisogna mai sottovalutare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.