Gli errori più comuni nella potatura dell'arancio

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'arancio è uno degli alberi più belli da tenere in un terreno o in un grande giardino. La sua potatura è semplice da effettuare, ma per fare in modo che l'arancio sia sempre sano e produca dei frutti succosi e genuini bisogna prestare attenzione ai parametri ed alle regole precise della potatura. Vi sono infatti degli errori comuni, nella potatura dell'arancio, che è importante imparare a riconoscere ed evitare per non rendere inutile e sterile il lavoro di un'intera stagione di cura e mantenimento di questo bellissimo albero. Ecco quali sono gli errori più comuni nella potatura dell'arancio, così da evitarli sempre e godersi un albero sano e dei frutti dolci e succosi.

27

Occorrente

  • Cesoie
37

Il primo degli errori più comuni nella potatura dell'arancio riguarda senza dubbio il periodo giusto di potatura: essa, infatti, non è un'operazione da eseguire quando capita ed in ogni stagione; il momento preciso è cruciale nella crescita dell'albero, e potare i rami dell'arancio nel mese sbagliato potrebbe significare castrare l'albero ed impedirgli di far nascere e crescere i frutti così come dovrebbe essere normalmente. Così come il corpo umano, anche le piante hanno i loro ritmi biologici da rispettare nel loro mantenimento. La potatura dell'arancio deve avvenire necessariamente nei mesi di inizio estate, dunque verso giugno e luglio, per poi riprendere in pieno inverno. La potatura eseguita in primavera rischierebbe di rendere improduttivo l'arancio.

47

Un altro tra gli errori più comuni nella potatura dell'arancio è quello di effettuarla con attrezzi non idonei: ad esempio, può essere traumatico per l'arancio subire una potatura con un attrezzo troppo affilato dal taglio eccessivamente netto, come delle grosse cesoie. Il taglio dei rami dell'arancio deve essere più delicato e deve essere eseguito con degli strumenti e degli attrezzi puliti, possibilmente disinfettati prima dell'uso, per non sporcare i rami dell'arancio contribuendo ad infezioni della pianta.

Continua la lettura
57

Infine, il terzo degli errori più comuni nella potatura di un arancio riguarda il non accorgersi dei cosiddetti polloni, dei rami secchi e sottili simili a piccole canne che tendono a crescere intorno alle radici dell'arancio, a partire dal suo tronco. Si tratta di rametti che possono succhiare le proprietà nutritive dell'arancio, impedendone la crescita, ed è per questo che vanno osservate e riconosciute in tempo per poterle eliminare con strappi rapidi e netti alla radice.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare un albero di clementine

Le clementine derivano da un incrocio tra il mandarino e l’arancio amaro. La loro pianta appartiene al genere Citrus, della famiglia delle Rutacee. Si tratta di una pianta da frutto sempreverde e molto robusta. La clementina, che possiede una buccia...
Giardinaggio

10 utili consigli sulla potatura

Se si è amanti della natura, della varietà di colori che soltanto la terra può regalarci, allora prendersi cura del proprio giardino è un'attività da prendere assolutamente in considerazione. Infatti, un bel giardino ricco di piante, alberi, fiori,...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del melograno

La pianta del melograno appartiene alle punicacee ed il suo nome scientifico è punica granatum. È originaria del medio oriente e viene coltivata largamente anche nelle aree del Mediterraneo e nel Caucaso. Per quanto in Italia non sia molto conosciuta,...
Giardinaggio

Come potare un bonsai

Se desideriamo avere uno o più bonsai in casa, la cosa più importante che c'è da sapere è il fondamentale ruolo che ricopre la potatura. I bonsai sono dei mini alberi che vanno curati costantemente nel tempo e per fargli assumere la forma che vogliamo...
Giardinaggio

Noce da frutto: come avviene la potatura

Tra gli alberi da frutto di maggiore bellezza possiamo sicuramente annoverare il noce. Questa pianta è originaria dell'Asia, ed è arrivata in Europa nei tempi antichi. In Italia la sua coltivazione è particolarmente rilevante in Campania. Il nome botanico...
Giardinaggio

Tecniche e consigli di potatura

Avete degli alberi nel vostro giardino? Questi necessitano della periodica potatura e non volete spendere denaro superfluo affidando questo lavoro a un tecnico specializzato? Niente paura! Questa guida verrà in vostro soccorso! Nei passi seguenti infatti...
Giardinaggio

Come fare la potatura di risanamento

La potatura è un elemento molto importante della cura delle nostre piante. Non è solo una questione estetica, ma anche soprattutto una questione di salute. La cosa è ben evidente, ad esempio, nelle piante da frutto. Infatti, una buona potatura permette...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del mandarino

Le piante da mandarino sono piante che necessitano di condizioni appropriate per poter crescere rigogliose e produttive. Le condizioni migliori per questo tipo di piante che crescono ottimamente in climi temperato-caldi (range di temperatura tra i 13°C...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.