Guida alla manutenzione di un estintore

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'estintore ogni giorno salva centinaia di vite umane. La sua presenza è obbligatoria in ogni ambiente pubblico e sopratutto in luoghi dove si maneggiano sostanze facilmente infiammabili. Proprio grazie al suo essenziale uso, è necessario elaborare una guida che inglobi i passi fondamentali per la manutenzione di un estintore.

26

Passo numero uno: la sorveglianza.
Quest'ultima va effettuata periodicamente, di norma con frequenza mensile, apportando delle verifiche sull'estintore. Bisogna infatti capire se esso sia stato manomesso, se si trovi ancora in una posizione agevole per l'utilizzo in caso di incendio, se sia esente da eventuali danni ma soprattutto se sia ancora presente l'apposito cartello con la sua guida all'utilizzo.

36

Passo numero due: il controllo.
Esso deve essere eseguito a scadenza semestrale e non in modo autonomo, bensì da personale qualificato e che abbia un riconoscimento, il quale verificherà l'efficienza dell'estintore tramite accertamenti tecnici specifici che variano a seconda del tipo di estintore.

Continua la lettura
46

Passo numero tre: la revisione.
Quest'ultima deve essere eseguita sempre da un personale qualificato e riconosciuto, quindi non in modo autonomo, e consiste nel verificare ulteriormente l'estintore e nell'attuare degli interventi per rendere rendere quest'ultimo maggiormente efficace. Una delle operazioni più importanti è la manutenzione dell'agente estinguente che può portare ad una sostituzione ma anche semplicemente ad una ricarica di quest'ultimo. Questo intervento deve essere fatto a scadenze regolari che variano a seconda del tipo di estintore.
In un estintore a polvere deve essere attuato ogni 3 anni, in uno a CO2 ogni 5 anni mentre in uno a schiuma ogni 18 mesi.

56

Passo numero quattro: collaudo.
Quest'ultimo è l'ultimo passaggio affinché un estintore funzioni a regola d'arte e consiste appunto nel verificare, sempre da un personale specializzato e riconosciuto, tramite una prova detta idraulica la stabilità dell'involucro. Il collaudo deve essere effettuato in modo regolare e a scadenze temporali prestabilite dalla leggere che cambiano a seconda del tipo di estintore.
Negli estintori a polvere deve essere fatto ogni sei anni mentre se è CE dodici anni, in quelli a schiuma ad acqua ogni sei anni che diventano dodici se CE ed infine in quelli a CO2 ogni dieci anni. Al temine di ogni operazione è dovere del personale specializzato e riconosciuto registrare i dati con la data sull'apposito estintore in modo chiaro e usando un pennarello indelebile.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per effettuare la manutenzione ogni mese scegliere una data che è facile da ricordare e segnarla sul proprio calendario.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come Scegliere L'Estintore

Gli estintori sono degli utilissimi apparecchi per spegnere il fuoco in caso di incendio. Per ogni tipo di fuoco e per ogni tipo di materiale comburente, c’è un estintore dotato dell’agente estinguente specifico. Per esempio, l’acqua è uno degli...
Materiali e Attrezzi

Guida alla manutenzione del ferro battuto

Il ferro battuto viene utilizzato spesso per arredare gli appartamenti, ad esempio per impreziosire il letto della camera da letto, per realizzare bellissimi balconi eccetera. Naturalmente, come ogni altro materiale, il ferro ha bisogno di un'accurata...
Materiali e Attrezzi

La manutenzione del rasaerba

Per chi possiede un giardino, riuscire a mantenere curata l'erba è una delle maggiori soddisfazioni che si possano ottenere. Saper utilizzare alla perfezione un rasaerba, risulta pertanto essenziale per avere un'erba perfetta e pettinata. Quando giunge...
Materiali e Attrezzi

Come fare manutenzione a una motosega

La motosega è uno strumento molto utilizzato soprattutto dai taglialegna durante le loro opere di disboscamento delle foreste, ma può essere utilizzata anche dai meno esperti semplicemente per tagliare alberi troppo grandi per esempio nel giardino....
Materiali e Attrezzi

Piastrelle adesive: consigli di manutenzione

Le piastrelle adesive sono la soluzione ideale per chi ha la necessità di risparmiare oppure di sostituire spesso il rivestimento di casa, esterno e/o interno. Infatti le piastrelle adesive hanno un costo davvero basso e si applicano senza problemi a...
Materiali e Attrezzi

Legno lamellare: consigli di manutenzione

Il legno lamellare è oggigiorno utilizzato in tantissime applicazione. Utilizzato principalmente per la realizzazione di mobili, questo particolare profilato ligneo è usato anche per realizzare strutture più o meno mastodontiche come gazebo o anche...
Materiali e Attrezzi

Come fare manutenzione all'addolcitore

Gli addolcitori sono degli strumenti utilizzati in ambito idraulico, per prevenire e contrastare la "durezza" dell'acqua. Per "Acqua Dura" si intende quella che presenta un'elevata concentrazione di sali minerali, tra cui il magnesio ed il calcio. Quando...
Materiali e Attrezzi

La pietra refrattaria: utilizzo e manutenzione

In qualsiasi abitazione, tra i tanti utensili e materiali che si hanno a disposizione, non dovrebbe assolutamente mancare una pietra refrattaria, dal momento che si tratta di un importante elaborato che si ottiene dalla cottura dell'argilla, utilizzato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.