Guida pratica sulla raccolta delle olive

Tramite: O2O 18/11/2017
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Per essere certi che il vostro oliveto renda al massimo del suo potenziale, prima dovrete assicurarvi di avere potato, concimato, irrigato e protetto da parassiti e malattie tutte le vostre piante nel modo corretto. Infatti, solo prendendo le giuste precauzioni e utilizzando metodi e prodotti ecologici potrete dire di avere avuto cura dei vostri olivi e potrete garantirvi la produzione di un pregiato olio di oliva. Difatti, il successo del vostro oliveto dipende sia dal clima mediterraneo, caldo e secco in estate e mite e piovoso in inverno, che dal terreno scelto, né umido né acido, ma anche dalle fasi di conduzione dei campi, rivolti a Sud e drenati a dovere, dal momento in cui vengono interrate le piante, in tardo autunno, a quello in cui fruttificano gli olivi, in piena primavera, fino ad arrivare a quello in cui vengono raccolte le olive, da settembre a gennaio, a seconda della regione, della tipologia e della maturazione. Insomma, se siete dei coltivatori alle prime armi e non volete rischiare di commettere qualche errore, seguite la nostra guida pratica sulla raccolta delle olive per conoscere i tempi esatti e le regole precise da rispettare.

25

Perché raccogliere le olive a seconda della regione, della tipologia e della maturazione

Precedentemente abbiamo accennato al fatto che le olive vengono raccolte in un vasto arco temporale che va da settembre a gennaio, a seconda della regione, della tipologia e della maturazione. Infatti, i costituenti caratteristici del suolo su cui crescono gli oliveti mutano di zona in zona e proprio in base a questi elementi peculiari si hanno piante che producono frutti differenti. Difatti, cambiano pH, umidità, compattezza e fertilità. Oltretutto, gli olivi possiedono differenze varietali consistenti: ne esistono circa 1275 varietà nel mondo, per cui nascono olive con un quantitativo di acidi grassi e un rapporto tra i loro componenti molto variabili. Infine, occorre che sappiate quali sono le fasi fenologiche della maturazione del vostro oliveto, visto che a ognuna corrisponde un diverso momento del processo di inolizione (cioè di formazione di olio nel frutto) più o meno propizio per la raccolta delle olive dalle vostre piante.

35

Quando raccogliere le olive

Parallelamente al fenomeno della maturazione avviene quello dell?invaiatura, cioè della trasformazione del colore delle olive. Infatti, la parte esterna dei frutti, chiamata epicarpo e detta buccia, assume un tono diverso in base alla fase fenologica della maturazione in cui si trova. Difatti, ogni oliva ha una colorazione che va da un iniziale verde brillante a un finale viola vinaccia che può vertere al nero intenso, a seconda della varietà della pianta da cui essa ha avuto origine. Più avanzano le fasi fenologiche della maturazione, più diventa scuro l?epicarpo, perché ai pigmenti della clorofilla si sostituiscono a mano a mano quelli dei carotenoidi, e mentre diminuisce il contenuto in acqua aumenta quello in olio. Per questo motivo, se volete un olio dorato, meno amaro e meno pungente, dovrete raccogliere i frutti del vostro oliveto quando saranno molto maturi e avranno la buccia bruna, altrimenti otterrete un olio verdastro, piuttosto amaro e abbastanza pungente. Quindi, raccogliete le olive nel periodo ottimale, che rimane quello che inizia con la terza fase fenologica della maturazione (cioè con il picco di inolizione) e finisce quando la cascola arriva a interessare il 30% del prodotto (cioè quando il 30% dei frutti comincia a cadere a terra naturalmente).

Continua la lettura
45

Come raccogliere le olive

Potete effettuare la raccolta delle olive con l?aiuto di macchinari, costosi e moderni, come i vibroscuotitori di tronchi e le scavallatrici di filari, oppure con l?ausilio di attrezzi, economici e tradizionali, con la bacchiatura (battitura dei rami delle piante con una pertica) e la pettinatura (rastrellamento delle fronde degli olivi con un pettine), oppure procedere a mano, con la brucatura (metodo che vi consigliamo caldamente perché è quello che vi restituisce i prodotti migliori senza arrecare lesioni alle piante). In ogni caso, procedete selezionando i frutti di colore verde per preparare le olive da tavola e preferendo i frutti di colore viola oppure nero per fare l?olio da condimento. Fate attenzione ai tempi! Infatti, dovrete lavorare le olive entro tre giorni dalla loro raccolta, altrimenti avranno luogo i processi ossidativi che danneggeranno il sapore e le proprietà del prodotto.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Albicocche: come fare la potatura e la raccolta

Gli alberi da frutto, come ben si sa, hanno bisogno di particolari attenzioni. Anche l'albicocco, come gli altri frutti, necessita della potatura se si vuole fare un'ottima raccolta. La potatura di formazione, detta anche di allevamento, è abbastanza...
Giardinaggio

Varietà di pere: i nomi e tempi di raccolta

La frutta costituisce una parte davvero importante di un regime dietetico abbastanza salutare. Questi alimenti sono ideali per uno spuntino leggero o una colazione ricca di vitamine. La frutta offre una notevole selezione e non si tratta soltanto di una...
Giardinaggio

Come coltivare le fave: dalla semina alla raccolta

Uno degli alimenti più mangiati in questo periodo dell'anno è la fava, che accompagnata ad un buon formaggio rendono la pietanza ancora più squisita. Le fave possono essere anche cotte o preparate in diverse maniere, ma affinché siano davvero buone...
Giardinaggio

Come far germogliare i semi di olive

L'ulivo è un piccolo albero originario della zona mediterranea. È una pianta che sopporta bene il caldo e la siccità ed è per questo che si coltiva prevalentemente nei luoghi soleggiati. La moltiplicazione dell'albero generalmente avviene per talea,...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura dell'ulivo

L’ulivo è un albero dalla forma cespugliosa, con una chioma eccessivamente ampia e cilindrica. La pianta, visto la sua grandezza, è sostenuta sempre da fusti robusti, insediati fortemente nel terreno. Tenendo in considerazione che qualsiasi tipo di...
Giardinaggio

Guida ai fiori di Aprile

Come tutti sappiamo la primavera inizia il 21 di marzo, ma è nel mese di aprile che esplode la meravigliosa fioritura di piante e boccioli di ogni forma e colore. Se desideriamo avere un giardino a regola d'arte, bisogna però procurarsi i bulbi adatti...
Giardinaggio

Guida ai fiori da piantare in autunno

Nella seguente guida vogliamo far comprendere al meglio quali sono i fiori da piantare durante l'autunno. In questo modo il nostro giardino o balcone diventa veramente affascinante e colorato. La stagione autunnale fa da apertura al freddo inverno. Questo...
Giardinaggio

Rose: guida ai trattamenti antiparassitari

Le rose sono piante meravigliose esse si suddividono in numerose specie ed hanno anche diverse e svariate caratteristiche. I colori delle rose sono splendidi e numerosi, tuttavia, come per tutte le piante, per poter godere della fioritura dovrà essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.