I migliori pluviali circolari

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per chi ha dimestichezza con le riparazioni idrauliche, è naturale conoscere i tubi pluviali. Si tratta di tubature o comunemente chiamate grondaie in grado di raccogliere le acque piovane e di lasciarle scivolare dal tetto. Le tegole fanno infatti scivolare l'acqua piovana che penetra grazie alla loro pendenza, all'interno delle grondaie o dei tubi circolari. Se avete bisogno di ristrutturare casa e volete cambiare le vostre grondaie, eccovi un elenco dei migliori tubi pluviali circolari.

26

Tubi d'acciaio

Questa tipologia di tubo circolare, è uno dei modelli migliori da poter utilizzare come tubo circolare pluviale. Esistono dubbi circolari anche a gomito in grado di raccordare più tubi della vostra grondaia, differenti per diametro e angolazioni.

36

Tubi di rame

Il rame è sicuramente uno dei materiali più pregiati per quanto riguarda i tubi pluviali circolari. Il rame resiste alle basse temperature, non si ossida, è leggero ed è perfetto da poter installare in qualsiasi tipologia di tetto. I prezzi di questi tubi in rame sono sicuramente leggermente più elevati rispetto agli altri materiali.

Continua la lettura
46

Tubi elettrosaldati

Il tubo elettrosaldato è un particolare tubo in grado di raccogliere al meglio le acque piovane. Si tratta di un tubo di ottima qualità e molto efficiente per scaricare le acque meteoriche. Questi dubbi possono essere di varie ampiezze o lunghezze e possono essere realizzati con diversi tipi di metallo. Il costo di questi tubi è sicuramente inferiore a quelli in rame.

56

Tubi aggraffati

Si tratta di tubi pluviali sempre a sezione circolare con un'aggraffatura interna. I tubi vengono sempre realizzati come gli altri su misura in base alle richieste che vengono fatte. Questi tubi possono essere anche realizzati non solo con materiali differenti, ma anche con colorazioni che possono adattarsi al colore della facciata di una casa o del tetto per essere quasi invisibili grazie alla capacità di adattarsi a qualsiasi superficie.

66

Tubi in PVC

Tra i vari materiali con cui è possibile costruire i tubi pluviali circolari, c'è sicuramente da considerare anche il PVC. Questo materiale molto resistente alle varie temperature, è poco costoso rispetto ad altri materiali come il rame o l'acciaio inox e può resistere per moltissimi anni senza subire alcun danno. Il PVC è sicuramente uno dei materiali più moderni come lo zinco e il titanio per la costruzione di questa tipologia di tubature ma ultimamente grazie al prezzo vantaggioso e alla resistenza, il PVC è uno dei più utilizzati.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come regolare la pendenza dei pluviali

L'acqua piovana, negli edifici, viene fatta defluire, mediante la giusta pendenza del solaio, o della grondaia, nei canali di scolo e nei tubi pluviali verticali. Spesso, a causa di calcoli erronei nella pendenza del solaio o di un tetto a falda, può...
Materiali e Attrezzi

Come distanziare i pluviali

I pluviali sono degli elementi importanti per la progettazione e la funzione del deflusso delle acque piovane. Ogni casa dovrebbe avere una sorta di sistema progettato per spostare l'acqua lontano dal tetto e dai muri esterni dell'edificio. Quando l'acqua...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare le catena per pluviali

Utilizzare le catene per pluviali è una pratica comune e diffusa e può consistere in un'ottima aggiunta al sistema di drenaggio e distribuzione dell'acqua dal tetto. La catena presenta alcuni vantaggi rispetto al classico tubo pluviale, rispetto al...
Materiali e Attrezzi

Come inserire il pluviale in un pilastro

I pluviali sono tubi che permettono di raccogliere le acque del tetto e di convogliarle nella fognatura bianca o in appositi pozzetti di dispersione. C'è anche chi riutilizza le acque bianche per annaffiare le piante del giardino. Nella maggior parte...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere i migliori colori acrilici

L'arte pittorica è un mondo estremamente vasto, ricco di opportunità e possibilità. Ogni artista può rappresentare l'essenza di sé e del proprio pensiero in totale libertà. La creatività di ogni pittore trova massima espressione grazie alla varietà...
Materiali e Attrezzi

Come installare un pluviale su una parete di cemento

Dopo aver installato una grondaia, è necessario montare anche i pluviali discendenti per non vanificare tutto il lavoro. Hanno infatti il compito di allontanare le acque meteoriche dal tetto e dalle pareti, convogliandole in un pozzetto di ispezione,...
Materiali e Attrezzi

Le migliori chiodatrici in commercio

Se per fare dei lavori in casa siano essi su legno, cartongesso o metalli morbidi come ad esempio l'allumino, è necessario utilizzare una chiodatrice specifica. In commercio ce ne sono tantissime, ognuna con delle caratteristiche diverse ma tutte funzionali....
Materiali e Attrezzi

I migliori amigurumi per Natale

Il Natale è l'occasione giusta per fare dei regali, ma anche per realizzare alcuni oggetti decorativi per la casa. Una tecnica di lavorazione molto diffusa anche in Occidente e che trae la sua origine dal Giappone, è quella della creazione dei cosiddetti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.