Ikebana: l'arte di disporre i fiori

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se siamo amanti delle arti orientali e ci piacerebbe riuscire a comprenderle e praticarle in maniera perfetta, dovremo per prima cosa ricercare maggiori informazioni e per riuscirci non dovremo fare altro che ricercare su internet delle semplici guide che ci illustrino tutti gli aspetti e le regole dell'arte orientale di nostro interesse. In questo modo sarà molto semplice riuscire a comprendere tutti i vari aspetti che riguardano queste arti molto particolari, tipiche della cultura orientale.
Nei passi successivi, in particolare, cercheremo di comprendere alla perfezione l'Ikebana, ossia l'arte di disporre i fiori.

26

Occorrente

  • Leggere con attenzione la guida.
36

Informazioni generali

Come tutte le arti orientali, l'Ikebana ha a cuore gli aspetti lineari della composizione ed il rispetto di specifiche regole di costruzione. Il fine è quello di rappresentare concettualmente l’armonia della natura e l’elevazione dello spirito tramite l’arte. Gli occidentali usano valorizzare la bellezza estetica del fiore o del vaso. Questi ultimi assurgono con l'arte dell'Ikebana a meri complementi. Il fine è creare la perfezione della natura attraverso la combinazione di vari elementi che non siano solo i fiori. Non si tratta quindi di disporre fiori a scopo decorativo. Partendo da rami, foglie, fiori, contenitori, si creeranno delle combinazioni di colore e di forme che implicano un significato latente.

46

Storia dell'Ikebana

Quest’arte di origini buddiste trova la sua massima espressione in Giappone con le classi nobili ed i monaci. Inizialmente si afferma con il termine 'Kadò' (Via dei fiori). Il primo stile di cui abbiamo testimonianze è il Rikka. Questo stile altamente simbolico contemplava la presenza nella composizione di sette elementi. A seguire si diffuse il Seika, uno stile meno complesso. Fu solo nei secoli XV e XVI che vennero semplificate le regole più complesse. Aggiungendo ai fiori altri elementi come sassi e rami secchi nacquero gli stili Nageire e Moribana.

Continua la lettura
56

Stili dell'Ikebana

Alla base dei vari stili dell'Ikebana c’è la disposizione ternaria. In questa abbiamo tre elementi naturali su tre linee principali a forma di triangolo che simboleggiano i tre lati: questi rappresentano cielo, uomo e terra. Nella creazione gli spazi vuoti sono una parte essenziale della composizione. Una delle caratteristiche è l'alternanza di vuoti e pieni. Gli elementi vengono disposti in maniera asimmetrica a simboleggiare l’espresso e l’inespresso, il reale e l’apparente, il tutto atto ad ottenere una composizione che infonda pace e serenità in chi la osserva. Il senso di armonia tra i vari elementi si concretizza dunque in ogni componente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come creare un opera d'arte in calcestruzzo

È arrivata la bella stagione e con essa la voglia di stare all'aperto. Voglia di sole, mare, aria. Per i più fortunati che posseggono un giardino, anche il fai da te, con il bel tempo, diventa un divertimento in più. Molti si dedicano al giardinaggio,...
Altri Hobby

Come usare il fissante per fiori secchi

Il modo migliore per rallegrare la casa è adornarla con piante e fiori. Linee delicate, profumi sottili e colori di vario genere possono aiutare a rendere l'ambiente luminoso. Per ottenere l'effetto si possono adoperare anche dei fiori secchi. Questi...
Altri Hobby

Come fare delle composizioni con i fiori secchi

Se avete ricevuto come regalo un bellissimo mazzo di fiori, magari per un'occasione importante come il proprio matrimonio, possiamo affermare che buttarli è davvero un peccato. Eliminare dei fiori regalati in occasioni importanti, infatti, è una scelta...
Altri Hobby

Come incidere la frutta per formare dei fiori

Il food design è un'arte nel decorare frutta e verdura per ornare le tavole dei migliori ristoranti e dei buffet per le serate di gala, al fine di rendere del semplice cibo, una vera e propria opera d’arte. Esistono dei corsi che vi possono insegnare...
Altri Hobby

Come essicare i fiori

Per tutti gli amanti dei fiori, è generalmente un piacere riguardarli ogni volta che se ne ha la possibilità. Infatti molti sono quelli che decidono di essiccare i fiori per preservarli per tanto tempo. Che sia il bouquet di nozze o i fiori da campo...
Altri Hobby

Come fare un quadro con fiori in rilievo

Come vedremo nel corso di questo tutorial, realizzare un quadro con fiori in rilievo è semplice ed economico, basta infatti seguire alcuni accorgimenti per creare delle vere e proprie opere artistiche per la casa senza investire cifre economiche rilevanti,...
Altri Hobby

Come creare delle composizioni di fiori finti

Le composizioni floreali sono un articolo davvero molto richiesto presso i negozi. Questo perché ogni cerimonia o evento importante che si rispetti ha bisogno delle giuste decorazioni. I fiori organizzati in composizioni ravvivano ogni tipo di ambiente...
Altri Hobby

5 idee per decorare con i fiori secchi

Non è necessario essere abili artisti provetti per rendere un oggetto unico e originale. Ma per riuscirci basta un po' di fantasia e dei bei decori. Tra le tante decorazioni utili si possono adoperare i fiori secchi. Questi sono ideali per decorare e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.