Lavorazione del bronzo: fusione e laminatura

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'uso di bronzo risale a più di 5000 anni fa. Questo importante metallo è una lega composta da rame e stagno in proporzione che varia leggermente, ma può essere normalmente considerata in nove parti di rame e una di stagno. Altri ingredienti che si trovano talvolta sono più o meno accidentale. Il risultato è un metallo di colore marrone dorato in grado di essere lavorato a colata, ovvero un processo poco applicabile alle sue parti componenti, ma particolarmente ideale per il bronzo, la cui densità e la durezza permette di adattarsi a qualsiasi stampo. Il processo di fusione è la tecnica più primitiva ed impiegata nel corso dei secoli, essendo stata descritta anche dal monaco Teofilo e da Benvenuto Cellini. A questo processo si aggiunge anche la laminatura, ovvero una lavorazione che dona al bronzo la particolare doratura che lo contraddistingue.

24

Come già accennato, il bronzo è una lega che si compone principalmente di rame come elemento base ed altri metalli, che possono variare dall'alluminio al nichel e allo stagno, anche se quest'ultimo è il più utilizzato. Lo stagno va aggiunto circa al 9%, ed è ideale per ottenere una fusione dalla quale è possibile ricavare altre leghe molto resistenti e duttili, sia per le capacità meccaniche che anti-corrosive.

34

Le leghe di bronzo grazie a questi componenti metallici aggiunti, si prestano per essere laminate ma anche forgiate, stampate e perfino trafilate, fino ad ottenere del filo molto spesso, utile per diversi usi tecnici e commerciali. Il bronzo che troviamo in commercio, contiene a seconda dell'uso fino al 3-5% di stagno, mentre a livello industriale si arriva a produrre bronzi, con il 30% di stagno. Le industrie, con opportuni accorgimenti, ne modificano ulteriormente la caratteristica strutturale, aggiungendo altre sostanze chimiche come il fosforo che serve per disossidarlo e nel contempo anche irrobustirlo.

Continua la lettura
44

Questo accorgimento, infatti consente di ottenere dei granuli che vanno ad addensarsi sui bordi delle piastre di bronzo, favorendone il taglio e con la laminazione sottile che avviene a caldo, funge da catalizzatore per ammorbidirlo ed ottenere lo scopo. Infine, molte aziende, soprattutto quelle che effettuano la cosiddetta laminazione sottile, ovvero ridurre il bronzo a fogli simili a quelli dell'alluminio per alimenti, utilizzano lo zinco che oltre a renderlo morbido, elimina anche l'ossido naturale presente in tutti i componenti e soprattutto nel rame.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Vetro temperato: tecniche di lavorazione e taglio

Il vetro temperato è un tipo di vetro di sicurezza elaborato con trattamenti termici o chimici, eseguiti per aumentarne la resistenza. Durante questi trattamenti le superfici esterne e interne del vetro vengono messe in compressione. Grazie alla sue...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere il vetro per la lavorazione

La lavorazione del vetro è un'arte antichissima grazie alla quale è possibile realizzare dei manufatti di ottima qualità, essendo il vetro un materiale naturale al 100%. Infatti, le sostanze che lo compongono sono tutte materie prime, come la sabbia...
Materiali e Attrezzi

Come lavorare il legno adatto alla lavorazione del tornio

Nel settore delle produzioni artigianali sono numerose le tecniche con cui è possibile realizzare opere artistiche e strumenti di arredo o utensili dall'uso quotidiano. L'elemento fondamentale per rEalizzare elementi durevoli e di alta qualità ruota...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare gli utensili per la lavorazione del legno

La lavorazione del legno è un'attività artigianale che porta grande soddisfazione a chi la pratica. I benefici più significativi sono da ricercare nel contatto diretto con un materiale naturale, nelle infinite possibilità di modellazione e nell'acquisizione...
Materiali e Attrezzi

Come Realizzare Una Dima Guida Per La Lavorazione Al Tornio

La dima è una sorta di calco di un piano che deve essere riprodotto nella realtà nello stesso identico modo. Il lavoro richiede l'uso di particolari strumenti oltre che di specifiche tecniche. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli...
Materiali e Attrezzi

Come Realizzare Lo Swirl Nella Lavorazione Col Fimo

Vi state avvicinando adesso al mondo dei fimo e desiderate allargare i vostri orizzonti creativi? Allora dovrete assolutamente provare ad effettuare la meravigliosa tecnica dello swirl, con la quale potrete facilmente creare degli oggetti caratterizzati...
Materiali e Attrezzi

Come laminare una tavola da snowboard

Lo sport è sempre salutare: lo sport fa bene allo spirito, al corpo e alla mente. Lo sport è sempre indicato, a tutte le età e ce n'è per tutti i gusti: dagli sport "via mare" o "via terra", passando per gli sport su neve, ogni appassionato potrà...
Materiali e Attrezzi

Come saldare la ghisa sferoidale

I metalli presenti in natura sono molteplici e, grazie all'intervento dell'uomo e allo sviluppo delle tecnologie industriali, sono variamente combinati per ottenere materiali di particolare qualità. La ghisa sferoidale ne è un esempio, con le sue caratteristiche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.