Menta in vaso: consigli per coltivarla

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La menta è una delle erbe curative ed aromatiche più coltivate, ed è molto diffusa specie nell'emisfero boreale ed australe. Si tratta di una pianta che cresce spontanea, e prevalentemente in luoghi umidi. La menta può essere coltivata nel terrapieno così come in vasi, dove riesce a crescere fino ad altezze superiori ad un metro. In riferimento a questa pianta riccamente fogliosa e di colore verde scuro, vediamo come coltivarla in vaso, seguendo i consigli presenti nei passi successivi della lista.

26

Adagiare il vaso ad un muro o ad una ringhiera

La menta come accennato nell'introduzione cresce spontaneamente, ed in un vaso può raggiungere altezze fino ad un metro ed oltre, per cui è necessario sostenere gli steli per evitare che possano spezzarsi per l'eccessivo peso. Adagiare il vaso ad un muro o in prossimità di una ringhiera, è dunque la scelta migliore per massimizzare il risultato ai fini della coltivazione.

36

Usare del terriccio fresco

Un altro importante fattore che aiuta la menta a crescere sana e rigogliosa, è quello relativo all'umidità. Il suolo in questo caso deve necessariamente essere non secco, per cui usare dall'inizio del terriccio fresco aggiungendone periodicamente durante il periodo di crescita dell'altro, è una buona abitudine per ottimizzare il risultato. Inoltre vale la pena sottolineare che la menta in vaso, può essere coltivata anche in serre, purché la temperatura venga mantenuta costante, e comunque non superiore ai 16 gradi centigradi.

Continua la lettura
46

Annaffiare la pianta regolarmente

Per tenere costantemente il terreno in condizioni di umidità ottimali per coltivare la menta, è necessario annaffiare la pianta regolarmente. Questa operazione va tuttavia eseguita sempre di buon mattino, quindi prima del sorgere del sole, così come al tramonto quando il calore si attenua notevolmente. Lo scopo è di evitare che l'acqua a contatto con le foglie possa farle marcire, facendole diventare giallastre.

56

Tagliare gli steli se superano i 50 centimetri

Una pianta di menta coltivata in vaso, va potata quando raggiunge o supera notevolmente i 50 centimetri di altezza; infatti, tagliare gli steli, significa impedire a questi ultimi di spezzarsi, sia perché non riescono a contenere il peso del ricco fogliame, ma anche per eventuali folate di vento che tendono ad indebolirli notevolmente, tenendo presente che il loro diametro non supera mai il mezzo centimetro.

66

Evitare l'esposizione diretta al sole

Le radici sviluppate dalla menta sono particolarmente secche, ed è per questo motivo che richiedono uno stato costante di umidità per alimentarsi e proliferare. Evitare l'esposizione diretta al sole, significa quindi impedire alle suddette radici di perdere i liquidi che giornalmente succhiano dal suolo umido, e in questo caso dal terriccio che abbiamo inserito nel vaso. A riguardo di quest'ultimo, c'è da aggiungere che conviene appoggiarlo su un piatto in modo che l'acqua drenata, possa essere riutilizzata dalle radici in caso di improvvisa siccità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come trapiantare la menta dal semenzaio al vaso

La menta è una pianta erbacea che può avere davvero numerosi utilizzi. Si può usare per creare dei prodotti per l'igiene personale, oppure può accompagnare delle pietanze o delle bevande. Sicuramente averne una piantina a disposizione ha i suoi vantaggi....
Giardinaggio

Kalanchoe: 5 consigli per coltivarla

Il nome Kalanchoe forse ci dice poco o niente ma probabilmente ce l'abbiamo in casa o l'abbiamo notata in qualche giardino. È una pianta succulenta, originaria del Madagascar e ne esistono circa 150 varietà. Il nome più diffuso in Italia è Calancola...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare i peperoni in vaso

Coltivare i peperoni in vaso è molto semplice, dato che il peperone non ha bisogno di molto spazio per crescere. Basta scegliere la pianta e i vari colori dei peperoni, un vaso fondo per fare sviluppare bene le radici della pianta e idratare molto il...
Giardinaggio

7 consigli per coltivare il timo in vaso

Il Timo, conosciuto in botamica con il nome di Thymus vulgaris, è una pianta erbacea originaria delle zone Europee temperate, trovando quindi facile coltivazione nel nostro paese per via del clima caldo e scarso di piogge. Questa pianta erbacea è perenne...
Giardinaggio

7 consigli per coltivare i peperoni a corno in vaso

Un ortaggio gustosissimo e non troppo voluminoso, ideale quindi per essere coltivato anche in vaso, è il peperone verde a corno. Questo tipo di peperone offre la possibilità di essere tenuto direttamente in vaso, perché fa dei peperoni dolci poco più...
Giardinaggio

5 consigli su come coltivare un girasole in vaso

Il girasole è un fiore davvero particolare sia per la bellezza, che per le caratteristiche che lo contraddistinguono da tanti altri; infatti, ama crescere proprio in direzione del sole, in quanto si compone di molecole, comunemente definite auxine,...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare il basilico in vaso

Il basilico è una pianta aromatica molto profumata che viene utilizzata in cucina per la preparazione e il completamento di molte ricette. Per cucinare un sugo, come ad esempio il basilico, o aromatizzare un piatto il basilico è l'erba aromatica ideale....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.