Onigiri di stoffa: consigli per crearli

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Negli ultimi tempi sono diventati diffusissimi gli onigiri, ovvero delle polpettine di riso di forma triangolare, che vengono decorate con delle alghe chiamate "Nori" di colore nero. Tipici della tradizione giapponese, gli onigiri, possono essere gustati con la salsa di soia o con un contorno tipico sempre del Giappone. Grazie alla loro forma simpatica e divertente, gli onigiri si prestano anche per la realizzazione di pupazzi dalla forma triangolare simili ad una faccia e possono essere realizzati in plastilina, in plastica, in stoffa, in feltro o come più vi piace. Se volete realizzare dei graziosissimi onigiri di stoffa, ecco i consigli su come creare degli onigiri di stoffa.

26

Utilizzare la stoffa giusta

Per creare gli onigiri di stoffa e realizzare un pupazzo morbido o un cuscino decorativo per la camera dei bambini, dovrete naturalmente utilizzare la stoffa giusta. Dovrete naturalmente scegliere una stoffa spessa bianca che richiama il colore del riso giapponese, rigorosamente di cotone e non acrilica, perché potrebbe creare allergie. Scegliete anche qualche pezzo di stoffa fucsia per creare le finte guanciotte e una stoffa nera per ricreare gli occhi e la parte finta delle alghe.

36

Scegliere l'imbottitura adatta

Anche l'imbottitura è fondamentale per realizzare degli onigiri di stoffa. Potete scegliere di imbottire gli onigiri con della gommapiuma o del cotone idrofilo, in base alla dimensione del pupazzo morbido che volete creare. La gommapiuma dovrà essere ritagliata sempre in forma triangolare e inserita all'interno della stoffa (sempre triangolare) bianca e nera che avete creato.

Continua la lettura
46

Cucire con attenzione

Per creare gli onigiri di stoffa, dopo aver scelto la stoffa giusta e l'imbottitura adatta, dovrete cucire tutta la stoffa come un grande cuscino bianco triangolare. Imbastite tutti i lati della sagoma di stoffa triangolare e successivamente con l'aiuto di una macchina da cucire, cucite gli onigiri di stoffa dalla parte interna solo due lati, lasciando una parte aperta per infilare l'imbottitura. Rigirate la stoffa dal verso giusto e avrete creato l'involucro triangolare da imbottire.

56

Applicare gli occhi

Per creare degli origiri di stoffa davvero singolari e divertenti, dovrete applicare sopra la stoffa bianca degli occhietti, che daranno un aspetto ancora più carino agli origiri. Ritagliate della stoffa nera a forma di occhi e incollate tutto con della colla trasparente.

66

Cucire la bocca

Gli origiri di stoffa hanno anche bisogno di avere una bocca, che dovrete creare con ago e filo. Prendete un ago molto grande e un filo di lana molto grosso e cucite la forma di una bocca sorridente sulla sagoma imbottita di stoffa degli origiri. La bocca e gli occhi saranno essenziali per degli origiri graziosissimi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Consigli per rinnovare la resina

Tra i materiali più economici ed, al tempo stesso, resistenti e di buona qualità per costruire forniture o pavimenti nell'ambiente domestico, uno dei primi posti spetta senza dubbio alla resina. La resina rappresenta un materiale davvero perfetto per...
Materiali e Attrezzi

Consigli per migliorare la resa del calcestruzzo

Effettuare alcuni lavori di casa senza l'aiuto pratico e la consulenza teorica di un esperto del settore può rivelarsi, certamente, un'impresa particolarmente complessa, difficile e rischiosa: costruire pareti o muretti utilizzando il calcestruzzo, ad...
Materiali e Attrezzi

Plexiglass rotondo: consigli per il taglio

Il plexiglass è un materiale plastico acrilico. Utilissimo per la fabbricazione di molti oggetti e accessori. Questo permette di sostituirne altri con estrema facilità. Risulta facile da lavorare ed è un materiale sicuro, resistente e duraturo. Inoltre,...
Materiali e Attrezzi

Consigli per piegare il compensato

Il compensato è un materiale che si presta bene, sia per la sua consistenza che per la sua varia adoperabilità, sia per il costo economicamente basso ed accessibile a tutti sia per la facile reperibilità,ad ogni tipo di lavoretti fai da te. In questo...
Materiali e Attrezzi

Consigli per installare un pluviale circolare

Se sul nostro terrazzo abbiamo deciso di installare un pluviale di tipo circolare, è importante prima di procedere con il lavoro di posa, seguire alcuni consigli in merito. Si tratta infatti di piccoli ma funzionali accorgimenti che a lavoro ultimato,...
Materiali e Attrezzi

Consigli per levigare i bordi del vetro

Il vetro è uno dei materiali più usati nella quotidianità, basta pensare ai vari contenitori, bottiglie e vasi, e tanti altri oggetti o componenti di uso comune. Il vetro si ottiene per solidificazione dell'ossido di silicio, o dell'anidride borica...
Materiali e Attrezzi

Consigli per forare la terracotta senza romperla

La terracotta è un materiale molto versatile ed utilizzato in diversi ambiti sia del bricolage e fai da te, che dell'edilizia e delle piastrelle. È piuttosto economico e si presta a molteplici lavorazioni, anche da parte di principianti, in quanto è...
Materiali e Attrezzi

Consigli d'uso del calcestruzzo

Il calcestruzzo è uno dei materiali più utilizzati nella moderna edilizia. Tecnicamente esso è un cosiddetto "conglomerato", composto da acqua, legante (di solito il cemento), ghiaia, sabbia e ulteriori, eventuali, aggiunte, che ne modificano le caratteristiche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.