Piante: come aver cura delle gerbere

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le gerbere sono dei fiori molto simili alle margherite ma di dimensioni maggiori e che amano il sole, anche se fanno parte delle specie di piante "perenni". Coltivarle non è difficile, ma tuttavia per ottimizzare il risultato sono necessari alcuni fondamentali accorgimenti. In riferimento a ciò, ecco una guida su come aver cura di questi coloratissimi e splendidi fiori.

26

Occorrente

  • telo di tessuto non tessuto
  • foglie secche
  • acqua
36

Annaffiarle solo se il terriccio è secco

Le gerbere devono essere annaffiate solo quando il terriccio è secco, per cui evitate di bagnarle ulteriormente se vi accorgete che sia troppo bagnata, altrimenti rischiate di fare morire il fiore. Per capire meglio potete toccare la terra con le dita. L'innaffiatura va fatta la mattina presto e non durante la giornata. Se vi accorgete che il punto in cui avete sistemato il vaso è troppo esposto al vento, spostate il vaso altrimenti rischiate di far spezzare gli steli e far asciugare troppo la terra anzitempo. Se le giornate sono troppo calde, considerate che la terra potrebbe asciugarsi troppo presto.

46

Usare dei teli di copertura

In inverno la gerbera va in riposo vegetativo, di conseguenza dovrete provvedere a creare una situazione in cui essa sia conservata ad una temperatura che non scenda al di sotto dei cinque o dei tre gradi centigradi. Sistematela all'interno dell'abitazione, possibilmente in cantina, oppure, se siete soliti lasciare le piante in cortile, all'aperto, potete usare dei teli appositi. Ricordate tuttavia di togliere la copertura quando la temperatura sale nuovamente e costantemente sopra i dieci dodici gradi. Nel periodo invernale per evitare l'eccessivo accumulo di acqua piovana che potrebbe far marcire l'apparato radicale, il consiglio è di inserire nel terriccio della torba sminuzzata in modo da garantire alle gerbere un buon drenaggio, che serve quindi a scongiurare tale pericolo. Superato indenne l'inverno, agli inizi della primavera si possono usare dei concimi preferibilmente naturali, in modo da rinvigorire la pianta e renderla pronta ad una nuova e rigogliosa fioritura.

Continua la lettura
56

Optare per la penombra

La gerbera è una pianta abbastanza cespugliosa, alta circa sessanta centimetri, ma in genere viene coltivata per la produzione di fiori da recidere per decorazione negli appartamenti. Sono fiori che hanno svariate tinte, colori pastello molto belli e caldi, spesso acquistati proprio per dare quella nota di colore alla propria casa. Infine è importante sottolineare che le gerbere non vanno esposte specie in estate ai raggi diretti del sole, per cui conviene optare per l'esposizione in penombra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Cura della azalea: 5 errori comuni da evitare

Durante la festa della mamma o qualche altra campagna benefica, vi sarà certamente capitato di intravedere nelle piazze dei bellissimi fiori colorati in vaso: questi erano probabilmente i fiori dell'azalea. Durante la primavera, queste meravigliose piante...
Giardinaggio

Come Mantenere Le Piante Tropicali In Appartamento

Le piante da appartamento sono indubbiamente meravigliose e affascinanti. Questi vegetali andranno comunque gestiti in modo davvero perfetto, affinché possano durare nel tempo e mantenersi sempre in ottimo stato. Qualora acquistiamo delle piante tropicali...
Giardinaggio

Cura delle orchidee: 5 errori comuni da evitare

Chi ha la passione per il giardinaggio sa bene quanto sia importante curare le piante. Ne esistono diverse specie, alcune delle quali più delicate e bisognose di attenzioni. Molte di queste ultime rientrano nel gruppo delle piante da interno e decorative....
Giardinaggio

Come prendersi cura del potos

Oggi parleremo di una delle piante più diffuse nei nostri appartamenti: il Potos. Questa pianta pur essendo tanto diffusa, molti non ne conoscono le tecniche corrette per prendersene cura. Tra le varie specie, quello più diffuso è sicuramente il Potos...
Giardinaggio

Come prendersi cura dei gerani

Il Geranio è una delle piante più comuni nei giardini o sui balconi e con i suoi colori dona vita in qualsiasi angolo della tua casa. È una pianta molto resistente al freddo ed è essenzialmente facile prendersene cura. In questa guida vedremo come...
Giardinaggio

Le migliori piante da balcone

Il balcone è come un biglietto da visita della nostra casa, è uno dei primi elementi visibili dall'esterno. Cerchiamo di curarne l'estetica, arricchendolo con piante e fiori. Arredare il balcone è una vera e propria arte. Possiamo metterci anche degli...
Giardinaggio

Come propagare le piante grasse

Le piante grasse rappresentano la soluzione "green" più adatta per chi vuole un giardino o un terrazzo sempre verde e curato e che non abbia bisogno di molti interventi di manutenzione. Ma occorre far sviluppare le piante nel modo migliore, mediante...
Giardinaggio

Come creare un mini giardino con le piante grasse

Non c’è niente di più bello di un giardino ben curato. Si sa che il verde non fa altro che ravvivare qualsiasi luogo in cui è presente, però molto spesso esso potrebbe comportare molto tempo e molta cura per curare le piante, insomma bisogna avere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.