Prato: malattie e cure

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il prato è una superficie verde che richiede una cura ed un'attenzione tante assidue, quanto quelle dedicate alla coltivazione di una pianta o di un fiore. È fondamentale combattere sia la siccità (irrigando ogni qualvolta il terreno lo richiede) che l'eccessiva piovosità; sia togliere le erbacce infestanti o il muschio. Generalmente esistono vari tipi di prato: il prato produttivo che ha erbe a foglie grandi e larghe; il prato adibito a campi di gioco e il prato decorativo, il quale è costituito soltanto da erbe pregiate, con foglie sottili e compatte. Per mantenere un bell'aspetto, necessariamente il prato deve essere costantemente sfalciato, ripulito, aerato e soprattutto controllato contro le malattie parassitarie o crittogamiche, causate da funghi. Inoltre è bene sapere che per rasare l'erba occorre indossare calzature di una certa robustezza, pantaloni lunghi, guanti e visiera protettiva. Un abbigliamento che oltre a salvaguardarci può facilitarci il lavoro. Vediamo insieme quali sono le cure per mantenere rigoglioso il nostro prato e le malattie a cui va incontro.

25

Le principali malattie del manto erboso sono tutte di origine fungina. La più frequente è il cosiddetto marciume rosa ed è tipico del periodo invernale. Si sviluppa grazie ad un alto tasso di umidità in terreni ricchi di azoto e, se il prato resta a lungo coperto dalla neve questa malattia fungina si propaga a macchia d’olio. Un’altra infestazione molto ricorrente è la macchia bruna. Il suo sviluppo è favorito da climi caldi e umidi e si presenta sotto forma di chiazze scure che aumentano sia in numero che in dimensioni se non vengono adottati tempestivamente tutti i provvedimenti del caso. Il marciume fogliare invece interessa in maniera particolare i prati molto giovani e distrugge in profondità le radici dell’erba.

35

Per curare un prato infestato da malattie fungine non c’è altra soluzione se non quella di rasare il manto erboso e cospargerlo con sostanze anti fungine a largo spettro. È preferibile non concimarlo subito dopo, per evitare di aumentare la presenza d’azoto atta ad incrementare lo sviluppo di alcune tipologie di malattie. Meglio aspettare almeno tre o quattro mesi prima di nutrire il terreno con composti granulari a lento assorbimento. Invece per scongiurare la comparsa di tali patologie è bene irrorare tutto il prato a fine inverno con specifici prodotti atti a disinfettare il terreno nel migliore dei modi solo dopo aver rasato al massimo l’erba.

Continua la lettura
45

Il prato può subire ingenti danni anche a causa di insidiosi parassiti come gli eleteridi, la tipola e la nottua che si cibano esclusivamente di erba fresca. Ci si accorge della loro presenza osservando l’aspetto del prato che in alcuni punti apparirà appassito, sciupato e guardandolo da vicino ci si renderà conto che le fogliette saranno state mangiucchiate. Per risolvere questa problematica bisogna ricorrere ad un apposito antiparassitario venduto comunemente nelle agrarie ben fornite. Prima si rasa il prato a fondo poi si irrora con queste sostanze e per una giornata intera è meglio non calpestarlo.

55

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Manutenzione e cura del prato

Accanto a tutte le piante c'è sempre un prato più o meno folto e sparso per il terreno. In realtà anche questo come tutti gli altri vegetali è in grado di riprodursi. Ma ovviamente per mantenerlo perfetto va curato. La crescita dipende dalle attenzioni...
Giardinaggio

Come Preparare Il Prato In Inverno

Se nel vostro giardino avete un prato ed intendete prepararlo adeguatamente specie per il periodo invernale, potete farlo seguendo delle specifiche linee guida che alla fine vi consentiranno di ottenerlo in tipico stile inglese, ovvero ai limiti della...
Giardinaggio

Consigli per irrigare il prato

Se vuoi che il tuo giardino si conservi bene e che sia sempre di un verde brillante la cosa sicuramente più importante a cui dovrete prestare molta attenzione e un po' di tempo è l'irrigazione. Ovviamente se non irrighiamo il nostro prato con le giuste...
Giardinaggio

Come fare un prato sintetico

La bellezza di un bel prato folto e verde sul proprio giardino è veramente appagante. Inoltre avremo l'opportunità di godere al meglio delle bellezze dello spazio all'aperto disponibile nella nostra abitazione. Le cure e le attenzioni però che necessitano...
Giardinaggio

Come effettuare la manutenzione del prato

In molti pensano che la manutenzione del prato sia una pratica da effettuare solo durante la primavera e l'estate. Invece non è cosi, per avere un bel prato verde e curato in ogni suo aspetto ha bisogno di cure anche durante l'autunno e l'inverno, oltre...
Giardinaggio

Come concimare il prato

Non è per niente facile avere un prato curato al meglio e solamente concimandolo adeguatamente, otterremo il miglior risultato e potremo goderci un verde intenso e rasserenante affacciandoci alla finestra che da sul nostro giardino, oltre che ad una...
Giardinaggio

Come identificare e curare le malattie degli alberi

Gli alberi e le piante del nostro giardino possono essere affette da molteplici malattie. Determinate condizioni ambientali, facilitano la diffusione delle malattie degli alberi e il loro contagio. Inoltre anche la carenza di alcuni nutrienti minerali...
Giardinaggio

Come seminare il prato inglese

Saper prendersi cura delle piante è davvero una passione, che tutti possono coltivare. A tal proposito abbiamo pensato di proporre una guida, valida e semplice da applicare, mediante la quale essere in grado di capire, come poter seminare, nel migliore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.