Punto croce: da dove cominciare

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il punto croce è un tipo di ricamo tradizionale adatto sia a disegni semplici che complicati. I disegni a punto croce si eseguono generalmente con il punto croce semplice. Anche se possiamo usare delle piccole varianti. Quelli a trama regolare sono particolarmente adatti, perché i loro fili servono da guida al punto. Ecco tutti i consigli per cominciare a lavorare con questa tecnica di cucito molto particolare.

27

Occorrente

  • Tela, ago, filo per ricamo.
37

Per cominciare scegli un ago adatto al tessuto: un ago da arazzi per una trama regolare, che scivoli in mezzo ai fili, o per altre tipologie di tessuto un ago a punta aguzza, che perfori il tessuto. Fatto questo, per mantenere la tensione del punto regolare ti consiglio di usare un telaio.

47

Il punto croce può essere lavorato in due modi differenti. Cioè o in file di punti uniformi inclinati, compiendo un braccio della croce al giro di andata e l'altro braccio nel giro di ritorno. Oppure effettuando un punto croce alla volta. Tra questi due metodi, si consiglia di controllare che i fili in superficie vadano tutti nella stessa direzione, per ottenere un effetto uguale. I tessuti con un griglia naturale sono l'ideale per il punto croce.

Continua la lettura
57

Quando la trama è larga, ogni punto può rivestire un punto di intersezione. Invece quando è più piccola, come ad esempio nel tessuto hardanger, ogni punto può rivestire più file o intersezioni di esse. Bisogna stare attenti che ogni medesimo punto passi sullo stesso numero di file. Invece quando una stoffa non ha la griglia naturale, il canovaccio per arazzo può supplirne una. Quindi bisogna scegliere una misura adatta sia nel canovaccio ad un filo che in quello a due fili. Quindi cucitelo provvisoriamente alla stoffa da ricamare. Effettua il punto croce come spiegato. Quando il disegno è completo, togli la cucitura provvisoria. A questo punto rifila il canovaccio il più vicino possibile al disegno che vuoi creare, senza togliere i punti croce. Dopodiché, sfila con attenzione i fili del canovaccio con l'aiuto di una pinzetta, iniziando da un angolo e tirando tutti i fili nella stessa direzione. Quindi opera un altro angolo e sfila i restanti fili. Infine, quindi, avrai le basi per poter iniziare a lavorare con questa particolare tecnica. Infatti essa ti permetterà di eseguire bellissimi lavori su coperte, lenzuolini, cuscini e qualsiasi drappo tu voglia decorare. In questa guida, composta da semplici e funzionali passaggi, abbiamo visto come lavorare il punto croce. Buon lavoro!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Bisogna stare attenti che ogni medesimo punto passi sullo stesso numero di file.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare un corredo a punto croce

Il corredo è quell'insieme di indumenti e accessori indispensabili per intraprendere una nuova situazione, sia essa un matrimonio, una nascita o un viaggio. Ogni corredo si compone di pezzi che, a seconda dei casi possono essere acquistati, oppure realizzati...
Cucito

Imparare bene il punto croce

Mediante l'antica tecnica del punto croce è possibile realizzare tantissimi lavoro belli e unici nel loro genere. Realizzare un lavoro impiegando il punto croce è molto divertente ma anche piuttosto semplice da fare. È possibile trovare in commercio...
Cucito

Come realizzare una striscia a punto croce

Il punto croce è una tecnica di ricamo che trae le sue origini nell'antichità. Tuttavia, da qualche anno a questa parte, il punto croce torna di gran moda diventando un ottimo hobby da praticare per decorare asciugamani, canovacci e quadri. L'introduzione...
Cucito

Regole per rimpicciolire un lavoro a punto croce

Il punto croce, è un'arte del ricamo che si tramanda ormai da anni, da generazioni e da madre in figlia. La tradizione dei disegni a punto croce, è sempre ammirata e apprezzata da tutti perché è possibile creare delle meravigliose decorazioni per...
Cucito

Come fare un cuscino con il punto croce

Se si desidera realizzare un lavoro fatto con le proprie mani che sia esclusivo e per una persona speciale, un'idea davvero molto originale consiste nel creare un cuscino con il punto croce. Non è molto difficile: l'importante è essere capaci di ricamare...
Cucito

Come eseguire il punto croce e sue varianti

Il punto croce, è un tipo di punto da ricamo, molto semplice da realizzare e si usa per ricamare la tela Aida, che può essere bianca oppure colorata ed è formata da tanti quadretti, che variano in base al tipo di tela scelto o al ricamo che si deve...
Cucito

Come realizzare degli asciugamani con ricamo a punto croce

Il punto a croce è, senz'altro, una delle tecniche di ricamo di maggiore esecuzione. Con il punto a croce si possono ricamare delle iniziali su vari tessuti, come spugne, cotone o altre fibre. Si possono, inoltre, eseguire simpatiche tele da appendere...
Cucito

Come eseguire il punto croce

Il punto croce è una tecnica di ricamo su tela aida molto nota tra le ricamatrici, sopratutto per via della facilità con cui si esegue. Se oggi trova larga diffusione, non possiamo dire altrettanto del passato: anticamente, infatti, il punto croce non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.