realizzare un tavolino di corda colorata

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

In commercio esistono numerosi elementi decorativi per la casa, alcuni di questi sono costosi ed altri non lo sono affatto. E’ il caso delle corde utilizzate per arricchire il design dei propri ambienti in modo pratico ed originale. La corda è un insieme di fili intrecciati, di materiali vari, capaci di sopportare sforzi di trazione. Può essere costituita da materiali fibrosi (naturali o sintetici) o metallici. Nel primo caso viene comunemente chiamata corda, nel secondo caso prende il nome di fune. In marina, "cima" e "cavo". Se avete ambienti con elementi decorativi appesi alle pareti e distribuiti su mobili e tavoli in stile vecchia marina, potrebbe integrarsi una corda, magari colorata. Gli esaurienti passi di questa guida vi forniranno delle utili informazioni su come realizzare un tavolino di corda colorata.

27

Occorrente

  • Tavolino triangolare
  • 6 rotoli di corda grossa
  • Colori acrilici
  • Pennello a punta tonda
  • Colla a caldo
  • Matita
  • Squadra
37

Innanzitutto disegnate tre triangoli, uno per ogni vertice del tavolino, con la squadra e la matita. Poi passate al centro del tavolo, ed anche qui disegnate un trapezio isoscele, tracciandone i contorni con la matita. Le misure non sono standard, naturalmente potrete anche cambiarle. Adesso, svitate i tre piedi del tavolino. Successivamente divideteli in varie parti, tracciando delle linee con la matita: questo sarà lo spazio dove applicare la colla.

47

A questo punto si passa alla fase dell'incordatura, stendendo la colla a caldo lungo il lato interno di uno dei tre triangoli. Sistemate la corda direttamente sulla striscia di corda e, proseguite in questo modo: stendendo la colla e posizionando questa fino a raggiungere la parte finale del triangolo. Ricordatevi di non tagliare mai la corda, ma ripiegarla ogni volta che raggiungete il bordo del tavolino durante la fase dell'incollaggio, formando una sorta di serpentina. Ricoprite tutti e tre i triangoli e il trapezio.

Continua la lettura
57

Ora si potrà cominciare anche la fase di incordatura della gambe del tavolino, ripetendo esattamente la stessa procedura che avete eseguito per incordare la superficie del tavolino, ricordandovi di ripiegare la corda in una serpentina quando arrivate al bordo della gamba. Quando avrete ricoperto tutti i triangoli potete tinteggiare la corda, utilizzando i colori acrilici. Il colore naturalmente dovrà essere abbinato nel contesto, tenendo conto anche dei colori degli altri elementi della stanza.

67

Nel caso in cui volete ottenere un colore più marcato, stendetelo direttamente sulla corda con un pennello senza diluirlo; se invece desiderate colori più tenui o sfumati, preparate i colori acrilici in un piatto e diluiteli con un po' d'acqua. Per avere tinte più brillanti stendete sulla corda prima una base di gesso acrilico bianco, aspettate che si asciughi completamente e poi passate i colori. Ripetete l'operazione di colorazione anche sulle gambe del tavolino.

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare un tavolino da esterno

In questa guida vedremo come realizzare un tavolino da esterno. La procedura non è semplice, quindi segui con attenzione tutti i passi. Il risultato sarà eccezionale. Il tavolino starà benissimo sotto un gazebo oppure all'interno di una veranda. Completa...
Bricolage

Come realizzare un tavolino con piano alzabile

La realizzazione di un tavolino con piano alzabile è un progetto di falegnameria abbastanza semplice, più di quanto vi possiate immaginare. Il piano alzabile permette di portare il tavolino ad un'altezza ottimale per facilitare tutta una serie di normali...
Bricolage

Come realizzare il nodo di costrizione per giuntare una corda

Il nodo di costrizione è tra i migliori nodi di giunzione. È una tecnica che si adatta anche ad usi bizzarri: pensate che gli antichi greci lo usavano durante gli interventi chirurgici! È consigliabile utilizzare questo tipo di nodo quando l'estremità...
Bricolage

Come realizzare un tavolino di cartoncino

Tanti sono i materiali che quotidianamente cestiniamo, trascurando il fatto che la maggior parte di essi possono essere riutilizzati. È infatti possibile trasformare tali materiali, per realizzare oggetti che potrebbero tornarci utili. Nella seguente...
Bricolage

Come realizzare un tavolino usando una finestra

I punti di appoggio sono sempre troppo pochi in casa o nel giardino, quindi un tavolino può rivelarsi utile. Negli ultimi tempi però c'è la moda di arredare le case non solo con oggetti di riciclo ma secondo un preciso stile chiamato "shabby chic",...
Bricolage

Come realizzare un tavolino con gambe a spillo

Personalizzare un oggetto di arredamento rappresenta sempre un hobby simpatico e fantasioso. In questi casi occorre sono un pizzico di originalità e qualche idea davvero geniale. In questa guida vogliamo illustrarvi come realizzare un tavolino con le...
Bricolage

Come realizzare un tavolino con un ceppo

Il legno è un'ottima idea per arredare e decorare la propria casa. L'inserimento di elementi naturali all'interno della nostra abitazione ci riconnette alla natura anche se viviamo lontani da essa, per esempio in una grandissima città. Negli ultimi...
Bricolage

Come realizzare un tavolino per il soggiorno con i pallet

Ecco pronta una bellissima ed interessante guida, molto utile, nei confronti di tutti i nostri lettori, che sono amanti non solo del classico ed in intramontabile metodo del fai da te, ma anche del famoso riciclo creativo. Proprio così, tenteremo questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.