Saldatrice a elettrodo: consigli per l'uso

Di: Stan Ko.
Tramite: O2O 25/11/2016
Difficoltà: media
17
Introduzione

La saldatura a elettrodo è sicuramente una delle più usate al mondo, sia per la sua grande versatilità, sia per i costi contenuti delle apparecchiature necessarie.
La saldatrice a elettrodo può essere usata per svariate lavorazioni, e saldature su moltissimi tipi di materiale, l'importante è adattare l'elettrodo al tipo di materiale da usare. Tuttavia, se ne sconsiglia l'uso per lamiere molto sottili, perché difficilmente si riesce a unirle, anzi, il più delle volte si fonde, e per spessori molto grossi, ma in quest'ultimo caso puramente per una questione economica.
Vediamo di seguito qualche consiglio per l'uso di una saldatrice a elettrodo.

27
Occorrente
  • Saldatrice
  • Elettrodi per saldare
  • Maschera per saldare
  • Protezioni varie
37

Durante lo svolgimento della saldatura, che si parli di una saldatura orizzontale, verticale, o rovesciata, l'inclinazione che l'elettrodo deve avere rispetto al materiale da unire, deve aggirarsi sui 45°, non importa che siano precisissimi.
L'operatore, prima di iniziare a saldare, dovrà munirsi delle protezioni adeguate, ovvero dei guanti di protezione, e la maschera per la saldatura per proteggere la vista, quindi, una volta posizionati i pezzi da saldare, dovrà impugnare la pinza con l'elettrodo, tenendola appunto inclinata come spiegato prima, e iniziare saldare muovendosi da sinistra verso destra.

47

Una delle fasi più delicate della saldatura, e anche quella che spesso mette in difficoltà i novizi, è il momento dell'accensione dell'elettrodo. Questa succede quando l'elettrodo tocca il corpo metallico da saldare, facendo scoccare la scintilla. Tuttavia, può capitare che per alcuni elettrodi si debba spaccare per prima il rivestimento di cellulosa che riveste l'anima dell'elettrodo, perciò può capitare che all'inizio si debba dare un colpo secco per spaccarla.
Inoltre per saldare è necessario importare il valore di corrente utilizzato, per capire qual è quello giusto potete basarvi sulla saldatura. Se ad esempio avete impostato un'intensità elevata, noterete che durante la saldatura ci sono molti schizzi, mentre se è bassa oltre alla difficoltà di fondere il materiale, lo capirete dal rumore che è molto fastidioso.

Continua la lettura
57

Se il pezzo da saldare è molto lungo, se saldate un cordone può capitare nel durante la saldatura che il pezzo si pieghi, o semplicemente in base a com'è messo, perda la posizione. Per evitare ciò, si consiglia di dare due punti di saldatura alle sue estremità, e in seguito saldarlo con tutta calma.
Se la saldatura è stata fatta a regola d'arte, noterete che la scoria, che si crea sulla superficie per proteggere il bagno di fusione, una volta raffreddata, si toglie da sola, in caso contrario avrete bisogno di insistere di più.

67
Guarda il video
77
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Durante la saldatura avanzate omogeneamente senza variare la velocità per ottenere un cordone uniforme
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come regolare la saldatrice a filo

Al giorno d'oggi, esistono tantissime tipologie di saldature, e vanno dalle saldature più classiche a quelle più articolate. Abbiamo quelle classiche come la ossiacetilenica, o ad elettrodo rivestito. Oppure quelle più complesse, come quella a laser...
Materiali e Attrezzi

Come costruire una saldatrice a punti

A volte i propri hobby sono fare degli interventi di riparazione in casa, nel garage oppure in giardino. In molti casi occorre un attrezzo per saldare il ferro: la saldatrice a punti. Quest'ultima è composta da due chiodi che posti uno sull'altro generano...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare la saldatrice a filo

La saldatrice a filo si differenzia da quella a gas, perché possiede un nucleo per proteggere la saldatura dall'ossidazione durante il raffreddamento. Inoltre l'apparecchio, può essere facilmente utilizzato in spazi all'aperto, perché il flusso...
Materiali e Attrezzi

Come costruire una saldatrice a stagno fai da te

La saldatura a stagno è un tipo di saldatura molto semplice, conisiste nell'unire due pezzi di metallo per mezzo di un terzo. Questo viene posto tra i due pezzi da unire e sciolto per mezzo della saldatura, e una volta solidificato compie il suo lavoro...
Materiali e Attrezzi

Come sapere se un piatto è adatto all'uso nel microonde

Grazie allo sviluppo della tecnologia anche in cucina possiamo contare sull'aiuto di elettrodomestici molto efficienti: una delle novità più interessanti degli ultimi decenni è quella del forno a microonde. Il suo segreto risiede nella capacità delle...
Materiali e Attrezzi

Consigli per levigare i bordi del vetro

Il vetro è uno dei materiali più usati nella quotidianità, basta pensare ai vari contenitori, bottiglie e vasi, e tanti altri oggetti o componenti di uso comune. Il vetro si ottiene per solidificazione dell'ossido di silicio, o dell'anidride borica...
Materiali e Attrezzi

Consigli per realizzare uno spaccalegna idraulico

Per chi vive in prossimità di un bosco o semplicemente utilizza il legno come materiale di lavoro o per diletto, si potrebbe rivelare utilissimo uno spaccalegna idraulico. Si tratta di un comodo attrezzo per spaccare la legna e ridurla in pezzi più...
Materiali e Attrezzi

Gesso in polvere: consigli per la scelta

Se siete amanti del bricolage e del fai da te e vi dilettate con piccoli lavoretti realizzati in casa, sicuramente conoscerete la polvere di gesso, un materiale piuttosto versatile che si utilizza per moltissimi scopi differenti. La polvere di gesso può...