Trapiantare fiori senza farli soffrire

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Chi ama la natura sa benissimo che le piante specie quelle da fiore, sono dei veri e propri esseri viventi e come tali meritano di essere rispettati. I fiori tra l'altro, si riproducono se vivono in condizioni ambientali ottimali, e ciò può avvenire sia in modo naturale, che con opportuni accorgimenti da parte dell'uomo, come ad esempio trapiantandole. In riferimento a ciò, ecco alcuni consigli su come trapiantare i fiori senza farli soffrire.

24

Usare un vaso adeguato

La prima cosa da fare, in ordine di importanza, è usare un vaso adeguato nel quale andremo a trapiantare i nostri fiori, e che abbia un bel foro sul fondo, allo scopo di consentire all'acqua filtrata dal terriccio di passare nel sottovaso, e non restare immobile e stagnante, evitando quindi che l'apparato radicale possa marcire. Per far sì che il processo di filtraggio dell'acqua risulti essere sempre ottimale, è consigliabile disporre uno strato di cocci di terracotta o delle tavolette di torba.
Del buon terriccio, possibilmente già fertilizzato e ricco di sostanze nutritive serve inoltre a massimizzare il risultato, e a rendere più forti i fiori.

34

Pulire le radici dal terriccio

Dopo aver estratto delicatamente dal vaso precedente avendo cura di non danneggiare eccessivamente le radici, il fiore che intendiamo trapiantare ha bisogno di assorbire un po' d'acqua prima di tuffarsi nella nuova terra che gli abbiamo preparato. Diamoci dunque da fare e provvediamo a pulire le radici dal terriccio che ancora le circonda. Una volta effettuata quest'operazione, strappiamo le estremità più lunghe delle radici (non alla base, mi raccomando: solo le estremità) per permettere loro di respirare meglio una volta trapiantate. Facciamo molta attenzione nel compiere questa operazione, perché è una manovra molto delicata che se compiuta male potrebbe danneggiare il fiore. L.

Continua la lettura
44

Inserire il fiore nel terriccio

Adesso possiamo inserire il fiore nel terriccio del nuovo vaso facendo attenzione a seppellirle completamente le radici. La cosa migliore da fare per non farlo soffrire a seguito di questo brusco cambio di habitat è innaffiarlo con acqua di rubinetto a temperatura ambiente, meglio se diluita con un po' d'acqua frizzante (ricca di anidride carbonica, elemento indispensabile per il nostro fiore), ma senza esagerare; infatti, l'acqua non deve ristagnare nel sottovaso poiché le radici potrebbero bruciarsi irrimediabilmente, con la conseguente morte del fiore e quindi vanificando tutti gli sforzi e le accortezze prestate per vederlo crescere sano e rigoglioso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come trapiantare le talee di lavanda

La lavanda è una delle piante più gradevoli e graziose, è molto amata per il suo dolce e delicato profumo, per il suo aspetto raffinato e per il suo elegante colore. Coltivare una pianta di lavanda in casa oppure in giardino può essere l'idea migliore...
Giardinaggio

Come trapiantare la begonia

Prendersi cura di piante e fiori è uno splendido passatempo che acquista sempre più appassionati. Pian piano stiamo riscoprendo l'amore per la natura e i vantaggi che possiamo ottenere da essa. Ogni specie ha bisogno del giusto ambiente e di ottime...
Giardinaggio

Come trapiantare i bulbi

Quando l'inverno ormai si allontana, e la primavera comincia a fare capolino timidamente, ecco che è arrivato il momento di procurarsi i bulbi dei nostri fiori preferiti. Con i loro colori e i loro profumi sono in grado di rallegrare sia una stanza sia...
Giardinaggio

Come trapiantare un ulivo da vaso alla terra

L'ulivo è una pianta secolare che ben si adatta in quasi tutto il territorio Italiano. Quasi ogni regione produce oli di ottima qualità da nord a sud della penisola. Qualsiasi sia il cultivar che avete in mente di acquistare, se vi state chiedendo come...
Giardinaggio

Come trapiantare il giglio del Nilo

Il giglio del Nilo, pianta dal nome scientifico di Zantedeschia, e nota soprattutto come Calla, è una pianta perenne di origine sudafricana. È coltivata principalmente per essere usata come fiore reciso e si caratterizza per i suoi bianchissimi fiori...
Giardinaggio

Come trapiantare la menta dal semenzaio al vaso

La menta è una pianta erbacea che può avere davvero numerosi utilizzi. Si può usare per creare dei prodotti per l'igiene personale, oppure può accompagnare delle pietanze o delle bevande. Sicuramente averne una piantina a disposizione ha i suoi vantaggi....
Giardinaggio

Come trapiantare un musa basjoo

Siamo pronti a trattare in questo articolo un argomento molto utile a coloro i quali hanno il pollice verde ed amano le piante. Nello specifico cercheremo di capire come poter trapiantare un Musa Basjoo, nella maniera più approfondita e veloce possibile....
Giardinaggio

Come trapiantare l'aloe arborescens

L'Aloe è ormai piuttosto conosciuta, anche se non tutti sanno che ne esistono diverse tipologie. Si è soliti, infatti, pensare a quella che comunemente si chiama "Aloe vera". Nel caso di questa guida, però, parliamo di una tipologia differente, ovvero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.