Uncinetto: come unire le mattonelle

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Nel corso degli anni, sono state inventate molte tecniche che riguardano l'uncinetto. Oggi riusciamo a fare tutto ciò che desideriamo con un semplice filato e un uncinetto. Un metodo molto in voga consiste nel realizzare dei riquadri di varie dimensioni e, in seguito, unirli tra loro. In questo modo si possono creare centri tavola, gonne, coperte, presine e tanto altro ancora. Realizzarle è molto semplice, basta avere in mente uno schema, quello che più vi aggrada. Ripetete lo schema fino ad ottenere il numero giusto di riquadri (detti mattonelle), infine vanno cuciti insieme. Di seguito, vedrete alcuni modi su come unire le mattonelle per dar vita alle vostre idee.

25

Occorrente

  • Uncinetto, filo
35

Prima di iniziare bisogna decidere se usare il filato con lo stesso colore delle mattonelle, oppure usare una tonalità diversa. Nel secondo caso avrete un lavoro più definito, si vedranno tutte le piastrelle distintamente (metodo consigliato per borse e centro tavola); al contrario si avrà un lavoro più omogeneo e discreto (utile per gonne e cuscini). Se lo cambiate, ricordate di usare un filo delle stesse dimensioni del precedente, altrimenti si noterà lo stacco eccessivo.

45

Una volta scelto il filato, mettete le mattonelle rivolte l'una verso l'altra con il diritto a contatto. Inserite l'uncinetto negli angoli di entrambi riquadri, agganciate il filo e tirate attraverso le maglie. Iniziate con una catenella, in seguito reinserite l'uncinetto facendolo passare attraverso le seconde maglie di entrambe le piastrelle ed eseguite una maglia bassa. Continuate così per tutto il lato a contatto. Alla fine chiudete il lavoro con una maglia bassissima e otterrete una cucitura invisibile, abbastanza grossolana. Questa tecnica è molto semplice, ma sul rovescio lascia un rilievo dovuto alle maglie basse (che non si vede assolutamente sul davanti).

Continua la lettura
55

Un'altra tecnica, per unire il vostro lavoro, prevede un po' più di concentrazione. Osservate bene le maglie e vedrete che ognuna è costituita da due fili paralleli, anche detti costine. Iniziate, come per la prima tecnica, unendo le mattonelle con il diritto a contatto. Inserite l'uncinetto prendendo solo le due costine interne, appartenenti ai riquadri diversi. Agganciate il filo, fatelo passare sotto le costine e realizzate una catenella. Ora l'uncinetto va di nuovo infilato, nelle maglie successive, prendendo solo le costine interne e realizzando maglie basse o bassissime (se volete una cucitura più stretta). Alla fine chiudete con una maglia bassissima. Questa sutura richiede più concentrazione, ma è molto più fine ed elegante, inoltre il sul rovescio lascerà un rilievo più tenue rispetto all'altro metodo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come unire degli esagoni a uncinetto

Come tutti sappiamo, lavorare ad uncinetto è una tecnica con la quale si possono creare diverse cose semplicemente intrecciando fili di lana o di cotone: abiti, coperte, centrini prendono forma in men che non si dica. Grazie all'uncinetto ed un po' di...
Cucito

Come unire i quadretti all'uncinetto

In questo articolo, vogliamo offrire un aiuto sincero ed anche concreto, a tutte e tutti coloro i quali, amano lavorare all'uncinetto. Sono veramente tante le persone che desiderano creare con l'aiuto dell'uncinetto dei lavoretti veramente unici e del...
Cucito

Uncinetto a forcella: come unire le strisce

Lavorare a maglia ed imparare l'uncinetto è una passione tutta femminile, che richiede tempo e pratica per perfezionare le tecniche di lavorazione. Fortunamente non si finisce mai di imparare e ogni giorno ci sono nuove cose da apprendere. Ma prima di...
Cucito

Come unire quadrati all'uncinetto

Se avete la passione per l'uncinetto ed intendete realizzare alcuni utili e graziosi manufatti come ad esempio una coperta composta da tanti pezzi riportati, è importante sapere che li potete unire poi nel caso si tratti di quadrati, con l'uncinetto...
Cucito

Uncinetto: come unire due fili con il nodo invisibile

Spesso realizzando un lavoro a maglia o all'uncinetto capita di finire il gomitolo e di doverne iniziare uno nuovo. Quando è necessario unire i due fili con un nodo, è consigliabile non realizzare mai un nodo vistoso. Questo infatti potrebbe rovinare...
Cucito

Come unire due gomitoli di lana

A volte può capitare che quando si sta lavorando a maglia o all'uncinetto si possa rimanere con alcuni residui di lana, che magari non sono sufficienti per poter eseguire nuovi lavori, quindi è necessario ricorrere alla fantasia in modo da risparmiare...
Cucito

Come realizzare un gilet all'uncinetto

Realizzare qualcosa con le proprie mani è sempre una cosa che ci riempie di orgoglio, in quanto viene trasmessa la nostra passione per le piccole cose. L'arte di creare oggetti o indumenti all'uncinetto, è molto antica infatti le nostre nonne realizzavano...
Cucito

Come fare il patchwork con l'uncinetto

Il patchwork è una lavorazione antica molto creativa, consistente nell'incastro, tramite cucitura, di pezzi di tessuto (generalmente il cotone ma anche la lana) di colore diverso, allo scopo di personalizzare o creare oggetti, o solamente per realizzare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.